A Fieragricola i tre "plus" di Sfoggia

Qualità, performance e comfort: su questi concetti punta l'azienda costruttrice all'appuntamento veronese in programma dal 3 al 6 febbraio 2016

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

coltivatore-leonardo.jpg

Coltivatore Leonardo
Fonte foto: Sfoggia

Nuovi obiettivi e nuove idee, in continuità con il progetto "+qualità +performance +comfort" scelto da Sfoggia Agriculture Division, portano l'azienda attraverso un percorso che, partendo da Agritechnica, sbarca a Fieragricola per arrivare, tra qualche mese, all'importante appuntamento di Eima International.

Un progetto fatto di innovazione prodottostrategie orientate tanto al mercato estero quanto, e Fieragricola sarà una importante occasione, a quello nazionale al quale sono dedicate nuove idee e nuovi prodotti.
 
Stand Sfoggia Agritechnica 2015

L'investimento in termini di qualità messo in atto a partire dalla stagione 2014-2015 da Sfoggia si concretizza nella scelta di componentistica e finiture superficiali di alta qualità.
Tutte le macchine ora montano esclusivamente cuscinetti SKF - made in Europe - e cuscinetti KOYO - made in Japan - sulle ruote degli elementi di semina Sigma 5, Sigma HWS e Discover.

Tutte le parti metalliche verniciate vengono prima sottoposte a trattamento in cataforesi e poi di verniciatura a polveri, tutte le viterie e le piccole componentistiche, infine, sono Würth e i cardani sono Walterscheid.

"L’aver scelto fornitori-partner premium brand vuol essere indice per il cliente finale di qualità e garanzia ancora maggiori, rendendoci il partner ideale in agricoltura - fanno sapere dall'azienda.
I nostri prodotti, sempre più affidabili sotto il profilo meccanico, danno alte performace nei risultati, garantendo una migliore qualità di semina, di trapianto e di sarchiatura oltre a una maggior efficienza".

Fieragricola, le novità
Tra gli aggiornamenti proposti da Sfoggia a Fieragricola in programma dal 3 al 6 febbraio, le nuove tramogge del seme, del microgranulatore e dello spandiconcime per le seminatrici Sigma 5, Discover e Sigma HWS.
Con chiusura a sicura del coperchio e maggior capienza del contenitore, viene aumentato il comfort per l'operatore che potrà eseguire con maggiore facilità le operazioni di utilizzo e regolazione della macchina in campo.
 
Nuove tramogge con chiusura a sicura

La trasmissione di potenza per la semina, lo spandiconcime e il microgranulatore Elektra drive system, dotata di dispositivo di controllo gestionale totale, permette ora all’operatore di impostare i parametri di distanza tra i semi, la quantità di geodisinfestante e quella di concime.
Tra le caratteristiche peculiari di Elektra, la possibilità di regolazione automatica del selettore di semina. Questo accessorio a regolazione automatica opera in funzione del calibro del seme in modo che non ci siano semi doppi o mancanti.
Sono inoltre regolabili lo stato di funzionamento dei singoli elementi di semina e la loro esclusione, l’area trattata e la velocità di lavoro. Tutti i movimenti vengono forniti da motori elettrici alimentati da un alternatore montato sulla seminatrice.
La regolazione avviene in cabina con una console dotata di display touch screen. Il dispositivo si interfaccia con sistemi GPS e Isobus.
 
Seminatrice Elektra con kit Elektra drive system

In versione potenziata, a Verona vedremo la nota seminatrice monogerme Calibra per ortaggi e semi minuti, capace di seminare con alta precisione anche semi pesanti o con calibro superiore allo standard.
Sono nuovi e più potenti l'impianto di aspirazione e il sistema di distribuzione dell’aria.
Rispetto alla versione precedente i giri motore del trattore si riducono fino al 30 per cento con risparmio di carburante e riduzione del rumore.
Migliorata anche la guarnizione del disco di semina - disponibile nella versione fila singola, fila doppia Twin, fila tripla Tris, fila stretta Slim, a doppio corpetto Tandem con strutture a telai fissi, telescopici, ripieghevoli idraulici -, caratterizzata ora da coefficiente di attrito inferiore del 50 per cento rispetto alla versione precedente.
 
Seminatrice monogerme Calibra

Nuove soluzioni tecniche interessano la gamma di trapiantatrici Sfoggia che vanno a rispondere con sempre maggiore attenzione alle nuove normative sulla sicurezza e sul comfort.
Esempi sono il tetto parasole o l’aggiunta dell’innovativo sistema elettrico che, come l’Elektra drive system, agevola l'operatore fornendo un moderno dispositivo di controllo gestionale.
 
Trapiantatrice Sfoggia

Per quanto riguarda la lavorazione del terreno, il nuovo concetto di strip-till Sfoggia che distingue il coltivatore filare Leonardo, permette la preparazione di strisce di terreno pronte per la semina.
Disponibile nelle versioni da 4 a 12 file con interfila regolabile da 45 a 80 centimetri, può avere un telaio fisso o pieghevole idraulicamente.
Questa macchina che genera numerosi vantaggi tra cui, la riduzione del parco macchine ma anche di carburante e fertilizzanti, dispone di disco di apertura solco in versione "Turbo" a onde oppure liscio crantato e l'ancora dell'assolcatore regolabile fino ad una profondità di 25 centimetri.
 
Coltivatore Leonardo

Gli elementi sono tutti dotati di cilindro idraulico di carico con regolazione della pressione ad azoto.
Si può utilizzare un dispositivo di deposizione del concime sul fondo del solco lavorato; l’assolcatore del concime è regolabile in altezza indipendentemente dall’ancora dissodatrice, così da posizionare il concime alla giusta profondità. Tutte le regolazioni e impostazioni sono a comando rapido.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.481 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner