Trince semoventi, John Deere ascolta la voce dei clienti

In cinque modelli, la Serie 8000 raccoglie i consigli degli utilizzatori per diventare una serie innovativa, affidabile e confortevole

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

14247011282342h.jpg

Nuove trince semoventi Serie 8000 John Deere
Fonte foto: John Deere

Basata sulle solide fondamenta gettate dalla Serie 7000, le nuove trince semoventi John Deere Serie 8000 si presentano come una generazione di macchine innovativa e arricchita dalle migliorie apportate grazie anche alla "voce dei clienti".

La Serie 8000, declinata in cinque modelli di cui quattro disponibili in Italia, si caratterizza per la presenza del canale di raccolta standard su quattro modelli e del canale largo in una versione aggiuntiva ma anche per analisi e documentazione del raccolto all'avanguardia.
La progettazione innovativa di queste macchine garantisce affidabilità, trazione e comfort.
 
Modello Motore Note
8100 380 CV, motore John Deere da 9 litri non disponibile in Italia
8200 430 CV, motore John Deere da 9 litri  
8400 540 CV, motore John Deere da 13,5 litri  
8500 585 CV, motore John Deere da 13,5 litri  
8600 625 CV, motore John Deere da 13,5 litri a corpo largo

Motore, i vantaggi del posizionamento longitudinale
La configurazione longitudinale dei motori PSX PowerTech John Deere Stage IV migliora la visibilità posteriore in fase di riempimento del rimorchio e offre maggiore sicurezza durante le manovre.

Inoltre questa configurazione del motore, con l'aspirazione dell'aria dietro la cabina, assicura un flusso d'aria efficiente che raggiunge la parte posteriore della macchina riducendo i requisiti di raffreddamento.
Ulteriore risparmio di carburante deriva dall'utilizzo di componenti più leggeri con significativa riduzione del peso, dalla minore resistenza per il flusso di prodotto e dalle scatole ingranaggi con coppe a secco.
 

Un minore utilizzo di carburante viene raggiunto anche grazie al contributo del sistema di gestione del regime del motore, che adatta automaticamente il regime ai requisiti di potenza della trincia in base ai cambiamenti delle condizioni della strada e del campo.

Grazie alla configurazione longitudinale, i motori sono inoltre posizionati più in basso all'interno del telaio della trincia. Questo, a sua volta, abbassa il baricentro complessivo della macchina e migliora la stabilità di lavoro sui pendii ripidi o durante la guida ad alta velocità su strada.
 

 
Grazie alla nuova tecnologia di lubrificazione delle coppe a secco, la scatola ingranaggi angolare trasferisce energia ai sistemi di trasmissione con perdite di potenza minime.
Questa configurazione fa sì che ventola e componenti idraulici siano azionati direttamente a partire dal motore, senza bisogno di complessi sistemi di accoppiamento o cinghie e pulegge aggiuntive.

Nuove soluzioni per la testata
Le nuove soluzioni per la testata comprendono raccoglitori per erba da 3 a 4,5 metri e testate rotative Kemper da 6 a 9 metri di larghezza.

Sono disponibili, come opzioni, le testate per mais Kemper con sterzo automatico e/o sistema di controllo automatico. Inoltre, per la raccolta di colture intere John Deere offre ProfiCut620 Zürn, una soluzione per testate efficiente, pensata per l'insilato, che lascia stoppie pulite e basse.
 

Il nuovo gruppo di taglio universale è stato progettato per garantire prestazioni elevate e costanti a clienti con esigenze molto diverse tra loro, come i produttori di biogas e gli allevatori. A seconda dei requisiti specifici, i clienti possono scegliere tra configurazioni a 40, 48, 56 e 64 coltelli.

I gruppi di taglio DuraDrum John Deere rigidi sono stati riprogettati per fornire un flusso di raccolto migliore e richiedere meno interventi di regolazione.
La funzione AutoLOC - lunghezza di taglio automatica consente all'operatore di preselezionare con precisione la lunghezza di taglio sulla base delle condizioni effettive del foraggio.

Completamente riprogettato anche l'intero processore della Serie 8000 per una migliore frantumazione della granella e un'eccellente lavorazione dell'insilato di mais.
I dischi smussati del rompigranella multi-coltura KernelStar2 consentono un taglio più aggressivo e capace di frantumare tutti i chicchi, massimizzando il rilascio dell'amido e il contenuto di sostanze nutritive.
Il design a sospensione del rompi granella ne consente una rapida rimozione.
 

Installato sul tubo di lancio, HarvestLab, sviluppato e brevettato da Carl Zeiss, misura in tempo reale sostanza secca e costituenti del raccolto servendosi della tecnologia Nir - riflettenza nel vicino infrarosso - per calcolare il prodotto raccolto 17 volte al secondo.

Altra preziosa caratteristica della nuova Serie 8000 è Ads Twin Line, un sofisticato sistema di dosaggio degli additivi per insilato completamente integrato. Costituito da due serbatoi separati, uno da 30 litri per additivi concentrati posizionato di fianco alla cabina ed un altro da 300 litri sul retro della macchina, Ads Twin Line è uno strumento di gestione estremamente versatile.

Anche il comfort dell'operatore è stato migliorato grazie alla cabina con cristallo antiriflesso, connettività Bluetooth, ampio vano portaoggetti e il climatizzatore automatico regolabile dal CommandArm.

Tra le altre caratteristiche avanzate figurano un display GreenStar 2630 touchscreen e un pratico raggruppamento di tutte le funzioni nel CommandArm, nel Remote Display Access e in AutoTrac con RowSense.
 

Ridotta anche la manutenzione per effetto del sistema di lubrificazione automatica che elimina la necessità di eseguire l'ingrassaggio ogni giorno; inoltre, per pulire la griglia del radiatore è sufficiente estrarla e utilizzare il tubo ad aria compressa integrato.
I rivestimenti ad alto spessore in carburo di tungsteno sui coltelli e i componenti DuraLine, ad alta resistenza contro l'usura, prolungano in modo significativo la durata dei componenti principali, e molti dei cuscinetti heavy-duty installati nella macchina sono a tenuta stagna.

I pacchetti di assistenza FarmSight di John Deere offrono livelli alti di efficienza alle attività di raccolta di aziende agricole di grandi dimensioni e contoterzisti. Grazie alla tecnologia wireless JDLink e con l'autorizzazione del proprietario, i tecnici dell'assistenza dei prodotti del concessionario potranno controllare a distanza le prestazioni delle macchine in tempo reale, così da fornire consigli migliorativi dell'utilizzo e dell'efficienza.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.161 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner