Lombardia, 4 milioni per il credito in agricoltura

Risorse in più per il fondo regionale relativo all'agevolazioni finanziarie per le imprese agricole. Tranche di 2 milioni già nel 2016 e ulteriori 2 nel 2017

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

soldi-monete-euro-banconote-by-lukas-gojda-fotolia-750.jpeg

4 milioni per il credito agevolato in agricoltura in Lombardia
Fonte foto: © Lukas Gojda - Fotolia

La Lombardia incrementa il fondo regionale per le agevolazioni finanziarie alle imprese agricole per il credito di funzionamento con 4 milioni di euro. La giunta regionale lombarda ha infatti approvato una delibera proposta dall’assessore regionale all’Agricoltura Gianni Fava, con cui si aggiungono 2 milioni di euro sull’esercizio finanziario 2016 e 2 milioni sul 2017. L’aiuto può essere richiesto dalle imprese agricole operanti su tutto il territorio lombardo.

Con questo provvedimento interveniamo per sostenere il credito e il finanziamento alle imprese agricole in un momento particolarmente difficile per la filiera – sottolinea l’assessore Fava – Usiamo strumenti di finanza regionale per sostenere gli investimenti e il funzionamento delle imprese lombarde. Regione Lombardia è sempre attenta alle esigenza del comparto”.

Contestualmente la Giunta regionale ha approvato i criteri per la predisposizione del relativo bando per l’accesso al fondo regionale. L’aiuto consiste in un contributo in conto interessi pari al 2% nell’abbattimento del tasso di interesse applicato al prestito che la banca concede all’impresa agricola. L’importo minimo del finanziamento ammissibile al contributo interessi è stabilito in 20mila euro e il massimo in 100mila euro, con durata non inferiore a 24 mesi e non superiore a 5 anni.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.225 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner