Miele, accordo tra Conapi e Alce Nero

L’operazione riguarda l’acquisizione del ramo d’azienda legato al comparto miele: in particolare, i brand Mielizia, Cuor di Miele e le produzioni apistiche a marca del distributore

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

diego-pagani-presidente-conapi.jpg

Diego Pagani, presidente Conapi e apicoltore biologico

Conapi rimane nell’assetto societario di Alce Nero, marchio leader del biologico, con una quota del 12% e mantiene il ruolo di socio produttore per il miele e le composte.

Conapi rilancia puntando con decisione sul miele. Il Consorzio nazionale apicoltori, che riunisce oltre 600 soci apicoltori tra cui numerose cooperative e associazioni di produttori distribuite in tutta Italia, annuncia il closing dell’accordo siglato lo scorso 30 giugno per l’acquisizione da Alce Nero del ramo d’azienda che comprende i brand Mielizia e Cuor di Miele, riservato in esclusiva al gruppo Ecor NaturaSì,nonché tutte le produzioni a marca del distributore.

Conapi riacquista così le attività commerciali focalizzate sul proprio core business, mantenendo nel Gruppo, di cui fu tra i soci fondatori nel 2000, una quota del 12%, oltre al ruolo di socio produttore per il miele biologico e le composte di frutta bio a marchio Alce Nero.

L’acquisizione, che si inserisce in una precisa strategia di rafforzamento della propria posizione nel mercato nazionale ed internazionale dei prodotti apistici, è in piena sintonia con la mission del Consorzio che punta a valorizzare gli apicoltori soci e le loro produzioni – dal miele alla pappa reale, dal polline alla propoli – realizzate nel segno di un’agricoltura pulita, biologica di qualità erispettosa della biodiversità, a totale garanzia per il consumatore finale.

Grazie a questa operazione – afferma Diego Pagani, presidente Conapi e apicoltore biologico – intendiamo concentrare gli sforzi del Consorzio sul nostro business principale e sullo storico brand Mielizia, che ha contribuito a diffondere in Italia e nel mondo le qualità del miele italiano e in cui i nostri soci si identificano e riconoscono fortemente. Sarà, inoltre, un nostro impegno comunicare l’importanza delle nostre tecniche produttive rispettose dell’ambiente e delle api ed il valore nutraceutico e nutrizionale di tutti i nostri prodotti apistici”.

Nel prossimo triennio, infatti, il Consorzio ha in programma di investire il 10% del proprio fatturato in ricerca e sviluppo, nuovi impianti e attività commerciali e di marketing. In autunno è prevista la prima fase di rilancio del brand Mielizia con la presentazione di alcune novità di prodotto destinate ad arricchire la gamma di referenze già sul mercato.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.741 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner