L'introduzione di prodotti di origine naturale nelle strategie di difesa ha suscitato in questi ultimi anni un crescente interesse da parte di tecnici e agricoltori. Recentemente l'offerta di BASF in questo segmento si è arricchita con Serifel®fungicida a base di un ceppo esclusivo di Bacillus amyloliquefaciens (MBI600), attivo su diversi funghi patogeni e autorizzato per l'impiego in viticoltura e orticoltura, per il controllo di diverse patologie fungine. 


Oidio e marciume acido: nuovi campi di impiego su vite dal 2022

Dall'inizio del 2022, all'etichetta di Serifel® su vite da vino e da tavola, oltre alla botrite, si sono aggiunte altre due importanti malattia: oidio e marciume acido, allargando in questo modo le possibilità di impiego di questo formulato in viticoltura.

 

Serifel® fornisce il proprio contributo alla strategia di difesa della vite quando applicato in due precise fasi fenologiche: 

  • applicazioni in fioritura - inizio sviluppo frutti: contribuisce a difendere il grappolo dagli attacchi di oidio e botrite, riducendo l'insediamento di quest'ultima sui residui fiorali e prevenendo le infezioni dei diversi patogeni sugli organi in accrescimento;
  • applicazioni ad invaiatura/pre raccolta: riduce l'insediamento su grappolo della botrite e degli organismi responsabili del marciume acido, contribuendo alla sanità del grappolo alla raccolta e quindi all'ottenimento di uva di qualità superiore.

In entrambi i periodi è preferibile eseguire almeno 2 applicazioni consecutive di Serifel® per favorire l'insediamento e la colonizzazione degli organi vegetali da proteggere da parte del microrganismo.

 

serifel-vite-fonte-basf.png

 

Il meccanismo di azione di Serifel®

Serifel® contrasta l'insorgenza delle diverse patologie botrite attraverso tre modalità:

  • produzione di metaboliti (iturina e surfactina) tossici per i funghi patogeni;
  • competizione per lo spazio;
  • competizione per i nutrienti.

Questa modalità di azione multipla rende Serifel® un ottimo strumento per la costruzione di solide strategie antiresistenza.

 

Le caratteristiche uniche del ceppo MBI600

Specifici studi condotti in collaborazione con l'Università di Bari hanno dimostrato che il ceppo MBI600, esclusivo di Serifel®, è molto più attivo di Bacillus standard nella produzione di iturina e surfactina, metaboliti che interferiscono con le membrane cellulari dei funghi patogeni, causandone la distruzione delle cellule. 

 

Formulazione ottimizzata di elevata qualità

La formulazione di Serifel® contiene spore pure; questa caratteristica esclusiva lo rende efficace a basse dosi (0,5 kg/ha) e consente di ottenere una completa pulizia dei grappoli trattati. Inoltre, la tecnologia formulativa garantisce un'elevata purezza e costanza del formulato.

 

serifel-campagna-fonte-basf.jpg
Serifel® fornisce il proprio contributo alla strategia di difesa della vite