Comunicazioni delle società agrochimiche

Gli atti del XXI Forum di medicina vegetale - II Sessione: Comunicazioni delle società agrochimiche

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, le trovi nella sezione News Partner.

xxi forum medicina vegetale_tavolo.JPG

Bari, XXI Forum di medicina vegetale

La seconda sessione dell 21° Forum di medicina vegetale ha ospitato gli inerventi delle società di agrochimica.

Ha moderato Pasquale Montemurro dell'Università degli Studi di Bari e Consigliere Arptra -  Associazione regionale pugliese tecnici e ricercatori in agricoltura.

Massimo Benuzzi - Intrachem Bio Italia
'Nuove metodologie No Residue nella difesa del pomodoro: Helicovex e Bioact' (scarica il PDF)
Il Bioact contiene Paecilomyces lilacinus al 1x1010 conidi per grammo di prodotto, formulato su cristallo di glucosio sul quale vengono incollate le spore del fungo. E’ attivo contro uova e le forme mobili dei nematodi. La sperimentazione ha permesso di evidenziarne efficacia e attività nematocida se impiegati correttamente (trattamenti costantemente ripetuti nel tempo, ogni 3-6 settimane).
Helicovex è un bioinsetticida a base del virus HaNPV (7x1012) in forma nucleopoliedrovirus specifico contro l’Helicoverpa armigera (notua gialla del pomodoro) su pomodoro, melanzana, peperone, fagiolino, cucurbitacee e lattuga.

Michelangelo D'Alessandro - DowAgroSciences
'Spintor Fly: nuova soluzione biologica integrata per la lotta alia Bactrocera oleae edalla Ceratitis capitata' (scarica il PDF)
Spintor Fly è un’esca proteica-zuccherina “migliorata” pronta all’uso a base di spinosad (batterio actinomicete non geneticamente modificato) per il controllo di adulti di ditteri tefritidi (mosche) ammesso in agricoltura biologica dal 14 maggio 2008
Si usa o come esca, oppure attraverso irrorazione a bassa pressione in ragione di 1-1,2 litri/Ha di formulato, solo della metà delle piante in quanto dispone di un forte attrattivo. Vanno inoltre installate trappole per monitorare l’efficacia del trattamento che risulta risolutivo già dopo 2 applicazioni.
Si può usare per un massimo di 5 trattamenti all’anno su agrumi, olivo, kaki, fico, fico d’india e melograno ed è in fase di estensione di etichetta anche per pomacee, drupacee e noce.

Fabio Paci - Xeda Italia srl
'Botanigard SE*: nuova formulazione ed efficacia insetticida' (scarica il PDF)
Si tratta di una nuova formulazione dell’insetticida a base di Boaveria bassiana ad una elevata concentrazione del microrganismo (2,26x1010 spore vitali/g) e con formulazione SE con “sistema di trasporto colloidale” – STC – che protegge il fungo durante la conservazione (non richiede conservazione refrigerata) lo protegge durante l’uso (da fattori fisici e ambientali) e ne aumenta l’adesività.
La registrazione, su svariate colture orticole, floricole ed ornamentali, è specifica per il controllo , in particolare, di aleurodidi, tripidi, afidi e Tetranichus urticae.
Interessante la tabella di compatibilità con i fungicidi che possono essere direttamente miscelati (per gli altri è sufficiente sfasare l’intervento con Botanigard SE di circa 2 giorni).

Andrea Bergamaschi, Giovanni Vandini - Cerexagri srl
'L'innovazione formulativa alservizio dell'Ipm e degli agricoltori' (scarica il PDF)
La formulazione dei prodotti assume una particolare importanza nell’IPM in quanto permettono di massimizzare l’efficacia della molecola, migliorare la selettività, aumentare la compatibilità, ottenere una favorevole classificazione tossicologica, ottenere nuovi campi di impiego. Con questi obiettivi Cerexagri sta lavorando molto sulla formulazione dei propri prodotti: nel Polithiol, ad esempio, la presenza di particolari coformulanti permette all’olio minerale di assumere anche una azione di contenimento di alcuni funghi.
Con lo zolfo, grazie alla tecnologia Disperss è stato miscelato il tebuconazolo nel prodotto Tebuzol S Disperss, permettendo di incrementare notevolmente l’efficacia rispetto a miscele con analoghe sostanze attive.

Michele Capriotti - Basf Italia srl
'La tecnica della confusione sessuale in vigneto e frutteto con i Rak' (scarica il PDF)
RAK 1+2 è un diffusore erogatore utilizzabile per la difesa del vigneto da tigoletta e tignola con il metodo della confusione sessuale. Va usato attraverso un’unica applicazione prima dell’inizio del volo della prima generazione, distribuendo uniformemente gli erogatori in ragione di 500-700 per ettaro e monitorando con trappole a feromoni.
RAK 5+6 è un diffusore erogatore utilizzabile per la difesa con il metodo della confusione sessuale delle drupacee da cidia e anarsia. Anche in questo caso deve essere effettuata un’unica applicazione prima dell’inizio del volo della prima generazione del parassita da controllare, distribuendo uniformemente gli erogatori in ragione di 500 per ettaro per piante con altezza fino a 2.5-3 metri e di 700-900 per ettaro per piante di altezza superiore ai 3 metri.

Michele Pizzi - Isagro Italia
Giancarlo Chiot - Chemtura Italia
'Acramite: nuovo acaricida per la protezione delle colture orticole' (scarica il PDF)
Bifenazate è la nuova sostanza attiva ad azione acaricida della famiglia dei carbazati contenuta in ragione di 480 g/litro nel nuovo acaricida Acramite. Innocuo sui pronubi (Oibc), inserito in allegato 1 e con profilo ecotossicologico molto positivo, è un prodotto particolarmente efficace anche in presenza di popolazioni resistenti di acari ed eriofidi.
Prevista la registrazione su diverse orticole, su agrumi e pomacee mentre successivamente verrà esteso su pesco e nettarine.
Si tratta di un prodotto con un nuovo meccanismo di azione, breve intervallo pre-raccolta ed in grado di rispettare l’entomofauna utile (anche gli acari fitoseidi). 

Marco Resmini - Makhteshim Agan Italia
'Banjo: nuovi orizzonti nella difesa antibotritica della vite da vino' (scarica il PDF)
Banjo è un preparato a base Fluazinam a 500 g/l (Piridinammina) formulato in sospensione concentrata. Sostanza attiva multisito, fortemente resistente al dilavamento e acquistabile senza patentino, agisce per contatto legandosi alle cere dell’epidermide fogliare e risulta attivo contro peronospora della patata, ticchiolatura ed alternaria del melo e per il controllo della botrytis su vite da vino. La registrazione è attesa per gennaio e verrà venduto in confezione da 1 litro.
Verrà utilizzato in ragione di 1,5 litri per ettaro su vite ed è ideale per strategie botrytis/pernospora utilizzato assieme al Folpet. 

Pietro Querzola, Francesco Guastamacchla - R&D Sipcam
'Epik (a base di acetamiprid): non solo afidi...nuove acquisizioni nella difesa insetticida delle colture' (scarica il PDF)
Il neonicotinoide a base di Acetamiprid al 5% noto per il controllo di afidi di svariate colture ha subito interessanti estensioni di impiego con inserimento di miridi, cimici, cicaline, aleurodidi, psille, fillossera, tripidi, cavallette, diversi coleotteri, tentredini, liriomiza, minatori fogliari e piralidi. Oltre a quelle già presenti nella precedente etichetta (pomacee, drupaceee, solanacee, cucurbitacee, lattughe, cotone, tabacco, floreali ed ornamentali), ora Epik si può utilizzare anche su agrumi, zucchino, prezzemolo, cavoli, fagiolo, fagiolino, fava, patata, erba medica, colza, vivai piante madri di vite, colture portaseme.
L’estensione è stata ottenuta il 13 novembre 2009 mentre è in corso la richiesta di autorizzazione in circostanze eccezionali (art. 8, comma 3, DL n 194) per ‘uso contro il punteruolo delle palme. 

Michaela Sacchetti - Belchim Crop Protection
'Mildicut: evoluzione della difesa antiperonosporica della vite' (scarica il PDF)
Mildicut è un prodotto già conosciuto per la sua sistemia locale e per il suo specifico ed unico meccanismo di azione contro la peronospora della vite .
Le prove 2009 (su 15 campi demo da 1 ettaro) sono state specificatamente rivolte al controllo dei residui di Mildicut (cyazofamide) presenti sull’uva da tavola al momento della commercializzazione; nella maggioranza delle prove condotte i residui risultano inferiori al metodo di determinazione analitica (non rilevabile) e nei casi in cui i residui risultavano determinabili, sono sempre stati ampiamente sotto al limite di legge (da 4 a 10 volte inferiori). 

Alberto Pezza - Syngenta Crop Protection
'Emamectina: nuovo insetticida Syngenta per la lotta ai lepidotteri di numerose colture' (scarica il PDF)
Affirm è il nuovo insetticida a base di emamectina benzoato, una vermectina naturale caratterizzata da una altissima efficacia sui lepidotteri. E’ un prodotto efficace a dosi ridottissime di sostanza attiva per ettaro, agisce per contatto e ingestione con una costante efficacia sulle larve di tutte le età sulle quali blocca l’alimentazione nel giro di 1-4 ore e porta alla morte in 2-4 giorni.
Affirm viene rapidamente assorbito, è ben resistente al dilavamento e, per il sua particolare meccanismo di azione (attivatore del canale del cloro) assicura uno scarso rischio di insorgenza di resistenze ed è privo di classificazione tossicologica e ambientale.
Sarà disponibile per la prossima campagna per la difesa di melo, pero, pesco, albicocco, vite, pomodoro, peperone, melanzana, carciofo, fragola, fagiolo, fagiolino, cavoli, lattuga e simili (anche se gli usi essenziali per il controllo di carpocapsa di Melo e Pero sono già stati approvati alla commissione del 5/11/2009). 

Luigi Vergara - Du Pont de Nemours
'Cenni sulle novità di Du Pont nel 2010' (scarica il PDF)
Il Coragen, il nuovo prodotto ovicida, ovo-larvicida e larvicida a base di Rynaxypyr registrato dallo scorso aprile da Du Pont, nel 2010 otterrà estensioni su drupacee, vite, arancio, limone e mandarino, patata, mais, mais dolce, noce e nocciolo.
Verrà inoltre registrato il nuovo prodotto Altacor specificatamente studiato per orticoltura e registrato per pomodoro, peperone, melanzana, cetriolo, cetriolino, zucchino, melone, cocomero, zucca, lattuga e simili, cavoli, fagiolo e fagiolino.
Avaunt sarà invece un nuovo formulato insetticida a base di indoxacarb a 150 g/hl disponibile da fine 2010 mentre ci i sarà il ritorno del Lannate 20 SL e 25 WP grazie all’inclusione in annex 1 del 31-08-2009. 

Michele Curci - Bayer CropScience
'Oberon e Decis Energy: due soluzioni per la protezione da insetti ed acarinelle colture ortive' (scarica il PDF)
Bayer Cropscience è sempre più attenta a come viene percepita l’agricoltura dal consumatore e dai cittadini e sta promuovendo l’agricoltura italiana anche attraverso la collana Coltura&Cultura che, nel 2010, vedrà il lancio di tre nuovi volumi su carciofo, uva da tavola a pomodoro.
Per quanto riguarda i nuovi prodotti, il Decis Energy O-Teq (già registrato) sarà il nuovo prodotto a base di imidacloprid e deltametrina che permetterà di unire le caratteristiche di Decis e Confidor in una formulazione priva di solventi ma diluita in olio vegetale che ne migliora al contempo l’efficacia e la durata d’azione.
Oberon sarà invece un nuovo prodotto a base di spiromesifen (famiglia chimica acidi tetronici spirociclici) ad azione ovo-larvicida contro acari e aleurodidi per colture orticole in serra. 

Dario Sterzi - Gowan Italia SpA
'Strategie antiperonosporiche a confronto con linee di difesa basate sull'impiego di Electis®' (scarica il PDF)
Electis (zoxamide) è un prodotto con un meccanismo di azione unico nel settore della difesa antiperonosporica in quanto agisce direttamente sull’allungamento dei tuboli germinativi. Le prove condotte nel 2009 hanno permesso di evidenziare come il prodotto, legandosi alle cere epicuticolari, garantisca una elevata resistenza al dilavamento e garantisce un efficacia anche in caso di piogge prolungate dopo il trattamento.
Le ultime prove hanno inoltre evidenziato come il prodotto, utilizzato contro la peronospora, abbia avuto un effetto di contenimento anche nei confronti della Botritys.

Enzo Casulli, Arben Myrta - Certis Europe
'Funguran-OH 250SC: il nuovo idrossido di rame di Certis Europe' (scarica il PDF)
Le tendenze della normativa attuale è quella di ridurre il quantitativo di rame utilizzabile in agricoltura e l’obiettivo di Certis (assieme a Spiess-Urania, partner in questa iniziativa) è quella di aumentare l’efficacia del rame da idrossido in modo da ottenere una riduzione dei quantitativi necessari per ettaro.
Il prodotto, che verrà registrato ne primi mesi del 2010 avrà una formulazione innovativa, la garanzia di un rilascio costante e prolungato di ioni attivi, una maggiore finezza delle particelle rispetto a prodotti analoghi e la massima purezza della formulazione.
Sarà registrato su una ampia gamma di colture frutticole ed orticole, con intervalli di sicurezza particolarmente ridotti. 

 

Prosegui la lettura del reportage

 

Per informazioni:
Crsa 'Basile Caramia':
info@crsa.it; www.crsa.it
Europe Direct Puglia - University degli Studl dl Bari: europedirect@bcr.puglia.it; bcr.puglia.it/pem/europedirect.htm