Cresit e Forza, così si controlla la piralide del mais

SariafGowan propone una combinazione ideale tra un ovicida-larvicida e un adulticida-larvicida

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Gowan Italia.

cresit e forza.jpg

La piralide del mais può attaccare gli stocchi, le infiorescenze maschili e le pannocchie su cui le larve di seconda generazione compiono erosioni nelle cariossidi in fase di maturazione lattea o cerosa. Gli attacchi di piralide quindi, possono provocare ingenti perdite produttive (fino a 20 q.li/Ha) e uno scadimento qualitativo della granella.

Al fine di ottenere produzioni qualitativamente superiori, vanno considerati diversi parametri, fra cui spiccano per importanza commerciale: umidità alla raccolta, peso specifico e percentuale di granella spezzata. Inoltre, assumono particolare importanza parametri igienico-sanitari come la quantità di micotossine (Fumonisina B1, Fumonisina B2, Aflatossina B1, Ocratossina ecc.), causate dall'attività di funghi (Aspergillus spp, Fusarium spp, Penicillium spp) e lieviti che facilmente si insediano sulle pannocchie danneggiate dagli attacchi della piralide.

La presenza di micotossine oltre determinati limiti di legge impone la distruzione del prodotto. La soluzione a questa problematica è la miscela di un formulato ovicida-larvicida (Cresit® 0,5 lt/Ha.) con un formulato adulticida-larvicida (Forza® 0,7-0.8 kg/Ha.), aggiungendo alla miscela il bagnante Micro Drop (0,5 lt/Ha) e il fertilizzante fogliare Iper Mais (8-10 kg/Ha) per stimolare e prolungare l'attività fotosintetica e aumentare le rese in granella.

Il momento più indicato per intervenire è in seconda generazione, dall'inizio fino al picco del volo degli adulti monitorati con la trappola a feromoni Real Control (indicativamente da metà a fine luglio).

 

La strategia tecnica

• L'attività di Cresit® è molto elevata sulle uova di piralide.                                                            

• La persistenza d'azione di Cresit® è ottima e non è influenzata dalle alte temperature e dall'azione dilavante delle piogge o delle irrigazioni soprachioma.                                                      

• L'ampia finestra di impiego della miscela (15-20 giorni) permette di programmare al meglio l'attività degli operatori addetti all'esecuzione degli interventi.                                                             

• In caso di interventi posizionati verso la fine del volo, l'attività abbattente di Forza® nei confronti delle prime larve nate è superiore in quanto si trovano prevalentemente all'esterno della vegetazione trattata a cui, in ogni caso, si somma l'azione larvicida di Cresit®.

 

I vantaggi di Cresit® + Forza® 

• Incremento della resa in granella (fino a 20 q.li/Ha).

• Controllo della principale causa di insediamento dei funghi micotossigeni.

• Aumento qualitativo delle produzioni ottenute.

• Ampia finestra di impiego (15-20 giorni utili per trattare).

 

Per informazioni: SariafGowan - Via Morgagni, 68
48018 Faenza (RA)
Telefono: 0546 629911
Telefax: 0546 623943

Fonte: SariafGowan