John Deere: novità in arrivo e tanti upgrade per le mietitrebbie W, T, e S

Per il 2017, la casa costruttrice propone non solo una nuova testata che andrà ad ampliare la gamma 600 Premium Flow, ma anche macchine per la raccolta ora più funzionali

Valentina Andorlini di Valentina Andorlini

Contenuto promosso da John Deere Italiana
Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

img1357.jpg

Mietitrebbia T660i con testata 630X
Fonte foto: Agronotizie

Progettate per offrire efficienza, capacità, comfort e qualità, le mietitrebbie della Serie WT e S di John Deere sono state oggetto di modifiche per garantire all'operatore maggiori prestazioni. La casa costruttrice ha colto l'occasione per presentare su suolo tedesco, i primi di settembre, anche una nuova testata della gamma 600PF, oltre che mostrare i trattori della Serie 8R, 5G e 5R.

Mietitrebbie Serie W e T ora aggiornate
I miglioramenti effettuati sulle Serie W e T sono la dimostrazione dei continui investimenti per ottenere livelli più alti di prestazioni, riducendo i costi operativi.

Dal 2017 su tutte le mietitrebbie Serie W400, le barre di taglio 300R verranno sostituite con le testate 600R caratterizzate da un diametro più grande della coclea di ingresso e da piastre di alimentazione in acciaio inossidabile, offrendo alle macchine una capacità di alimentazione migliore.
 
Presente all'evento la mietitrebbia W440 con la testata 618R

La mietitrebbia W330, invece, presenta due nuove opzioni con lo scopo di migliorare il comfort dell'operatore e la produttività della macchina. Un sistema di comando dell'altezza a distanza consente all'operatore di memorizzare un'impostazione a fine campo e una posizione dell'altezza di taglio, mentre la seconda novità riguarda il controllo automatico della testata, assicurando che l'altezza della barra segua il profilo del terreno e che l'altezza di taglio sia più costante.
Mietitrebbia T660i con barra di taglio 630X

Grazie agli aggiornamenti nelle mieititrebbie W e T, le macchine sono ora più versatili, risulta semplice raggiungere le prestazioni massime e la tramoggia può essere scaricata fino a 125 litri al secondo. Inoltre, per la Serie T, si registra un +15 per cento di produttività nella raccolta di cereali a paglia.

Serie S, la regina dei campi
Per una raccolta a tempo di record ci pensa la Serie S, costituita dai modelli 660, 670, 680, 690. John Deere, che per l'evento ha mostrato dal vivo la mietitrebbia S660, ha illustrato alla stampa di settore gli upgrade che saranno a disposizione sulle macchine da raccolta a partire dalla stagione 2017.


Presente anche la mietitrebbia S660 con testata 640D

Tutte le nuove generazioni di mietitrebbie della Serie S presentano il nuovo cassoncino di pulizia DynaFlo Plus, incrementando così la produttività della mietitrebbia del 5 per cento. Inoltre la lunghezza del cassoncino leggero in alluminio è stata aumentata del 12 per cento, rendendolo uno dei più grandi disponibili ad oggi sul mercato.

Il volume dei residui è stato ridotto del 15 per cento per orzo, grano, colza e altri tipi di granella minuta e fino al 28 per cento per mais, girasole, soia e altri tipi di granella grossolana, ottenendo così un campione più pulito.
 
Nuovo cassoncino di pulizia DynaFlo Plus

Con la nuova opzione Active Terrain Adjustment (ATA) le perdite sui terreni in pendenza sono ridotte grazie alla regolazione automatica della velocità della ventola e della posizione del crivello superiore e inferiore, in funzione della pendenza del terreno. Durante la marcia in discesa la velocità della ventola aumenta ed il crivello superiore e quello inferiore si chiudono. Durante la marcia in salita, invece, il crivello superiore e quello inferiore si aprono, mentre la velocità della ventola rallenta. Con la regolazione attiva in base alla pendenza, si può ottenere fino al 30 per cento di produttività in più sui pendii fino a 10 gradi di inclinazione e si riduce fino al 50 per cento il prodotto di recupero in terreni in salita di 10 gradi.
 
Slide riassuntiva della nuova opzione ATA

Inoltre con l'inclinazione idraulica longitudinale della testata (HFAT), tutti i modelli della Serie S hanno aumentato fino al 20 per cento la velocità di raccolta in presenza di colture allettate, dato che l'operatore è in grado di regolare l'inclinazione della barra di taglio rispetto al terreno e migliorare così il flusso del prodotto. 
 
Slide sul sistema HFAT disponibile su tutti i modelli della Serie S

Al fine di risparmiare i consumi di carburante e di ridurre i tempi di trasferta del 30 per cento, sulle mietitrebbie S670S680 e S690, oltre che sui modelli T560, T670 e W660, sarà disponibile una velocità massima su strada di 40 chilometri orari con la gestione del regime del motore, sia nelle versioni gommate che in quelle cingolate. 

Nuova testata nella Serie 600 Premium Flow
Oltre alla presentazione delle mietitrebbie, è stata proposta anche la nuova testata Premium Flow 640PF che, per una maggiore capacità di alimentazione, presenta un'ampia coclea da 76 centimetri. Questa nuova barra di taglio completa la Serie 600PF e con una larghezza di taglio di 12,2 metri, risulta essere l'attrezzatura più lunga della gamma composta da altri sei modelli che, invece, presentano una larghezza di taglio dai 4,90 ai 10,70 metri.
 
Modelli delle testate di casa John Deere
 
La nuova testata versatile è in grado di alzarsi e abbassarsi di 100 millimetri per prevenire danni alla barra di taglio, oltre che per adattarsi perfettamente al profilo del terreno.
 
Testata 640D abbinata alla mietitrebbia S660

Infine, anche le testate specializzate della Serie 600D sono state rivisitate e gli upgrade si riscontrano nella nuova frizione: le prestazioni sono ora più elevate grazie alla migliorata trasmissione e al migliorato cilindro di alimentazione.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: macchine agricole attrezzature mietitrebbie

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 242.287 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner