Syngenta: utile operativo mantenuto, record per il flusso di cassa

Presentati i risultati annuali 2010. Parole d'ordine per il futuro: integrare, innovare, superare le aspettative

Contenuto promosso da Syngenta Italia, Syngenta Italia :: Syngenta Italia - Seeds
Questo articolo è stato pubblicato oltre 10 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Syngenta Italia.

syngenta-company-profile.jpg

Syngenta: presentati i risultati annuali 2010

"La forte crescita dei volumi a partire dal secondo trimestre del 2010 ha più che compensato l'effetto della riduzione dei prezzi dei prodotti di Crop Protection e ha evidenziato un costante aumento della domanda nel nostro settore. Il risultato di fine anno mette in luce un incremento della profittabilità di Seeds, grazie a un sempre maggior riconoscimento da parte della clientela della superiorità e dell'ampiezza della nostra tecnologia".
Lo ha dichiarato Mike Mack, chief executive officer di Syngenta nel corso della presentazione dei risultati finanziari 2010 a Basilea.

"Le vendite, attestate nel 2010 a 11,6 miliardi di dollari, sono quasi raddoppiate a partire dalla creazione di Syngenta dieci anni fa - ha proseguito Mack -. La crescita globale di Crop Protection e Seeds si è accompagnata a un importante incremento della profittabilità, con un margine Ebitda del 21,5 %, in crescita rispetto al 17,8 % registrato nel 2001. L'azienda ha prodotto con continuità un rilevante 'free cash flow', generando un fatturato record di 1,1 miliardi di dollari nel 2010. Questa espansione ci permette di prevedere un notevole incremento dei dividendi e di prevedere un nuovo piano di riacquisto di azioni nel 2011".

"Il successo che abbiamo ottenuto nel corso di questi ultimi dieci anni è frutto di un ampio portfolio e di un approccio dedicato all'agricoltura. Come risultato, oggi abbiamo raggiunto una capacità unica di rispondere alle sempre più difficili sfide che gli agricoltori devono affrontare, sviluppando un'offerta completamente integrata su scala mondiale e per coltura - ha concluso il chief di Syngenta -. Questa offerta ci permetterà di rafforzare la nostra presenza sul mercato, ma anche di migliorare l'efficacia, proponendo tecnologie rivoluzionarie che permetteranno la nascita di nuovi prodotti e l'implementazione di soluzioni e strategie locali di go-to-market. Il nostro obiettivo è di creare del valore aggiunto per i nostri azionisti, ma anche per i nostri partner e per gli agricoltori. In questo modo, continueremo a contribuire al miglioramento della sicurezza alimentare nel mondo".

 

Vendite a 11,6 miliardi di dollari

• + 6%; + 4% a tasso di cambio costante (Tcc)

Le vendite a tasso di cambio costante (Tcc) sono cresciute del 4 %. Le vendite riportate sono aumentate del 6 %. Le vendite di Crop Protection sono cresciute del 3 % (Tcc), con una crescita del 9% in volumi che ha più che compensato la riduzione dei prezzi. Le vendite di Seeds sono aumentate dell'8% a prezzi costanti.

 

Crop Protection: volumi in aumento, prezzi in calo

• Vendite a 8,9 mld di dollari. +3%

• Volumi +9%, prezzi -6%

La crescita dei volumi di Syngenta Crop Protection ha subito un'accelerazione a parte dal secondo trimestre, con una forte stagione in America Latina e un'eccellente performance in Asia-Pacifico. Per quanto riguarda i prezzi, dopo due anni di aumenti, il trend si è invertito. Questa situazione è perdurata anche nell'arco del secondo semestre, durante il quale il tasso di riduzione è tuttavia rallentato; i prezzi sono comunque rimasti più alti rispetto al loro livello di tre anni fa. La vendita dei nuovi prodotti ha raggiunto i 402 milioni di euro.

 

Seeds

• Vendite a 2,8 mld di dollari, +8%

• Volumi +8%, a prezzi costanti

Dopo la correzione dell'impatto delle prevendite nel quarto trimestre 2009, le vendite sono aumentate del 14%. I volumi sono cresciuti in tutte le regioni e le linee di prodotto. Nel mais e nella soia l'incremento della penetrazione della combinazione tripla e il miglioramento delle performance del germoplasma nel mercato americano del mais hanno portato all'incremento del margine lordo.

 

Margine Ebitda 21,5%

• Ebitda a 2,5 mld di dollari, +3% (Tcc)

• Ebitda Crop Protection a 2,2 mld di dollari (2009: 2,3 mld di dollari)

• Ebitda Seeds a 357 mln di dollari (2009: 256 mln di dollari)

L'Ebitda è aumentato del 3% (Tcc) a 2,5 miliardi di dollari; il margine è stato pari a 21,5%, rispetto al 22,1% nel 2009. Il margine lordo è incrementato leggermente a seguito del miglioramento del portfolio di Seeds che si è anche riflesso in un margine Ebitda di Seeds significativamente più alto (12,7%). In Crop Protection, la profittabilità è stata influenzata da prezzi più bassi e da costi operativi più alti correlati agli investimenti in essere, in particolare nei mercati emergenti (margine Ebitda Crop Protection 24,7%).

 

Utile per azione in aumento

• Utile per azione a 16,44%, +2%

Al netto dei costi per ristrutturazioni e deprezzamenti, l'utile per azione è aumentato del 2% a 16,44 dollari. Includendo i costi per ristrutturazioni e deprezzamenti, l'utile per azione è stato di 14,99 dollari (2009: 15,01 dollari).

 

Situazione finanziaria: cash flow da record

• Flusso di cassa di 1,1 mld di dollari

• Rapporto debito/capitale netto del 20%

• Ritorno sul capitale investito al 23%

Il capitale d'esercizio medio, espresso come percentuale di vendite, è diminuito al 39%, rispetto al 42% del 2009. Una forte crescita della domanda nel secondo semestre dell'anno ha permesso di ridurre gli stock e un contesto favorevole ha spinto i clienti a ridurre le dilazioni di pagamento. Questo ha permesso di realizzare un flusso di cassa record. Il rapporto tra debito e capitale netto è stato del 20%. Il ritorno sul capitale investito al 23% supera ancora una volta l'obiettivo del 20%.

 

Dividendo e riacquisto di azioni

• Ritorno totale pianificato di circa 850 mln di dollari

• Proposto aumento del dividendo a 7,00 CHF, +17%

Il ritorno totale agli azionisti nel 2010 è stato di 723 milioni di dollari, comprensivo di un dividendo pagato di 523 milioni di dollari e un riacquisto di azioni di 200 milioni di dollari. Il cConsiglio di amministrazione proporrà un incremento del dividendo a 7,00 franchi svizzeri per azione rispetto ai 6,00 del 2009 (+17%). In aggiunta, la società intende riacquistare azioni nel 2011 per un ammontare pianificato di 200 milioni di dollari, dando un ritorno totale agli azionisti di circa 850 milioni di dollari.

 

Prospettive e strategie per il 2011

Syngenta farà leva sulla combinazione delle forze dei business Crop Protection e Seeds per sviluppare un'offerta completamente integrata su scala mondiale, basata su tre obiettivi.

 

• Integrare

Le attività commerciali di Crop Protection e Seeds saranno completamente integrate entro la fine del 2012, forti del successo ottenuto dal piano di integrazione già introdotto in alcuni Paesi come il Brasile e l'Italia. L'integrazione commerciale porterà a una riduzione dei costi di circa 150 milioni di dollari entro il 2015. Questo, unito a ulteriori risparmi su acquisti e sulla gestione della supply chain comporterà una riduzione dei costi, su base annuale, di circa 650 milioni di dollari a partire dal 2015.

 

• Innovare

Syngenta svilupperà estensivamente un portfolio prodotti per le diverse colture, unendo le attività di R&D di Crop Protection e Seeds per generare soluzioni genetiche e chimiche combinate. Continuerà a creare nuovi mercati, come sta già facendo con PleneTM in Brasile e con il lancio del programma integrato per il riso TegraTM, in Asia. Svilupperà nuove strategie di go-to market, sfruttando in particolare la propria capacità di attrarre nuovi clienti nei mercati emergenti. Cercherà di creare partnership e collaborazioni ad alto valore aggiunto.

 

• Superare le aspettative

Lo scopo è di guadagnare in media lo 0,5% di quota di mercato ogni anno, tenendo in considerazione tutti i segmenti, nel corso dei prossimi cinque anni. Syngenta si propone di raggiungere un margine Ebitda consolidato del 22-24% entro il 2015. Vuole inoltre continuare a offrire un cash flow di ritorno sul capitale investito superiore al 12% r incrementare costantemente i dividendi. Realizzerà inoltre dei riacquisti tattici di azioni.

 

Quanto alle previsioni per il futuro, "in questo inizio d'anno ci aspettiamo che l'aumento delle quote di mercato e un'espansione nei mercati emergenti supporteranno i volumi durante il periodo di implementazione della nuova strategia commerciale - ha affermato Mack -. Integrando totalmente Crop Protection e Seeds con un approccio globale per ogni coltura, e mettendoci nell'ottica degli agricoltori, potremo creare valore aggiunto e nuove opportunità commerciali.

Guardando al futuro, confidiamo che la nostra strategia ci permetterà di superare le performance del mercato in maniera continuativa garantendo la crescita dei ritorni, così come testimoniano i nostri obiettivi in termini di crescita delle quote di mercato, di incremento del margine Ebitda e di ritorno sugli investimenti. Inoltre, la qualità del nostro bilancio ci permetterà di riconfermare il nostro record di ritorno agli azionisti e di continuare ad investire nei segmenti in forte crescita".

Scarica il documento completo 'I risultati finanziari 2010'