Campo demo, controllo di Sorghum halepense in mais e soia

RIMANDATO AL 18 GIUGNO - si terrà a Liscate (Mi) all'azienda agricola La Madonnina di Renato Bellaviti

sorghum-halepense-by-vili45-adobe-stock-750x497.jpeg

Il controllo di Sorghum halepense è al centro dell'edizione 2019 di Campo demo
Fonte foto: Illustrazione: Hans Prinsen

Nuovo appuntamento con Campo demo. La sesta edizione dell'evento, organizzata da Agricola 2000 e il Disafa dell'Università di Torino in collaborazione con Image Lineè in agenda il 6 giugno 2019 è stato rimandato al 18 giugno 2019 (in caso di maltempo sarà posticipato al 21 giugno 2019) all'azienda agricola La Madonnina di Renato Bellaviti a Liscate (Mi).

Il campo sperimentale è finalizzato alla divulgazione e all'approfondimento delle tematiche riguardanti il diserbo delle principali colture agrarie e quest'anno l'accento sarà posto sul controllo di Sorghum halepense in mais e in soia e sull'impiego dei "prodotti ad azione specifica" (Dl n°75/Aprile 2010, Allegato 6) come fertilizzanti e biostimolanti nelle miscele erbicide. Saranno inoltre approfondite le principali strategie di diserbo in mais, con un'attenzione particolare ai diserbi di post-emergenza precoce, e in soia.

Nel corso dell'iniziativa sarà inoltre possibile visitare il Campo vetrina, tradizionale appuntamento con le proposte innovative di diserbo presentate dalle principali società agrochimiche. Parteciperanno all'evento tecnici, agronomi, imprenditori agricoli, giornalisti di settore, ma anche rappresentanti del Servizio fitosanitario di Regione Lombardia.

risultati delle sperimentazioni saranno pubblicati su diverse riviste del settore e saranno inoltre presentati al convegno Campo demo in programma per l'inizio del 2020.

Come già avvenuto nel 2018, la prova sperimentale su mais sarà replicata in Piemonte, all'azienda agricola dell'Istituto Podere Pignatelli (mappa), il giorno 31 maggio 2019 o in alternativa il giorno 3 giugno 2019.

Per gli aggiornamenti sulle attività di Campo demo 2019 è possibile consultare il sito.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.525 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner