La gestione di Ralstosnia solanacearum su pomodoro e patata

Mercoledì 28 febbraio 2018 a Parma si terrà un seminario tecnico organizzato dal Consorizo fitosanitario provinciale di Parma e quello di Piacenza, dalla Regione Emilia Romagna e dal Servizio fitosanitario regionale

pomodori-lunghi-pianta-by-mi-ti-fotolia.jpg

Presso l'hotel Parma e Congressi in Via Emilia Ovest 281/A (Pr)
Fonte foto: © Mi-ti - Fotolia

Mercoledì 28 febbraio 2018 presso l'hotel Parma e Congressi, Via Emilia Ovest a Parma (Sala Verdi), si terrà un seminario tecnico relativo alla gestione di un nuovo organismo nocivo da quarantena che è stato ritrovato nel 2017 in alcuni appezzamenti di pomodoro da industria anche in provincia di Parma.

L'incontro, dal titolo "Gestione di Ralstonia solanacearum su pomodoro e patata", è organizzato dal Consorzio fitosanitario provinciale di Parma e quello di Piacenza, dalla Regione Emilia Romagna e dal Servizio fitosanitario regionale.

I presidenti dei due consorzi, Luigi Montali e Matteo Cattivelli, apriranno i lavori alle ore 10 per poi lasciare la parola all'assessore all'Agricoltura Simona Caselli che introdurrà i lavori.

Successivamente si alterneranno le relazioni tecniche. La prima riguarda la Ralstonia solanacearum tenuta da Stefano Boncompagni del Servizio fitosanitario regionale. Si parlerà poi della situazione nel 2017 in Emilia Romagna con gli interventi del Sfr, in collaborazione con il Consorzio fitosanitario di Parma. Sempre tenuto dal Servizio regionale, Franco Finelli illustrerà la programmazione delle attività per il 2018.

Il seminario terminerà con gli interventi degli interlocutori interessati: Oi pomodoro da industria Nord Italia, Anicav e l'Organizzazione dei produttori di patata e pomodoro.

Scarica il programma dettagliato
Per informazioni: Consorzio fitosanitario provinciale Parma tel. 0521/292910, Consorzio fitosanitario provinciale Piacenza tel 0523/571245

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.123 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner