Toscana, ultimi giorni per le manifestazioni di interesse sull'agricoltura di precisione

Scade il 10 settembre prossimo il termine per presentare le domande per chiedere di aderire alla nuova Comunità della pratica prevista da Ente terre regionali toscane, Artea e regione. All'interno il bando e la modulistica

agricoltura-digitale-smartphone-internet-by-theerapong-fotolia-750.jpeg

Agricoltura di precisione, la Toscana cerca partecipanti per un progetto regionale
Fonte foto: © Theerapong - Fotolia

Scadrà tra pochi giorni il termine per presentare le manifestazioni di interesse per partecipare alla costituzione di una Comunità della pratica (Cop) sul tema dell'agricoltura di precisione e della digitalizzazione del settore agricolo e agroalimentare.

La realizzazione di una comunità sull'agricoltura di precisione prevede l'adesione ad un accordo di collaborazione che definirà la gestione dei rapporti, le regole e gli impegni dei partecipanti all'interno della Comunità della pratica, da sottoscrivere a seguito della selezione prevista dall'avviso.

L'obiettivo è favorire lo sviluppo dell'agricoltura di precisione a sostegno dell'innovazione e della sostenibilità ambientale nel settore agricolo, agroalimentare e forestale.

Così, su mandato delle regione, Ente terre regionali toscane, in collaborazione con Artea, ha pubblicato un avviso pubblico per raccogliere segnalazioni d'interesse per la costituzione di una Cop.

L'agricoltura di precisione consente di conseguire nelle colture di pieno campo un abbattimento dei costi pari ad almeno il 20% e una riduzione nell'uso di fitofarmaci dal 50% fino a punte del 70%. Una gestione del suolo oculata, come quella resa possibile dall'agricoltura di precisione, può inoltre ridurre l'erosione e il compattamento realizzando l'obiettivo della conservazione del suolo.

Per andare in questa direzione la Regione Toscana si è già mossa nell'ambito del progetto comunitario Nefertiti, di cui è partner, e sviluppando attività di trasferimento dell'innovazione in agricoltura attraverso la formula delle DemoFarm, aziende agricole che mostrano modelli innovativi realmente applicati.

In questo contesto, Ente terre regionali toscane ha già avviato un processo di strutturazione delle Tenute agricole regionali di Alberese e di Cesa e recentemente della Tenuta di Suvignano, per orientare le attività delle aziende verso la funzione dimostrativa di soluzioni produttive sostenibili, di ricerca e di conservazione e promozione della agrobiodiversità.

Le Tenute di Alberese e Cesa sono già dotate di un software gestionale avanzato interconnesso con i dati satellitari, meteorologici, pedologici e fenologici che permettono di creare una infrastruttura tecnologica necessaria ad ospitare prove e sperimentazioni nell'ambito della agricoltura di precisione.

Le manifestazioni di interesse devo essere inviate entro il 10 settembre 2019 tramite Pec all'indirizzo: terre.regionali@postacert.toscana.it indicando nell'oggetto: 'Segnalazione di interesse - Comunità della pratica' usando l'apposito modulo di domanda.

Per maggiori informazioni e dettagli si rimanda al bando completo o è possibile contattare Alessandra Gemmiti della Regione Toscana al numero 055 4385281 o all'indirizzo alessandra.gemmiti@regione.toscana.it o Luigi Fabbrini dell'Ente terre regionali toscane al numero 0575 842579 o via e-mail a luigi.fabbrini@regione.toscana.it

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.868 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner