Campania, lanciata la vespa samurai in tre province

L'iniziativa rientra nel Piano nazionale per il contrasto della cimice asiatica. Per i rilasci dell'agente di controllo biologico scelti tredici siti tra Caserta, Napoli ed Avellino dove era stato segnalato il fitofago. Le aree coincidono con quelle di maggiore insediamento del nocciolo

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

vaspa-samurai-by-oregon-state-university-jpg.jpg

Scelti corridoi ecologici e aree verdi urbane come la Reggia di Caserta
Fonte foto: Oregon State University - Wikipedia

Anche in Campania ci si attrezza per la lotta alla cimice asiatica mediante l'introduzione del suo antagonista naturale: la vespa samurai. Infatti, il 27 luglio 2021 sono iniziati anche in questa regione i lanci di Trissolcus japonicus (vespa samurai), quale agente di controllo biologico del fitofago Halyomorpha halys (cimice asiatica). Lo ha comunicato il Servizio fitosanitario centrale della Regione Campania, che sottolinea anche come "I lanci sono avvenuti dopo la comunicazione del ministero della Transizione ecologica numero 81759 del 26 luglio 2021".

Il rilascio della vespa samurai, come previsto dal decreto del Mite numero 31358 del 25 marzo 2021, è autorizzato solo ed esclusivamente all'interno del territorio di competenza della regione, e nei siti specificati nella richiesta di autorizzazione. In Campania - ad una prima analisi dei siti prescelti - si è puntato soprattutto sulle zone a noccioleto, dove la cimice asiatica ha sortito fino ad ora i maggiori danni ed è stata comunque segnalata, e pertanto sarà più facile osservare gli eventuali benefici derivanti dall'introduzione del parassitoide.

L'iniziativa, che rientra nel Programma d'azione nazionale per il contrasto della cimice asiatica è svolta dal Servizio fitosanitario regionale della Campania in collaborazione con il Cnr, Istituto per la protezione sostenibile delle piante di Portici (Napoli), struttura scientifica di supporto. L'immissione di Trissolcus japonicus è effettuata in 13 siti nei quali è stata accertata la presenza di cimice asiatica a seguito di specifici monitoraggi effettuati durante il triennio 2018-2020 e nell'anno in corso e la cui ubicazione, scelta per massimizzare l'insediamento dell'agente di controllo, ricade sia in aree agricole che in aree verdi urbane.

I siti dei comprensori agricoli selezionati sono rappresentati da aree di vegetazione spontanea (corridoi ecologici), ubicate in prossimità di specie da frutto suscettibili all'attacco di Halyomorpha halys, e caratterizzate da una flora in grado di ospitare una popolazione stabile di cimice asiatica.

Ecco dove sono stati effettuati i rilasci di vespa samurai:
  • provincia di Avellino: lungo tre corridoi ecologici nei comuni di Aiello del Sabato, Ospedaletto d'Alpinolo, Sperone, aree a forte vocazione corilifera;
  • provincia di Caserta: in 5 corridoi ecologici nei comuni di Presenzano (due siti) e Teano (tre siti); oltre ad una area verde individuata nel comune di Caserta (Parco della Reggia vanvitelliana). I siti di Teano, in particolare, rispondono ad aree dove sono insediati importanti noccioleti;
  • provincia di Napoli: sono quattro i corridoi ecologici nei comuni di Cimitile, Sant'Anastasia, San Vitaliano e Visciano, tutti a vocazione corilifera.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Regione Campania

Autore:

Tag: difesa fitosanitari cimice asiatica vespa samurai

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 264.025 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner