Mach: estetica, efficienza e tecnologia insieme

Vista in anteprima lo scorso 2 ottobre, la nuova gamma Lamborgini in tre modelli da 210, 230 e 250 cavalli, sarà presentata al pubblico ad Agritechnica 2013

Michela Lugli di Michela Lugli

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

mach-250.jpg

Lamborghini Mach 250 T4i VRT
Fonte foto: Agronotizie

New entry per la gamma di potenze da 200 a 250 cavalli di Lamborghini, il nuovo Mach dallo stile firmato Giugiaro Design rigorosamente bianco, incarna i caratteri di stile, appeal, innovazione tecnologica, efficenza e attenzione al dettaglio nei quali si identifica il brand di casa Same Deutz-Fahr.

Composta da tre modelli da 210, 230 e 250 cavalli, la gamma dei nuovi Lamborghini Mach visti per la prima volta lo scorso 2 ottobre durante la conferenza stampa presso l'azienda Fontanafredda di Serralunga D'alba, sono motorizzati Deutz TCD 6.1 L06. Un motore emissionato Tier 4i grazie al sistema SCR con ADBlue, sei cilindri, 4 valvole per cilindro, iniettore posizionato al centro, turbocompressore con intercooler e valvola wastegate, capace di sviluppare con power boost fino a 263 cavalli di potenza massima.
L'impianto di iniezione ad alta pressione Deutz Common Rail con controllo elettronico integrato, lavora fino a 2.000 bar di pressione.


Nuovo Mach 250 T4i in versione VRT visto nella tenuta Fontanafredda

La trasmissione ZF Smatic S249 può essere a variazione continua VRT-Variable Ratio Trasmission con velocità infinite in un range compreso tra 0 e 60 chilometri orari - dove consentito, con cambio a 4 gamme sotto carico o Full Powershift.
La velocità massima di 60 chilometri orari è raggiungibile, dove consentito, solo con la versione VRT. I 50 chilometri orari richiedono 1.750 giri al minuto oppure, con l’opzione HD, 2.050 giri al minuto e 1.750 giri al minuto per la velocità di 40 chilometri orari, consentita in Italia.
Le tre modalità di guida automatica, manuale e PTO insieme all'inversore idraulico con SmartWheel che consente al conducente di adattare la reattività del cambio di direzione alla situazione di lavoro, garantiscono la possibilità di personalizzare rapidamente le operazioni in campo. 



Cabina MaxiVision. Fonte: SDF


Il nuovo bracciolo multifunzione alloggiato nella cabina MaxiVision, anch'essa nuova e dotata di cruscotto retroilluminato, raggruppa gli elementi di comando per area funzionale ciascuna caratterizzata per colore. In particolare i comandi relativi al controllo di motore, guida, funzioni PTO e idraulica sono concentrati nel bracciolo dotato di nuovo joystick ergonomico.
Le sospensioni della cabina sono meccaniche e su richiesta pneumatiche. Optional l'i-Monitor 2.0 touchscreen da 12.8 pollici e il sistema di guida Gps Agrosky.


Nuovo bracciolo Mach 250 T4i TTV. Fonte: SDF

Nuovo l'impianto idraulico a centro aperto o chiuso a portata variabile la cui dotazione di base prevede una pompa per l’idroguida e i circuiti ausiliari da 44 litri al minuto e una pompa Load Sensing da 120 litri al minuto con quattro distributori a doppio effetto controllati elettronicamente con attacco Power-Beyond.
Optional è possibile, nelle versioni VRT, incrementare la portata con una pompa da 160 litri al minuto e aumentare fino a sette i distributori. Sempre a richiesta è possibile installare due ulteriori distributori anteriori a doppio effetto. Di serie il sollevatore posteriore elettronico la cui capacità di sollevamento massima in corrispondenza delle estremità di aggancio rapido dei bracci posteriori è di 10.000 chili. Optional il sollevatore anteriore con capacità pari a 4.500 chili.
La presa di forza è a quattro velocità, 540, 540E, 1000 e 100E.




Dotato di serie di sistema servofreno PowerBrake, sistema EPB di stazionamento elettronico che facilita le operazioni di inserimento e disinserimento del freno a mano e di frenatura integrale sulle quattro ruote, il pacchetto freni del nuovo Mach Lamborghini vanta la funzione Power Zero che permette di arrestare il trattore senza agire sul pedale del freno e di ripartire con il semplice impiego dell'acceleratore.
In quanto a dimensioni, il passo è di 2817 millimetri, la lunghezza massima con stegoli arriva a  4.97 metri, l'altezza massima della cabina è di 3.15 metri  e la carreggiata minima e massima sono pari a 2.5 e 2.73 metri. Il peso varia dalle 7.7 e 8.58 tonnellate minime e massime del 210 VRT, fino alle 8.2 e 9.1 tonnellate del 230 VRT e del top di gamma 250 VRT.


Mach 250 T4i in campo. Fonte: SDF

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.843 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner