Sagea, l'innovazione in agricoltura ha sede ad Alba

Inaugurata la nuova sede del Centro di saggio a Castagnito d'Alba (Cn). Al convegno, organizzato per l'occasione, presenti anche Paolo De Castro, Mariangela Ciampitti, Vittorio Rossi e Andrea Minuto

taglio-del-nastro-sagea-castagnito-d-alba-2018.jpg

Il taglio del nastro della nuova sede

Crescita e diversificazione. Sono queste le parole chiave della riorganizzazione di Sagea Centro di saggio a Castagnito d'Alba (Cn), che ha visto lo scorso 9 novembre l'inaugurazione della nuova sede su una superficie di 2.500 metri quadri dove sono stati allestiti laboratori, uffici, magazzini e serre. Attualmente Sagea conta sei sedi in Italia e sette in paesi esteri (Serbia, Bulgaria, Spagna e Portogallo) e su uno staff di oltre cento professionisti con differenti percorsi di studio e di fromazione come agronomi, biotecnologi, biologi e chimici.

L'evento è stato inoltre occasione per parlare di innovazione in agricoltura nell'ambito dell'Unione europea: è stato infatti organizzato un convegno nella sala convegni del Palazzo Banca d'Alba, al quale hanno partecipato Paolo De Castro, Mariangela Ciampitti di Ersaf, Regione Lombardia, Vittorio Rossi di Unicatt Piacenza e Andrea Minuto di Cersaa, Albenga, oltre a rappresentanti di enti ufficiali, di aziende del settore e del mondo della ricerca, anche a livello internazionale.

Il presidente di Sagea Centro di saggio, Davide Ferrari, ha illustrato ai presenti l'evoluzione del ruolo dei centri di saggio nell'ambito del panorama europeo della sperimentazione in agricoltura e, ricapitolando la storia dello sviluppo di Sagea, ha evidenziato la capacità della società di interpretare con successo questa dinamica, intercettando le emergenti necessità del settore.

In seguito, gli ospiti dell'incontro si sono trasferiti nella sede di Sagea per il taglio del nastro alla presenza delle autorità locali e della gran parte del personale del Centro di saggio, giunto per l'occorrenza anche dalle sedi italiane ed estere. I responsabili dei vari settori di attività di Sagea hanno poi guidato i partecipanti attraverso i nuovi laboratori e le strutture del Centro di saggio, illustrando i servizi offerti come lo sviluppo di mezzi tenici per l'agricoltura, la realizzazione di prove varietali sulle principali colture agrarie estensive, la conduzione di studi in buone pratiche di laboratorio e di studi ecotossicologici, oltre alle valutazioni dei prodotti biocidi.

 
Il team di Sagea

Il team di Sagea
© Sagea

 

Sagea, ventanni di ricerca per l'agricoltura

Costituita ventanni fa, la società privata di ricerca e sperimentazione in agricoltura è oggi attiva nel settore a livello europeo, oltre che nazionale.

I fondatori di Sagea già negli anni novanta hanno intuito le potenzialità di questo settore e il ruolo fondamentale dei centri di saggio nel creare soluzioni innovative per il comparto primario, soprattutto nella difesa delle colture.

Oggi, l'importanza del settore è confermata anche dal quadro normativo europeo: l'attività di registrazione dei prodotti fitosanitari è infatti complessa e, in termini di sicurezza, è richiesta la realizzazione di studi. Per questo le aziende si rivolgono sempre più spesso a società specializzate come Sagea che, con un approccio multidisciplinare, offre servizi quali prove di efficacia ai test ecotossicologici, studi sui residui delle colture e dei processati e la valutazione del destino dei prodotti nell'ambiente.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.653 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner