Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Eradicoat, l'insetticida "Biorazionale" di Certis

Presentato a Cervia il nuovo insetticida/acaricida a base del polisaccaride Maltodestrina

Ivano Valmori di Ivano Valmori

Info aziende
cataloghi-certis-bio-fonte-certis.jpg

Dal 2018 Certis ha anche un catalogo specifico per il settore Bio

Sempre più attenzione al bio e alle richieste di agricoltori e mercato: questi i fondamenti della strategia Certis, la multinazionale nipponica con forte esperienza nello sviluppo, nelle registrazioni e nel marketing dei prodotti "biorazionali".
Lo ha confermato Michele Antonucci, country manager di Certis Europe all'incontro di lancio del nuovo insetticida acaricida Eradicoat.
Antonucci presenta Certis come "una società giovane e dinamica, altamente adattabile e competitiva, inserita in settori chiave di mercato ed in grado (anche grazie alla recente fusione con Spiess-Urania Chemicals e la joint venture con Efthymiadis) di garantire la copertura del mercato europeo pari al 92%".

Certis è strutturata in sei "portfolio team": Biorational (che include anche il settore orticoltura), trees & vines, cleanStart, arable, potato e seed treatment.
 

Certis è "Biorational"

Molta attenzione per il "portfolio team" definito "Biorational" che include prodotti fitosanitari a base di sostanze attive di origine naturale che portano benefici a piante, persone e ambiente. Questi sono fattori di crescente importanza per le produzioni nella difesa integrate e soddisfano le richieste delle filiere agroalimentari.

In base ad una elaborazione presentata durante l'incontro di Cervia, Certis punta ad ottenere il 25% del fatturato a livello europeo in prodotti biorazionali entro il 2023 con una crescita stimata del mercato di prodotti biorazionali di circa il 10% per anno.
Oggi sono oltre 35 i prodotti formulati sui quali sta lavorando Certis in ambito "Biorational" e tra questi si colloca anche l'Eradicoat.
 
Convegno Certis a Cervia
 

La maltodestrina come insetticida

Numerose sono le specie di artropodi che possono attaccare le piante ortive e ornamentali in serra e pieno campo e la lotta chimica con prodotti di sintesi non sempre fornisce i risultati attesi.
Tra l'altro il controllo delle popolazioni degli insetti vettori di virus rallenta la trasmissione delle virosi, ancora oggi molti difficili da controllare.

In questi anni sono aumentate le possibilità di utilizzare con successo tecniche alternative ai tradizionali prodotti chimici e la maltodestrina è una delle sostanza naturale di origine vegetale che sta offrendo interessantissimi risultati.
Si tratta di un polissacaride (zucchero complesso) ampiamente conosciuto ed impiegato come additivo alimentare ed è ottenuta da una parziale idrolisi di amido vegetale, comunemente presente sottoforma di polvere secca bianca igroscopica.
Di fatto i polisaccaridi sono composti da unità di destrosio legate in catene di variabile lunghezza. La maltodestrina è tipicamente composta da una varietà di catene che possono variare da 18 a 20 unità di glucosio.
 

Eradicoat: il prodotto

Eradicoat è il preparato commerciale contenete maltodestrina, in formulazione: concentrato solubile registrato su tutte le orticole, floreali ed ornamentali (serra e pieno campo) contro aleurodidi, acari e afidi.
Si tratta di un prodotto per il biocontrollo in cui gli LMR non sono necessary; infatti quando l'amido (contenuto naturalmente nelle piante) viene ingerito, gli enzimi lo trasformano prima in maltodestrina e poi in zuccheri semplici…

Il prodotto deve essere impiegato alla dose di 2,5 l/hl che, a volumi normali (10 hl/Ha) prevedono di applicare Eradicoat al dosaggio di 25 l/Ha.
Certis consiglia, per volumi d'acqua superiori a 1.000 l/ha di utilizzare la dose di 2,5 l/hl fino ad un massimo di 75 l/ha per usi in serra e fino ad un massimo di 37,5 l/ha per usi in pieno campo.
In caso di necessità il prodotto permette di ripetere le applicazioni ogni 4-7 giorni fino ad un massimo di 20 applicazioni per ciclo colturale.

Il prodotto agisce per attività fisica diretta di contatto sul bersaglio: al trattamento il prodotto aderisce all'insetto/acaro provocandone dapprima il blocco della mobilità e poi la chiusura degli spiracoli che comporta l'asfissia e la morte dell'insetto/acaro.
Certis consiglia inoltre di utilizzare volumi di acqua adeguati per garantire una buona copertura delle colture avendo cura di bagnare anche la pagina inferiore delle foglie (es. lance con coppia di ugelli per colpire in simultanea pagina superiore e inferiore).
 
Relatori del convegno di Certis a Cervia
I relatori del convegno Certis
 

Il programma

Tutte le relazioni sono sfogliabili per i lettori di Agronotizie:
Certis nel panorama agricolo nazionale e internazionale
Michele Antonucci – country Manager, Certis Europe

I principali artropodi dannosi alle colture orticole,  floreali ed ornamentali
Mauro Boselli – Servizio Fitosanitario, Regione Emilia Romagna

Nuovi virus emergenti mettono a rischio l'orticoltura italiana: quali prospettive per il futuro?
Stefano Panno – Università degli Studi di Palermo

Biorational: l'innovazione secondo Certis
Jan Mostert – portfolio lead biorational, Certis Europe

Eradicoat: nuovo insetticida, acaricida, aficida
Luca Volontè – product manager del portfolio team Biorational, Certis Europe

L'efficacia di Eradicoat e consigli di utilizzo
Maria Dimartino - project manager, Certis Europe

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: fitosanitari insetticidi difesa integrata

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 17 maggio a 139.528 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy