Lavorazione del terreno e semina, "celesti" con Lemken

L'aratro reversibile Juwel 10, il coltivatore Koralin e la seminatrice pneumatica SeedHub sono le nuove attrezzature dell'azienda che promettono di ottimizzare le operazioni in campo

Serena Giulia Pala di Serena Giulia Pala

lemken-koralin-campo.jpg

Lemken Koralin, coltivatore ibrido per la lavorazione superficiale delle stoppie
Fonte foto: Lemken

Ci sono alcuni principi azzurri che salvano graziose fanciulle da torri impenetrabili e altri che corrono in soccorso dei terreni effettuando preparazione e semina perfette. Tra questi ultimi, l'aratro Juwel 10, il coltivatore Koralin e la seminatrice SeedHub lanciati da Lemken ad Agritechnica 2019.

Dopo il successo ottenuto nel 2019 dal coltivatore semiportato Rubin 10, gli ultimi arrivati sono pronti a mostrare il loro valore nell'aratura, nella lavorazione ultrasuperficiale delle stoppie e nella semina diretta di colture intercalari.
 

Juwel 10 ama le sfide difficili

Già sul mercato, l'aratro portato reversibile con un massimo di sette corpi è pensato per operare in abbinamento a trattrici di alta potenza (fino a 450 cavalli) garantendo elevate prestazioni anche nelle condizioni più impegnative. Juwel 10 - che può sostituire un aratro semiportato più costoso - è proposto nelle versioni entrosolco e OF, entrambe utilizzabili con trattori cingolati o gommati (con pneumatici larghi).

La versione entrosolco è adatta a trattrici con larghezza fino a quattro metri. La versione OF può essere usata sia fuori sia entrosolco. La regolazione dentro il solco permette di mantenere sempre una distanza sufficiente dal bordo della scanalatura. Nel caso in cui la superficie del terreno non consenta un trasferimento ottimale della trazione, Juwel 10 può essere convertito in modo rapido e semplice per l'aratura entrosolco.
 
Lemken Juwel 10 con rullo FlexPack in campo
Lemken Juwel 10 con rullo FlexPack in campo

Un telaio da 160 x 160 millimetri, un asse di rotazione con diametro di 130 millimetri e punti di aggancio per gli attacchi superiore e inferiore disposti sul telaio rendono l'attrezzo capace di eseguire l'aratura in ogni situazione. Un cilindro ammortizzatore nella testa di rotazione di Juwel 10 riduce il carico sul trattore e protegge i componenti in campo e su strada. Il trasporto è semplice, poiché l'attacco superiore non deve essere disaccoppiato durante i trasferimenti stradali, con riflessi positivi anche sulla sicurezza dell'operatore che non deve intervenire tra la trattrice e l'implement.

Come Juwel 8, Juwel 10 può contare sulla regolazione idraulica dell'angolo, memorizzabile e gestibile dalla cabina. Inoltre, può essere combinato con il rullo FlexPack, che si adatta automaticamente alla larghezza di lavoro dell'aratro e consente di ottenere un buon riconsolidamento.
 

Koralin, lavorazione ultrasuperficiale delle stoppie con dischi e denti

A causa delle crescenti restrizioni nel controllo chimico delle erbe infestanti sono sempre più necessari attrezzi che sfruttano nuove combinazioni di organi lavoranti per eseguire il diserbo meccanico. Disponibile in quantità limitata a partire da quest'anno, il coltivatore ibrido Koralin presenta larghezze operative di 6.6 o 8.4 metri ed utilizza dischi con profilo merlato (diametro di 510 millimetri) e denti con vomeri a zampa d'oca (larghi 35 centimetri) per lavorare il terreno in superficie controllando così le malerbe anche in grandi appezzamenti o in presenza di abbondanti residui.

Già montati sul coltivatore compatto Heliodor, i dischi ad azione verticale sono disposti simmetricamente in due file davanti ai denti e fissati alle molle a balestra. La rottura del terreno e il taglio dei residui avvengono nello strato superficiale del suolo evitando la formazione di uno strato compatto sottostante e permettendo ai denti di penetrare più facilmente e lavorare senza usurarsi e bloccarsi per periodi prolungati. I dischi sono utilizzabili anche per favorire il drenaggio delle acque superficiali e migliorare la struttura durante la preparazione del letto di semina in terreni medio-pesanti.
 
Lemken Koralin con due file di dischi e tre file di denti
Lemken Koralin con due file di dischi e tre file di denti

I denti ad azione orizzontale sono disposti simmetricamente in tre file con una distanza di 30 centimetri e una sovrapposizione tra l'uno e l'altro di 2.5 centimetri. Fissati al telaio principale tramite un dispositivo di sicurezza a molla non-stop, assicurano la stabilità laterale e verticale necessaria ai vomeri a zampa d'oca per lavorare sull'intera superficie a lungo, tagliando orizzontalmente le radici delle erbe infestanti a profondità variabili tra 2 e 10 centimetri.

A differenza dei coltivatori convenzionali con vomeri a zampa d'oca che si usurano rapidamente soprattutto su terreni asciutti, Koralin possiede denti con movimento ondeggiante e vomeri dotati di punte in metallo duro con vita - a detta del produttore - triplicata. L'attrezzo è particolarmente adatto a ripetute lavorazioni a profondità che vengono aumentate gradualmente ogni volta. La regolazione della profondità è accurata grazie ad un sistema munito di stabilizzatori interni. Il rullo può essere sostituito da un erpice multi-fila per un controllo più efficace delle infestanti.
 

SeedHub: guerriera nella semina combinata

La semina diretta delle colture intercalari in presenza di stoppie riduce i passaggi in campo diminuendo i tempi di lavoro, l'affaticamento, i costi, sfrutta il momento d'intervento ottimale e genera una protezione immediata dall'erosione. Oggi l'operazione può essere svolta con la seminatrice pneumatica SeedHub, che - combinata con coltivatori o erpici a dischi compatti - assicura un'applicazione precisa della semente anche in presenza di vento.

Facile da usare, SeedHub è dotata di un ventilatore per il convogliamento dei semi alle piastre deflettrici, incaricate di distribuirli uniformemente davanti al rullo o nel flusso di terreno, di funzionalità standard complete, di un sensore per la calibrazione direttamente sull'attrezzo e di un indicatore di livello per il monitoraggio del riempimento della tramoggia. Completano l'equipaggiamento due alberi per semi fini e grossi che consentono di seminare qualsiasi coltura, una presa di segnale a sette pin o un sensore Gps (in opzione) che misurano la velocità.
 
Lemken SeedHub combinata con il coltivatore Rubin 10
Lemken SeedHub combinata con il coltivatore Rubin 10

La precisione di semina è garantita da un modulo di controllo integrato che gestisce tutte le funzioni monitorando la velocità dell'attrezzatura, del soffiatore e occupandosi della calibrazione, eseguibile automaticamente con un sensore Gps opzionale. Il tasso di applicazione è regolabile per via elettronica durante il funzionamento.

Con console, gradino d'accesso e piattaforma di serie, SeedHub dal design modulare è proposta nella versione da 200 litri con ventilatore elettrico abbinabile a coltivatori rigidi o erpici a dischi compatti e in quella da 500 litri con ventilatore idraulico che è combinata con i coltivatori Rubin 10 e Kristall 9.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 240.059 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner