Toscana, aperte le domande per i nuovi vigneti

Ci sarà tempo fino al 31 marzo prossimo per chiedere l'autorizzazione per i nuovi impianti viticoli. A disposizione 600 ettari in tutta la regione

vigneto-viti-by-matteo-giusti-agronotizie-jpg.jpg

Vigneti, in Toscana a disposizione 600 ettari per i nuovi impianti
Fonte foto: Matteo Giusti - Agronotizie

C'è tempo fino a fine mese per presentare domanda per l'autorizzazione all'impianto di nuovi vigneti in Toscana. A livello regionale la quota di superficie che può essere destinata ai nuovi impianti viticoli è di 600 ettari.

La domanda può essere fatta dalle aziende che abbiano una superficie uguale o superiore a quella per cui chiedono l'autorizzazione per il nuovo vigneto. In altre parole non è possibile chiedere l'autorizzazione per un vigneto che sia più grande della superficie aziendale già coltivata.

In ogni caso il nuovo vigneto per cui si chiede l'autorizzazione può essere più grande al massimo di 30 ettari.

Le autorizzazioni saranno rilasciate dalla regione entro il primo giugno 2020, sulla base di un elenco predisposto dallo stesso ministero ed hanno una validità di tre anni dalla data di rilascio.

La pubblicazione dell'atto di approvazione dell'elenco ministeriale verrà fatto sul Bollettino ufficiale della Regione Toscana e varrà come comunicazione alle aziende interessate.

Se in totale le domande saranno superiori alla superficie massima disponibile a livello regionale, cioè 600 ettari, ai beneficiari verrà riconosciuta una superficie più piccola, in proporzione a quanto è stato richiesto.

In ogni caso verrà garantita una superficie minima di 2mila metri quadrati.

Se la superficie autorizzata fosse più piccola del 50% rispetto a quanto richiesto, l'azienda può rifiutare l'autorizzazione entro trenta giorni dalla pubblicazione sul Bollettino ufficiale.

Le domande devono essere presentate al Mipaaf entro il 31 marzo 2020 per via telematica tramite il portale Sian.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 238.898 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner