Neonicotinoidi, api e ricerca: lettera aperta di Stefano Maini

Il professor Stefano Maini, Dipartimento di Scienze e tecnologie agroambientali dell'Università di Bologna, risponde ad Agrofarma dopo la pubblicazione su Science di due studi su api e utilizzo di insetticidi sistemici

Questo articolo è stato pubblicato oltre 7 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

api-alveare-miele-byflickrcc20-davidnikonvscanon-5001.jpg

Api e neonicotinoidi, lettera aperta

Lettera aperta del professor Stefano Maini, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroambientali dell'Università di Bologna, a margine delle dichiarazioni di Agrofarma sulle indagini e sugli effetti collaterali di alcuni neonicotinoidi nei riguardi di Apoidei.

 

"Ho cercato di commentare - scrive Maini - alcuni degli obiettivi dichiarati da Agrofarma con il punto di vista di un ricercatore coinvolto in questo genere di attività, in modo costruttivo e con riferimenti bibliografici (soprattutto di indagini svolte in Italia).

Tra gli obiettivi di Agrofarma trovo:
- promuovere l’utilizzo ottimale degli agrofarmaci, integrato con gli altri fattori della produzione agricola, diffondendo così anche una cultura dell’agricoltura sostenibile che concili le esigenze della produttività con la salubrità dei raccolti e la protezione dell’ambiente;
"Se è così perché voler smentire i risultati dei ricercatori che pubblicano su Science (tra le più autorevoli riviste scientifiche!) articoli che hanno avuto una peer review? Allora a chi devono credere gli altri ricercatori, giornalisti e l’opinione pubblica?
Fin dal 2002 si sono osservati preoccupanti effetti di neonicotinoidi e recentemente sono stati convalidati dalle ultime pubblicazioni su Sciencexpress e altre in corso di stampa.
A partire da “Eighth International Symposium ICP-BR Bee Protection Group” del 2002 fino ad oggi sul Bulletin of Insectology sono apparsi lavori inerenti a neonicotinoidi e apoidei".

Di seguito gli articoli con il collegamento al PDF:
MEDRZYCKI P., MONTANARI R., BORTOLOTTI L., SABATINI A. G., MAINI S., PORRINI C. - Effects of imidacloprid administered in sub-lethal doses on honey bee behaviour. Laboratory tests - pages 59-62 Bulletin of Insectology 56 (1) 2003 - PDF
BORTOLOTTI L., MONTANARI R., MARCELINO J., MEDRZYCKI P., MAINI S., PORRINI C. - Effects of sub-lethal imidacloprid doses on the homing rate and foraging activity of honey bees - pages 63-67 Bulletin of Insectology 56 (1) 2003 - PDF
GREATTI M., SABATINI A. G., BARBATTINI R., ROSSI S., STRAVISI A. - Risk of environmental contamination by the active ingredient imidacloprid used for corn seed dressing. Preliminary results - pages 69-72 Bulletin of Insectology 56 (1) 2003 - PDF
ROGERS R. E. L., KEMP J. R. - Imidacloprid, potatoes, and honey bees in Atlantic Canada: is there a connection? - pages 83-88 Bulletin of Insectology 56 (1) 2003 - PDF
MARLETTO F., PATETTA A., MANINO A. - Laboratory assessment of pesticide toxicity to bumblebees - pages 155-158 Bulletin of Insectology 56 (1) 2003 - PDF
INCERTI F., BORTOLOTTI L., PORRINI C., MICCIARELLI SBRENNA A., SBRENNA G. - An extended laboratory test to evaluate the effects of pesticides on bumblebees. Preliminary results - pages 159-164 Bulletin of Insectology 56 (1) 2003 - PDF
GREATTI M., BARBATTINI R., STRAVISI A., SABATINI A. G., ROSSI S. - Presence of the a.i. imidacloprid on vegetation near corn fields sown with Gaucho® dressed seeds - pages 99-103 Bulletin of Insectology 59 (2) 2006 - PDF
MAINI S., MEDRZYCKI P., PORRINI C. - The puzzle of honey bee losses: a brief review - pages 153-160 Bulletin of Insectology 63 (1) 2010 - PDF
LAURINO D., PORPORATO M., PATETTA A., MANINO A. - Toxicity of neonicotinoid insecticides to honey bees: laboratory tests - pages 107-113 Bulletin of Insectology 64 (1) 2011 - PDF
MARZARO M., VIVAN L., TARGA A., MAZZON L., MORI N., GREATTI M., PETRUCCO TOFFOLO E., DI BERNARDO A., GIORIO C., MARTON D., TAPPARO A., GIROLAMI V. - Lethal aerial powdering of honey bees with neonicotinoids from fragments of maize seed coat - pages 119-126 Bulletin of Insectology 64 (1) 2011 - PDF
LU C., WARCHOL K. M., CALLAHAN R. A. - In situ replication of honey bee colony collapse disorder - In press - Bulletin of Insectology 65 (1) 2012.

- favorire la ricerca, la produzione e la commercializzazione di prodotti e tecnologie efficaci e sicuri a tutela del distributore e dell’utilizzatore, così come del consumatore e dell’ambiente;
"Ci sono dati recenti (Kimura-Kuroda et al., 2012 PlosOne 7 (2) e32432) che riportano danni nei topi da laboratorio e pertanto è obbligo avere una precauzione sull’impiego dei neonicotinoidi".

- contribuire alla formazione di una corretta e migliore conoscenza della realtà e delle problematiche del comparto presso l’opinione pubblica;
"Far credere all’opinione pubblica che i ricercatori che si sono visti accettare i lavori su Science non sono altro che produttori di falsi allarmi non lo ritengo corretto da parte di Agrofarma. Questa presa di posizione potrebbe produrre effetti “boomerang” con mancanza di fiducia nella ricerca e di conseguenza sui finanziamenti sia pubblici sia privati".

- costituire un valido punto di riferimento per gli organismi normativi, esecutivi, di controllo, scientifici, e simili;
"Ritengo che la posizione di Agrofarma sia stata spesso contrastata e la precauzione sui dati deleteri di alcuni neonicotinoidi su api e pronubi ha in effetti determinato, anche in Italia, la sospensione dell’impiego di seme di mais conciato con neonicotinoidi e fipronil. In seguito a questo divieto non si sono registrati cali di produzione di mais e gli agricoltori e apicoltori, almeno in questo caso, possono essere soddisfatti delle scelte scaturite dalle ricerche (in particolare quelle svolte grazie al progetto Apenet)".

 

Bulletin of Insectology 65
In situ replication of honey bee colony collapse disorder

 

Professor Stefano Maini
Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroambientali
Alma Mater Studiorum Università di Bologna

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.681 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner