La linea Upl per la difesa del pomodoro

Per contrastare gli agenti patogeni più importanti della coltura, l'azienda propone Proxanil® SC, Poltiglia Disperss, Enviromite® e Thiopron®

Contenuto promosso da UPL Italia
pomodoro-grappolo-fonte-upl.jpeg

La linea Upl si basa su prodotti dotati di elevata efficacia ed efficienza

Peronospora (Phytophthora infestans), batteriosi (Xanthomonas campestris pv. vesicatoria e Pseudomonas syringae pv. tomato), ragnetto rosso comune (Tetranychus urticae) ed eriofide rugginoso (Aculops lycopersici) sono tra gli agenti patogeni più importanti del pomodoro.

La peronospora, con la sua doppia attività patologica e necrotrofica, è la malattia fungina che può compromettere completamente la produzione. Le batteriosi, oltre a colpire l'apparato fogliare, attaccano le bacche con ovvie conseguenze di scadimento qualitativo. Acari ed eriofidi, interessando l'apparato epigeo, ne riducono lo sviluppo, influenzando negativamente pezzatura e maturazione delle bacche.

La linea Upl per la lotta a queste pericolose patologie ed a questi fitomizi si basa su prodotti dotati di elevata efficacia ed efficienza. Contro la peronospora, Upl propone Proxanil® SC, formulato a base di propamocarb e cymoxanil.
Il fungicida esercita una doppia protezione: sistemica acropeta e basipeta fornita dal propamocarb e citotropica ad effetto curativo generata dal cymoxanil. La combinazione dei due principi attivi fornisce risultati di assoluto rilievo nei confronti di questa temibile patologia.

Per le batteriosi, Poltiglia Disperss (formulato a base di rame nella forma di idrossisolfato) rappresenta un serbatoio di ioni rame lentamente e continuamente rilasciati per un'elevata persistenza d'azione. Grazie al suo pH intorno alla neutralità si può miscelare con prodotti a base di cymoxanil (Proxanil® SC) e la sua formulazione Disperss® ne consente l'impiego con le moderne attrezzature a basso volume, grazie alle sue elevate disperdibilità e sospensività.

Il controllo di acari ed eriofidi è affidato ad Enviromite® (bifenazate 480 g/L) e Thiopron® (zolfo 825 g/L). Il primo formulato è basato su un principio attivo efficace contro tutte le forme mobili e dotato di un'eccellente persistenza d'azione. Subito dopo l'applicazione gli acari cessano di nutrirsi. Enviromite, inoltre, presenta un'elevata selettività nei confronti dei pronubi e degli antagonisti naturali (predatori e parassitoidi). Thiopron®, grazie alla sua sofisticata formulazione liquida, è un agrofarmaco altamente resistente al dilavamento e presenta una sublimazione pronta, poco condizionata dalle temperature. Il meccanismo d'azione multi-sito rende Thiopron® l'alleato ideale per creare strategie sinergiche con Enviromite®.