Brusone e Nematode galligeno: monitoraggio

Domani, mercoledì 29 novembre 2017 è in programma al Centro ricerche sul riso a Castello d'Agogna (Pv)

riso-pianta-by-tim-ur-fotolia-750.jpeg

Castello d'Agogna (Pv), 28 novembre 2017
Fonte foto: © Tim UR - Fotolia

Domani, mercoledì 29 novembre 2017, è in programma al Centro ricerche sul riso, Strada per Ceretto, n 4 a Castello d'Agogna (Pv) il convegno sul monitoraggio di Brusone e Nematode galligeno, Meloidogyne Graminicola. Una mattinata di aggiornamento per i risicoltori che l’Ente nazionale risi organizza al Centro ricerche sul riso di Castello d’Agogna insieme alla Regione Piemonte e, per quanto riguarda il progetto "Bruma", alla Fondazione agraria novarese e all’Università di Pavia. Si parlerà dei progetti "Bruma" e "Melgri" con numerosi esperti, gettando le basi per le attività del 2018.

Bruma è il grande fratello che difende i risicoltori piemontesi dal brusone attraverso il monitoraggio delle spore presenti nell’aria e la stima previsionale della loro capacità infettiva. Quest’anno sono stati pubblicati 17 bollettini di segnalazione del rischio, ciascuno differenziato per le sei postazioni di studio rappresentative dei territori novaresi e vercellesi, che hanno permesso ai risicoltori di modulare gli interventi preventivi.

Melgri è invece il programma di monitoraggio, contenimento ed eradicazione di Meloidogyne graminicola, un nematode galligeno di nuova introduzione in Italia che ha la peculiarità di causare galle sull’apparato radicale del riso. Segnalato nella Baraggia, si sta lavorando per delimitare l’area interessata da questa minaccia, nonché per trovare soluzioni che ne permettano il controllo. Il convegno sarà l’occasione per illustrare i risultati ottenuti nel primo anno.

Per informazioni: telefono 0384 25601 - e-mail: m.romani@enterisi.it

Scopri i dettagli dell'vento sul monitoraggio di Brusone e Nematode Galligeno

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.534 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner