Il Pan prende sempre più forma: disponibile il decreto sui controlli delle attrezzature

Normativa Agrofarmaci

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

L'Italia delle riforme bloccate per la mancanza dei decreti attuativi sembra fare sul serio con il Pan: il ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali ha pubblicato sul proprio portale (non lo abbiamo trovato in Gazzetta, ma pronti a rettifiche o aggiornamenti) il provvedimento sulle scadenze per i controlli funzionali delle attrezzature utilizzate per la distribuzione dei prodotti fitosanitari. Il corretto funzionamento delle attrezzature è infatti indispensabile per l'efficacia di tutte le misure di mitigazione del rischio e delle tecniche di lotta fitosanitaria previste dal Pan.

Esenzioni
Il provvedimento conferma quanto riportato nel Pan: non sono previsti controlli funzionali per irroratrici portatili e spalleggiate, azionate dall’operatore, con serbatoio in pressione o dotate di pompante a leva manuale; irroratrici spalleggiate a motore prive di ventilatore, quando non utilizzate per trattamenti su colture protette.

Scadenza 26 novembre 2018
In aggiornamento del Pan, entro il 26 novembre 2018 dovranno essere sottoposte a controlli funzionali le seguenti attrezzature:
  1. irroratrici abbinate a macchine operatrici, quali seminatrici e sarchiatrici, che distribuiscono prodotti fitosanitari in forma localizzata o altre irroratrici, con banda trattata inferiore o uguale a tre metri;
  2. irroratrici schermate per il trattamento localizzato del sottofila delle colture arboree.
I successivi controlli andranno fatti ogni sei anni.

In attesa di ulteriori provvedimenti
Per i seguenti tipi di attrezzature, sempre più diffuse, non è ancora disponibile una procedura standardizzata per i controlli funzionali. Per questo motivo la scadenza per gli adempimenti è rimandata alla pubblicazione di un apposito decreto da effettuarsi entro tre mesi da quando le procedure standardizzate saranno disponibili:
  1. attrezzature per la distribuzione di prodotti fitosanitari in forma solida o granulare (es.: impolveratrici, microgranulatori);
  2. barre umettanti;
  3. attrezzature per la distribuzione/iniezione di prodotti fitosanitari nel terreno (es. fumigatrici);
  4. attrezzature per il trattamento/concia meccanizzata delle sementi;
  5. dispositivi termo-nebbiogeni (cd. fogger).
Tutti gli altri: controlli entro il 26 novembre 2016.
Tutte le rimanenti attrezzature per uso professionale, dettagliate in un allegato del provvedimento, dovranno essere controllate entro il 26 novembre 2016 e, come indicato nel Pan, le successive verifiche dovranno avvenire ogni 5 anni entro il 2020 e ogni tre successivamente.


Per saperne di più
  1. DECRETO 22 gennaio 2014 Adozione del Piano di azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, ai sensi dell’articolo 6 del decreto legislativo 14 agosto 2012, n. 150 recante: «Attuazione della direttiva 2009/128/CE che istituisce un quadro per l’azione comunitaria ai fini dell’utilizzo sostenibile dei pesticidi».
  2. Decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali 3 marzo 2015

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.746 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner