Agrofarmaci, ecco le novità Gowan per il 2012

Gowan Italia ha organizzato una serie di incontri per approfondire i temi dell'agricoltura sostenibile e presentare i nuovi prodotti: Electis Trio, Zoxium 240 SC e Dicarzol 50 SP

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Gowan Italia.

gowan-monteriggioni.jpg

Monteriggioni, sulle colline senesi

Dopo i convegni di fine anno a Merano e Caserta, Gowan Italia conferma il proprio impegno nella divulgazione e informazione tecnica ai vari operatori del settore agricolo, con l'organizzazione di altri incontri su tutto il territorio nazionale, per affrontare le tematiche dell'agricoltura sostenibile e presentare i nuovi agrofarmaci a base di sostanze attive di proprietà Gowan: 

Electis Trio: l'antiperonosporico a tre vie (zoxamide + fosetyl-Al + cimoxanil), già disponibile in commercio e dotato di una triplice, differente e complementare attività nei confronti della peronospora della vite. 

• Zoxium 240 SC: la soluzione di zoxamide pura, in corso di registrazione su vite, pomodoro e patata, partner ideale che rende perfetta ogni combinazione contro la peronospora.

• Dicarzol 50 SP: il nuovo insetticida-acaricida appena registrato, dotato di elevatissima efficacia nei confronti dei tripidi, grazie a un duplice meccanismo d'azione che lo rende uno strumento ideale per la gestione delle resistenze

Nelle ultime settimane si sono svolti alcuni convegni dal titolo 'La viticoltura guarda al futuro – Soluzioni innovative e 'uso sostenibile' degli agrofarmaci', con la partecipazione di numerosi 'addetti ai lavori' e gli interessanti interventi di importanti relatori.

Nel convegno svoltosi a fine gennaio ai piedi dello splendido borgo medievale di Monteriggioni sulle colline senesi, Laura Mugnai dell'Università di Firenze ha presentato uno studio riguardante il marciume nero o Black-rot. Massimo Scannavini, del centro Astra - Innovazione e Sviluppo, ha inoltre confermato l'ottima attività collaterale di zoxamide nei confronti della botrite della vite, riportando i risultati di vari anni di prove. Daniela Bazzoni, specialista in legislazione sugli agrofarmaci, ha poi affrontato la tematica della nuova direttiva 'Uso sostenibile' con i riflessi sul comparto agricolo e sulla distribuzione dei mezzi tecnici.

A inizio febbraio poi si è tenuto l'incontro presso l'Istituto agrario di San Michele all'Adige (Tn), nel quale Maurizio Bottura, responsabile dell'unità di Viticoltura dello Iasma, ha fatto il punto sulla difesa antiperonosporica, mentre Marco Delaiti, ricercatore dell'unità di Fitoiatria dello Iasma, e Gabriele Posenato, del centro di saggio Agrea, hanno presentato gli ottimi risultati delle prove realizzate con Zoxium 240 SC rispettivamente in Trentino e nell'areale Veronese. 

All'incontro invece svoltosi a Castagnito d'Alba (Cn), sono intervenuti anche Daniele Dellavalle, responsabile tecnico dei Vignaioli Piemontesi, per un approfondimento sugli scenari di lotta alla peronospora, e Albino Morando e Simone Lavezzaro, del centro di saggio Vit.En., per presentare i risultati delle prove effettuate con i formulati Zoxium 240 SC ed Electis Trio in Piemonte.

Nel corso delle prossime settimane si terranno ulteriori incontri sul territorio nazionale, in realtà vitivinicole conosciute ed apprezzate quali ad esempio le cantine Zaccagnini in Abruzzo e Due Palme in Puglia.