Bayer CropScience: cataloghi d'autore

Disponibile il catalogo di Bayer CropScience 2010 con alcune importanti novità

Donatello Sandroni di Donatello Sandroni

Contenuto promosso da Bayer
Questo articolo è stato pubblicato oltre 10 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Bayer.

Bayer-catalogo-2010.jpg

Il catalogo 2010 di Bayer CropScience

Confidor 200 O – Teq e Decis Energy O – Teq tra gli insetticidi, Merlin Gold tra gli erbicidi, R6 Erresei Trevi e Teldor Plus (in attesa di registrazione) tra i fungicidi. In ognuno dei tre raggruppamenti di prodotti Bayer CropScience inserisce novità.

Forte di un catalogo ricco di specialità per ogni coltura dello Stivale, il catalogo Bayer si è sempre rivelato robusto in ognuna delle proprie sezioni. Nei cereali troviamo prodotti come Prosaro e Proline contro le malattie fungine,  come pure Hussar Maxx e Atlantis rappresentano soluzioni efficaci nel diserbo. La linea mais è anch'essa da sempre ricca, con i diversi erbicidi di pre-emergenza a base di isoxaflutolo (Merlin) e il post-emergenza garantito da Equip, a base di  foramsulfuron. Non da meno le colture frutticole, verso le quali Bayer CropScience mostra solida tradizione sia per la difesa da patologie fungine (Flint, Folicur) che dai fitofagi (Alsystin, Calypso, Confidor, Prodigy, Success). Da sempre leader, del resto, anche il portfolio prodotti dei segmenti vite e orticole, con gli antiperonosporici a base di fosetyl d'alluminio e di iprovalcarb (linea Melody ed R6 Erresei) e insetticidi come Confidor 200 e Decis Jet. Oggi Bayer CropScience aggiunge cinque differenti novità alle proprie proposte tecniche.

Confidor 200 O – Teq (imidacloprid 200 g/l)
A base d’imidacloprid è la nuova soluzione tecnica basata sull'innovativa formulazione O-TEQ. Si tratta di una “dispersione oleosa” priva di solventi, sviluppata e brevettata da Bayer CropScience, i cui componenti migliorano l’efficacia della sostanza attiva assicurando un più elevato e rapido assorbimento da parte dei tessuti vegetali trattati. Si vengono quindi a ottimizzare la penetrazione, la traslocazione e la resistenza al dilavamento. Confidor 200 O – Teq agisce principalmente per ingestione ed è efficace nei confronti di importanti fitofagi ad apparato boccale pungente-succhiatore come afidi e aleurodidi, ma anche con apparato boccale masticatore come la dorifora.
Su pomacee, nei trattamenti in pre-fioritura contro gli afidi, è consigliabile miscelare Confidor 200 O – Teq con Oliocin al 2,5 - 3%. Stesso accorgimento per i trattamenti aficidi sulle drupacee, da effettuarsi a rottura gemme - bottoni rosa: si consiglia di aggiungere anche Oliocin all’1,5 - 2%. Data la particolare formulazione, si consiglia di agitare la bottiglia prima dell’uso.

Decis Energy O – Teq (imidacloprid 75 g/l; deltametrina 10 g/l)
Della nuova formulazione O – Teq non si avvantaggia il solo imidacloprid, ma anche la deltametrina. Decis Energy O – Teq è il nuovo insetticida a largo spettro di Bayer CropScience che unisce l’attività aficida sistemica e la lunga durata di protezione dell’imidacloprid all’attività di contatto, rapidità d’azione ed ampio spettro della deltametrina. Decis EnergyO-TEQ è particolarmente indicato per la lotta agli afidi ed agli aleurodidi delle colture orticole, come pure agli afidi dei cereali.

 

Merlin Gold (isoxaflutolo 51,5 g/L; flufenacet 428,4 g/l)
In formulazione liquida, è il nuovo erbicida di pre-emergenza e post-emergenza precoce per il mais a base di isoxaflutole e flufenacet. Grazie al proprio ampio spettro d’azione, Merlin Gold è la soluzione ideale per il controllo delle principali infestanti graminacee, compresa la Sorghetta da seme, come pure per le dicotiledoni più difficili quali Abutilon, Solanum nigrum, Portulaca, Amaranthus spp. e Galinsoga parviflora. Grazie alla propria capacità di riattivazione in caso di piogge, Merlin Gold è ideale per le semine precoci, perché in grado di proteggere il mais dalla competizione delle infestanti durante tutto il ciclo colturale. Merlin Gold si applica in pre-emergenza a dosi comprese tra 1 e 1,4 l/ha, in funzione della tipologia dei terreni. In post-emergenza precoce Merlin Gold si impiega a 1 L/ha.

R6 Erresei Trevi (fenoamidone 4%; fosetyl alluminio 52%; iprovalicarb 4,8%)
Per la difesa della vite, nella già ricca famiglia degli R6 Erresei di Bayer CropScience, giunge un nuovo antiperonosporico sistemico a tre vie. La presenza di tre sostanze attive molto differenti tra loro apporta diversi vantaggi: R6 Erresei Trevi agisce con attività sia preventiva che curativa e presenta attività translaminare (fenamidone) e sistemica (fosetyl Al). Inoltre, R6 Erresei Trevi mostra una durata d’azione fino a 12-14 giorni. Questo anche in caso di piogge dilavanti, grazie alle caratteristiche chimico fisiche delle tre sostanze attive. La miscela di tre componenti a differente meccanismo d’azione conferisce aR6 Erresei Trevi  un profilo che sfavorisce la comparsa di ceppi resistenti.

Teldor Plus (fenexamid 500 g/l)
Utilizzabile sulle drupacee, sulla vite, sul kiwi e su diverse colture orticole, Teldor Plus conta anch’esso su di una nuova formulazione liquida. Una formulazione che consente una migliore copertura della superficie trattata e una maggiore adesività del principio attivo. I benefici si evidenziano a livello di efficacia grazie ad una migliore distribuzione del prodotto sui tessuti vegetali e grazie a un suo minor dilavamento in caso di pioggia, aspetto che ne aumenta in campo la persistenza d’azione. Di facile manipolazione e dosaggio, Teldor Plus non imbratta le colture trattate, aspetto importante soprattutto nelle colture frutticole e orticole. Teldor Plus si avvantaggia inoltre di un favorevole profilo tossicologico che consente di impiegarlo in pre-raccolta su differenti colture, garantendo la protezione anche in fase di conservazione. Fenexamid non presenta infine resistenza crociata con altri antibotritici. Da utilizzarsi in via preventiva, Teldor Plus si posiziona su vite nella fase di pre-chiusura del grappolo.
 

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Bayer CropScience

Autore:

Tag: frutticoltura fitosanitari