Vigneto e frutteto, guida alla difesa

On line, la presentazione del supplemento dedicato alla difesa delle colture de L'Informatore Agrario

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Adama Italia.

vigneto-e-frutteto-copertina-marzo-2008-edia.jpg

L'Informatore Agrario ha pubblicato il supplemento al numero 12/2008.

Si tratta di "Vigneto e frutteto, guida alla difesa", analisi approfondita delle novità in materia di sostanze attive e formulati commerciali.

Nel supplemento, scaricabile da questa pagina (si veda il link a lato) è riportata una tabella, a cura di Image Line e commentata da Floriano Mazzini, si segnalano i prodotti fitosanitari di recente introduzione in commercio selezionati in base a: nuove sostanze attive, sostanze attive già note purché presentino degli aspetti innovativi, come ad esempio una nuova formulazione, una modifica degli intervalli di sicurezza, estensioni di impiego, ecc.
Tutte le informazioni sono riportate nel motore di ricerca degli agrofarmaci Fitogest.com

Per ulteriori informazioni:
Edizioni L'Informatore Agrario - Tel 045 8009480
Image Line - Tel 0546 680688

Estratto dal supplemento sezione 'Nuovi prodotti, revoche, scadenze e limiti di residuo'

Nuova miscela contro peronospora e muffa grigia nel vigneto

Da segnalare, tra le novità, la registrazione della miscela bentiavalicarb-isopropil e folpet (Vincare - Makhteshim Agan Italia); il prodotto è autorizzato su vite per la difesa dalla peronospora e muffa grigia e sul pomodoro per la difesa dalla peronospora, alternaria, cladosporiosi, septoria, antracosi e botrite. E' un fungicida con attività translaminare e sistemia acropeta in granuli idrodispersibili ad azione preventiva, curativa e antisporulante. Si impiega alla dose di 160-200 g/hL (1,6-2 kg/ha) su vite a intervalli di 10-12 giorni, e di 1,8-2 kg/ha su pomodoro a intervalli di 7-10 giorni. Con questo prodotto possono essere eseguiti al massimo 6 trattamenti all'anno su vite e 3 trattamenti su pomodoro. L'intervallo di sicurezza è di 28 giorni su vite e di 7 giorni su pomodoro. Il benthiavalicarb ha un residuo massimo ammesso di 0,2 ppm su uve e vino e di 0,3 ppm su pomodoro. Questo agrofarmaco ha una classificazione di pericolo per l'ambiente (con una fascia di sicurezza di 20 m dai corpi idrici superficiali) e per la salute umana, è classificato come Xn-nocivo con la frase di rischio R 40 (possibilità di effetti cancerogeni - prove insufficienti).

 

Inoltre, nel pdf allegato:
Estensioni o limitazioni d'impiego
Revisione europea delle sostanze attive
Revoche all'immissione in commercio
Agrofarmaci in scadenza
Aggiornamenti sui limiti massimi di residuo