Tecnologia PROmettente su Case IH Optum AFS Connect

Produttività, proattività, protezione e profittabilità al top con la linea di trattori da 250 a 300 cavalli, ora dotata di sistema AFS Connect per lo scambio dati, nuovi comandi e nuova cabina

Serena Giulia Pala di Serena Giulia Pala

Contenuto promosso da CNH Industrial Italia :: Case IH
caseih-optum-afsconnect-sfalcio.jpg

Case IH Optum AFS Connect impegnato nello sfalcio dell'erba
Fonte foto: Case IH

Case IH torna a partecipare alle fiere europee con una grande novità, pensata per soddisfare i professionisti dell'agricoltura. Si tratta della nuova Serie Optum AFS Connect formata dai modelli Optum 250, 270 e 300 con potenze nominali tra 250 e 300 cavalli resi ancora più efficienti.

Lanciati a settembre 2021 durante l'evento "Made for the real pro", i nuovi trattori aggiungono alle caratteristiche che hanno reso grandi i predecessori (motore Stage V e trasmissione CVXDrive) interessanti migliorie che permettono di raggiungere l'eccellenza nell'ambito del precision farming. Le nuove soluzioni si concentrano perlopiù in cabina.

Produttività altissima con AFS Connect

Principale new entry sugli ultimi modelli Case IH è il sistema telematico AFS Connect che - come sui fratelli maggiori Magnum, Quadtrac e Steiger - permette il trasferimento dati wireless bidirezionale tra i trattori e il portale di gestione online AFS Connect, dando la possibilità ai proprietari dei mezzi e ai responsabili delle aziende di avere un controllo completo sul lavoro, sulla flotta e sulle informazioni raccolte in campo, riducendo i costi e massimizzando la produttività.

Dai nuovi Case IH Optum è possibile inviare i dati di campo al portale web AFS Connect
Dai nuovi Case IH Optum è possibile inviare i dati di campo al portale web AFS Connect

Tramite il sistema di telemetria di serie, i gestori possono ricevere dati dalla trattrice all'opera, trasferirli tra la macchina e i propri dispositivi mobili e inviarli a collaboratori, consulenti agronomici o concessionari. Le informazioni ricavate durante le operazioni nei campi sono gestibili a proprio piacimento e utilizzabili per prendere decisioni più consapevoli, al momento giusto, da qualunque luogo e con qualsiasi dispositivo.

I conducenti possono controllare con facilità l'AFS Connect mediante il nuovo monitor AFS Pro 1200 - a cui è abbinato il sistema operativo AFS Vision Pro - e usufruire di un'assistenza migliore grazie alla diagnosi a distanza, all'accesso remoto da parte di tecnici e al Firmware over the air (Fota). Quest'ultima funzionalità permette ai concessionari di aggiornare in modalità wireless il firmware operativo del trattore con nuove funzioni.

Optum, comandi tutti nuovi

Se l'AFS Connect agevola lo scambio dati, tanti altri strumenti in cabina rendono il carico di lavoro più leggero per il driver. Il migliorato bracciolo Multicontroller incorpora una nuova leva multifunzione con comandi configurabili che consentono di adattare il cantiere in base alle proprie preferenze e al lavoro da svolgere. I vari pulsanti, compresi gli interruttori a levetta dei distributori ausiliari, sono personalizzabili mediante lo schermo AFS Pro 1200 o la nuova rotella encoder a rotazione/pressione sul bracciolo.

Bracciolo Multicontroller e monitor AFS Pro 1200 sui Case IH Optum AFS Connect
Bracciolo Multicontroller e monitor AFS Pro 1200 sui Case IH Optum AFS Connect

Il monitor touch ad alta definizione AFS Pro 1200 da 12 pollici consente anche di gestire le attrezzature Isobus, monitorare le funzioni principali del trattore, visualizzare i feed delle telecamere opzionali e controllare l'ottimizzazione del motore, della trasmissione, dell'idraulica e della Pto. Inoltre il display - più grande e dotato di un maggior numero di funzioni rispetto all'AFS Pro 700 - agevola l'utilizzo della guida automatica AccuGuide (basata sul ricevitore AFS Vector Pro) e del sistema AFS Connect.

Agevolano ulteriormente la guida i pulsanti hotkey programmabili con oltre cento funzioni, i tasti di scelta rapida, il nuovo schermo a colori installato sul montante anteriore destro. Quest'ultimo - caratterizzato da un formato tablet - permette la lettura delle informazioni su motore e trasmissione.

Le lunghe giornate passano veloci

Non finisce qui. La cabina più spaziosa ospita soluzioni per l'incremento della protezione e del comfort dell'operatore. I nuovi materiali interni di alta qualità riducono i livelli di rumore a soli 66 decibel. Il sedile, con schienale girevole, sospensione laterale integrata, funzioni di climatizzazione e riscaldamento, minimizza le vibrazioni insieme alla sospensione meccanica della cabina e all'assale anteriore ammortizzato. In più, garantisce una temperatura ottimale in sinergia con il nuovo climatizzatore pressurizzato.

Case IH Optum AFS Connect al lavoro di notte
Case IH Optum AFS Connect al lavoro di notte

Numerosi fari led (14 solo sul tetto) assicurano un'illuminazione completa intorno al trattore in ogni condizione, mentre il sistema di spegnimento ritardato delle luci consente una discesa sicura dalla cabina. Il conducente gode di un'ottima visuale anche grazie alla struttura a quattro montanti, al nuovo tergicristallo a montaggio ribassato che deterge una superficie maggiore e a specchi telescopici elettrici riscaldati. Utilissime pure le camere anteriori/posteriori e la telecamera wireless che - installata su un attrezzo - trasmette le immagini al monitor AFS 1200.

Altri dettagli che fanno la differenza sono il nuovo pedale dell'acceleratore, le varie prese Usb, l'impianto audio con quattro altoparlanti e potente subwoofer, il frigo box sotto il sedile del passeggero. Da segnalare infine la nuova chiave elettronica che facilita il blocco/sblocco della cabina e protegge da furti e accessi non autorizzati. Le dotazioni di bordo variano a seconda dell'allestimento della cabina (standard, deluxe e active).

Case IH: squadra che vince non si cambia

Ad accompagnare le novità in cabina i cavalli di battaglia sotto il cofano. Stiamo parlando degli affidabili motori a sei cilindri, 24 valvole FPT N67 da 6,7 litri che - montati anche sui modelli precedenti - sviluppano potenze massime di 273, 288 e 313 cavalli (a 1.800 giri al minuto), rispettando lo Stage V mediante il sistema Hi-eSCR2. I propulsori sono semplici da gestire grazie alla ventola Eco Fan reversibile che mantiene pulita la griglia del radiatore e all'intervallo di manutenzione pari a 750 ore.

Case IH Optum AFS Connect può raggiungere i 50 chilometri orari su strada
Case IH Optum AFS Connect può raggiungere i 50 chilometri orari su strada

Altro elemento che accomuna i nuovi trattori ai predecessori è la trasmissione a variazione continua CVXDrive che permette di lavorare sempre alla giusta velocità in un range compreso tra 0 e 40 o 50 chilometri orari (raggiunti a 1.600 giri al minuto). La combinazione della CVXDrive con la funzione antiarretramento "parking" a inserimento automatico e il bloccaggio del differenziale posteriore permette al driver di controllare al meglio i mezzi.

Performante anche l'impianto idraulico: una pompa load sensing a compensazione di pressione e portata eroga 165 o 220 litri al minuto a un massimo di cinque distributori posteriori, tre ventrali (tutti elettroidraulici) e al sollevatore posteriore con controllo elettronico dello sforzo e capacità massima di 11.058 chilogrammi. Immancabile la Pto a quattro velocità (540/540E/1.000/1.000E).
Gli Optum AFS Connect sono disponibili nelle versioni Advanced o Professional e con un'ampia gamma di pneumatici (con diametro fino a 2,15 metri).

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Case IH

Autore:

Tag: innovazione macchine agricole trattori tecnologia alta potenza cabina