Innovazioni nell'industria dei derivati agrumari

Evento organizzato dal Cra-Acm. Acireale (Ct), venerdì 25 maggio

Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

convegno-innovazioni-industria-derivati-agrumari-25-maggio-2012.jpg

Acireale (Ct), venerdì 25 maggio 2012

Il Centro di ricerca per l'agrumicoltura e le colture mediterranee, Cra-Acm, organizza l'incontro intitolato 'Innovazioni nell'industria dei derivati agrumari' che si terrà a Acireale (Ct) il prossimo venerdì 25 maggio.

La quantità di agrumi siciliani destinata alla trasformazione industriale nel corso dell'ultimo ventennio è notevolmente aumentata, in relazione alle difficoltà crescenti di collocamento sul mercato del prodotto fresco e al progressivo aumento della domanda di alcuni derivati, tra i quali i succhi di arancia rossa. Questo interesse del mercato fa comprendere come lo sviluppo dell'industria di trasformazione degli agrumi possa contribuire a rilanciare l'economia e l'occupazione in Sicilia. Occorre quindi favorire la creazione di un patto che coinvolga le imprese operanti nei diversi segmenti della filiera agrumicola e i soggetti pubblici e privati impegnati nel campo della ricerca e dell'innovazione, al fine di potenziare il grado di integrazione e per sviluppare nuovi prodotti capaci di soddisfare le esigenze dei consumatori.

In questo contesto il 'Centro di testing per l'industria dei derivati agrumari' che opera all'interno del Cra-Acm, grazie ad un finanziamento della Regione Siciliana, potrà svolgere il ruolo di strumento efficace di crescita dando la possibilità ai tecnici dell'industria, ai ricercatori e agli imprenditori di entrare in relazione e scambiare informazioni per elevare il livello di conoscenza comune, usufruendo così di un valido supporto in grado di determinare nuove opportunità di sviluppo.

 

 

Scarica il programma in formato pdf


 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.559 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner