iPhone, l'agricoltura in diretta

Bologna, Coldiretti Emilia Romagna e Arga Emilia Romagna presentano l'applicazione per acquistare direttamente dal produttore

Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

iphone-foto-by-cs-il-instagram3.jpg

E' stata presentata la prima applicazione per iPhone che informa su dove trovare l’azienda che fa vendita diretta
Fonte foto: Foto by Cristiano Spadoni

La tendenza in crescita dei cittadini a rivolgersi direttamente agli agricoltori ha spinto la Coldiretti Emilia Romagna a mettere a punto la prima applicazione per iPhone che informa su dove trovare l’azienda che fa vendita diretta o l’agriturismo che offre ristoro e ospitalità. 

I vertici di Arga Emilia Romagna sono intervenuti alla presentazione di questa innovazione presso la sede della Coldiretti di Bologna: l’assessore regionale all’Agricoltura, Tiberio Rabboni, il presidente della Commissione regionale Attività produttive, Franco Grillini, e il direttore generale dellaFfondazione Campagna Amica, Toni de Amicis.

Gli utenti di iPhone che si trovano in Emilia Romagna potranno ricevere informazioni su aziende e mercati di Campagna Amica nei quali acquistare prodotti a km 0 e agriturismi di Terranostra, l’associazione agrituristica di Coldiretti. 

I cittadini – comunica Coldiretti – avranno a disposizione informazioni sui prodotti di 3.500 aziende e 80 mercati di Campagna Amica e di oltre 400 aziende agrituristiche per la ristorazione e l’ospitalità.

Per Arga Interregionale sono intervenuti il presidente, Lisa Bellocchi, e il vice presidente vicario Emilio Bonavita. Il segretario generale dell’Unaga, Roberto Zalambani, dopo aver partecipato alla consegna degli 'Oscar Green' delle aziende innovative di Giovani Impresa Coldiretti, in un indirizzo di saluto ai partecipanti, ha sottolineato l’impegno dell’Unaga e delle Arga a formare i comunicatori specializzati e, nello specifico, a mettere in rete i giovani imprenditori agricoli e i giovani giornalisti anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.621 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner