Le peronosporacee minacciano molteplici colture, mortificando le produzioni quali-quantitative di vite, solanacee, cucurbitacee e di altre colture orticole, come per esempio le lattughe. La protezione delle piante da questi patogeni deve quindi essere garantita dalle più opportune strategie di difesa, basate queste non solo su razionali approcci agronomici, bensì anche su programmi fitosanitari razionali ed efficaci per tempi e numero di applicazioni, come pure funzionali alle più moderne strategie anti resistenza.


Quanto a tempi di intervento, l'approccio preventivo è sempre da prediligere al fine di non consentire mai ai patogeni di colonizzare i tessuti vegetali. Quanto a gestione delle resistenze vale poi sempre il consiglio di alternare sostanze attive a differente meccanismo d'azione, oppure di impiegare miscele capaci di apportare nel medesimo trattamento soluzioni ad alto grado di complementarità d'azione. Proprio in tal senso ha investito Sipcam Italia, mettendo a punto Vitene Ultra Pack, un pratico "twin" basato su due antiperonosporici dalla comprovata efficacia e dalle caratteristiche particolarmente diverse e complementari


Vitene Ultra Pack alla lente

Il packaging del twinpack della Casa italiana è stato realizzato a corpo unico e dotato di maniglia centrale, quindi pratico da stoccare, trasportare e gestire, presentando i due componenti separati volumetricamente in funzione dei volumi specifici di impiego. Nel primo flacone sono presenti infatti 3 litri di Arnos SC, una sospensione concentrata contenente ametoctradina in ragione di 200 grammi per litro, mentre nel secondo flacone è contenuto un litro e mezzo di Vitene Ultra SC, anch'esso formulato come sospensione concentrata ma basato sull'efficacia di cimoxanil, di cui ne contiene 225 grammi per litro. Una confezione di Vitene Ultra Pack è quindi sufficiente per trattare 2-2,5 ettari


Caratterizzati entrambi i prodotti da ottimo profilo eco-tossicologico e residuale, si mostrano strumenti ideali da impiegare nella composizione dei più efficaci e moderni programmi di difesa integrata e a residuo controllato, beneficiando in tal senso anche delle più opportune Import Tollerance per i principali paesi importatori di vino.


I vantaggi in campo

Le due sostanze attive offerte dal twin-pack di Sipcam Italia sono caratterizzate da aspetti fisico-chimici e biochimici differenti. Ametoctradina beneficia di elevata lipofilia, ridistribuendosi omogeneamente nelle cere vegetali e resistendo in tal modo al dilavamento dovuto a eventuali piogge. Ciò ne fa la sostanza attiva ideale per le strategie preventive, realizzando una barriera protettiva di lunga durata contro la peronospora. Cimoxanil è invece caratterizzato da azione citotropico-translaminare, riuscendo a raggiungere quindi le ife fungine che fossero eventualmente riuscite a penetrare nelle foglie, come pure inibendo il rilascio delle zoospore. 


Soluzione antiresistenze

Anche dal punto di vista dei meccanismi di azione ametoctradina e cimoxanil mostrano un elevato grado di complementarità. La prima sostanza attiva appartiene infatti alla nuova classe chimica delle pirimidilamine e agisce sulle peronosporacee a livello mitocondriale, inibendo il complesso III della catena di trasporto degli elettroni. La sua attività biologica si espleta soprattutto inibendo zoospore e zoosporangi. Cimoxanil appartiene invece alla famiglia chimica delle acetammidi e colpisce i patogeni su processi biochimici differenti, ovvero sulla sintesi degli acidi nucleici e degli aminoacidi, espletando una spiccata azione endoterapica atta a inibire lo sviluppo nelle prime fasi di accrescimento. 


La combinazione delle due sostanze attive garantisce quindi una forte azione preventiva, ma permette anche di rimediare a eventuali ritardi nei trattamenti, magari dovuti a condizioni meteo che ne hanno impedito l'applicazione. Il tutto, ricordando però che la retroattività curativa di cimoxanil è bene non venga stressata oltre le 24 ore dall'evento infettante. 
Grazie quindi alle caratteristiche su esposte, le applicazioni di Vitene Ultra Pack garantiscono eccellenti livelli di efficacia, offrendo al contempo uno strumento di elevata utilità anche in ottica antiresistenze.


Vitene Ultra Pack: consigli di impiego

I campi di applicazione di Vitene Ultra Pack sono ampi e diversificati. Si spazia infatti dalla vite, da vino e da tavola, coprendo anche numerose colture orticole di pregio fra le solanacee, le cucurbitacee, nonché lattughe e spinaci. I tempi ideali di applicazione cadono a partire dalla fase di allegagione, a seguire gli usuali trattamenti con fungicidi sistemici, per un massimo di tre applicazioni per stagione.

 

sipcam-vitene-ultra-pack-confezione-2022.jpg

sipcam-vitene-ultra-pack-2022.jpg
Vitene Ultra Pack: la soluzione anti resistenze Fonte foto: Sipcam