Lavorazione sottofila? Ci pensa Berti EcoRow/D

Predisposta per l'applicazione di dischi a stella e a dito, la nuova diserbatrice meccanica assicura un'esecuzione veloce ed efficiente delle operazioni interfilari, nonché un impatto ambientale ridotto

Serena Giulia Pala di Serena Giulia Pala

Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

berti-ecorowd-in-vigneto.jpg

Berti EcoRow/D al lavoro
Fonte foto: © Agronotizie

Oggi le aziende biologiche e attente alla sostenibilità ambientale hanno una valida alleata nelle lavorazioni meccaniche del terreno sottofila e nei diserbi eco-friendly in vigneto e frutteto. Si tratta della nuova diserbatrice meccanica interceppo Berti EcoRow/D (dove D sta per doppia), che permette di velocizzare e ottimizzare le operazioni tra i filari e, nello stesso tempo, di rispettare l'ambiente.

"Lavorando su entrambi i bordi dello spazio interfilare, l'EcoRow doppia risulta una macchina più bilanciata e quindi più facile da guidare rispetto alla EcoRow singola - afferma Massimo Maiorano, commerciale Italia di Berti Macchine Agricole - che opera su un solo lato dell'interfila".

Vista per la prima volta a Fieragricola 2018 e lanciata ufficialmente lo scorso aprile, la diserbatrice si distingue da altre soluzioni per l'assenza di impianti idraulici sofisticati, che - particolarmente delicati - spesso si scaldano o si danneggiano durante le attività in campo.
"Poiché l'EcoRow possiede un solo dispositivo idraulico, cioè il doppio martinetto indipendente con tubi e innesti rapidi, la nuova attrezzatura richiede minori interventi di manutenzione rispetto ad altri sistemi interfilari e - spiega Maiorano - evita perdite di olio idraulico, che inquina il terreno".

Diserbatrice meccanica interceppo Berti EcoRow/D

 

Equipaggiamento d'eccellenza per l'EcoRow/D

L'ultima proposta del brand veronese monta di serie sia il doppio martinetto indipendente, che esegue la regolazione idraulica dei bracci del telaio portante doppio variando la larghezza di lavoro da un minimo di 180 ad un massimo di 280 centimetri, sia l'attacco a tre punti reversibile (Categorie I-II). Altri componenti standard sono le guide scorrevoli su profilo estruso Berti e le due ruote d'appoggio in ferro.

Sono offerte in opzione le alzate idrauliche del corpo con tubi e innesti rapidi, che - a detta di Maiorano - "permettono di alzare un lato del macchinario indipendentemente dall'altro al termine dei filari e si rivelano ideali per lavorare in vigneti a spina di pesce, con lunghezza dei filari variabile"
Tra gli optional dell'EcoRow/D, si segnalano anche due ruote d'appoggio in gomma, i dischi a stella - realizzati in acciaio speciale - e i dischi a dito, prodotti in gomma e caratterizzati da un diametro compreso tra 54 e 70 centimetri.
 
Nuova diserbatrice meccanica Berti EcoRow/D
Nuova diserbatrice meccanica Berti EcoRow/D

Installate anteriormente sul telaio, le "stelle" lavorano in posizione verticale rispetto al suolo e parallela alle piante in modo tale da rompere la crosta superficiale del terreno e riversarla nello spazio sottofila del filare. Dal canto loro, i dischi a dito sono posizionati posteriormente e si muovono orizzontalmente al terreno per eliminare le erbe infestanti cresciute tra le piante.

 

Una diserbatrice, quattro allestimenti

L'EcoRow/D è disponibile in quattro modelli che differiscono per il numero di dischi a stella montati per lato, variabile da due a cinque. La versione con due dischi è contraddistinta da una larghezza pari a 172 centimetri, che arriva a 184, 196 e 208 centimetri nelle versioni con tre, quattro e cinque dischi. Lo spazio tra i dischi installati sullo stesso lato è pari a 6 centimetri.
 
Berti EcoRow/D in vigneto
Berti EcoRow/D in vigneto

Tutti i modelli dell'attrezzatura hanno in comune la lunghezza (145 centimetri) e l'altezza (110 centimetri), mentre differiscono per il peso. Quest'ultimo varia tra 440 e 500 chilogrammi nei quattro allestimenti base, tra 510 e 570 chilogrammi nei quattro allestimenti dotati di ulteriori accessori.

In ogni caso, le EcoRow/D possono essere abbinate - in posizione sia anteriore sia posteriore - a trattori con potenze comprese tra 50 e 100 cavalli e con guida retroversa.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 256.142 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner