Revisione, il solito groviglio all'italiana?

Scade il prossimo 30 giugno il termine di presentazione dei decreti interministeriali che dovrebbero portare il provvedimento ad essere attuativo il 31 dicembre prossimo

Michela Lugli di Michela Lugli

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

ctctt-trattori-epoca-1.jpg

Revisione, si avvicina la scadenza del 30 giugno 2015
Fonte foto: Agronotizie

Manca meno di una settimana alla scadenza, frutto già di proroga o meglio di "Mille proroghe", del 30 giugno 2015: entro questa data dovrebbero vedere la luce i Decreti attuativi interministeriali utili a rendere operativa la revisione il prossimo 31 dicembre.

Ad oggi sembra tutto immobile e ci chiediamo se qualcosa si muoverà il 30 giugno prossimo.

"Gli iter parlamentari italiani sono purtroppo lenti - ha affermato Massimo Goldoni, presidente FederUnacoma interrogato in una conferenza stampa sulla questione.
Stando alle mie fonti, l’approvazione per decreto dovrebbe essere imminente, entro metà anno, e dovremmo vedere a breve i decreti attuativi per per essere operativi al primo gennaio 2016".

Qualche dubbio lo mette in campo anche il presidente FederUnacoma, che però dichiara di attenersi alle comunicazioni ufficiali e aggiunge una considerazione su quanto sia arduo comprendere come si possano conciliare discorsi sulla sicurezza e sugli incidenti sul lavoro. In questo campo il settore agricolo, pur con forti cali negli ultimi anni, resta tra i più colpiti, e sarebbe pericoloso permettere la libera circolazione di macchine vecchie di 30 o 40 anni mai controllate.

"Comunque - rassicura Goldoni - forniremo informazioni in merito non appena ci sarà qualche certezza".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 202.542 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner