IMPRONTA E FRESCOBALDI, LA CORRETTA NUTRIZIONE DEL VIGNETO

Sieci, incontro tecnico divulgativo
Si è svolto a Sieci (Firenze) un incontro tecnico a cura di Impronta per l'azienda Frescobaldi, famiglia fiorentina produttrice di grandi vini toscani

Questo articolo è stato pubblicato oltre 12 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Foto Frescobaldi_250.jpg

Il gruppo Frescobaldi, grandi vini toscani

Si è svolto a Sieci, in provincia di Firenze l’incontro tecnico-divulgativo sulla Nutrizione del vigneto tenuto da Impronta per gli agronomi delle aziende Frescobaldi, una famiglia fiorentina dedita da trenta generazioni alla produzione di grandi vini toscani con oltre mille ettari di vigneti, nove tenute in Toscana e una distribuzione di qualità in oltre 65 Paesi del mondo.
Con l'obiettivo di essere il più prestigioso produttore toscano di vino, Frescobaldi punta sull'eccellenza delle proprie uve, investendo nella comunicazione e nella professionalità delle risorse umane. In questa direzione si è mossa anche Impronta srl, che ha coinvolto gli agronomi in una tavola rotonda sul ruolo strategico dei principali elementi nutritivi nel vigneto, seguita da alcuni consigli per ottimizzare la concimazione del vigneto, con particolare riferimento alla concimazione post-vendemmia ed alla tecnica della fertirrigazione.
Impronta dimostra così tutto il suo interesse e la sua professionalità nei confronti di una viticoltura di qualità, consapevole che la corretta gestione della concimazione è alla base dell’ottenimento di vini pregiati con un alto valore aggiunto.

In foto: alcuni rappresentanti del gruppo Frescobaldi. In alto da sinistra: Gianni Moggi, Fabio Dini, Riccardo Morandi, Marco Viciani, Francesco Vivoli; in basso: Andrea Locci, rivenditore e Michele Brandi, viticolo di Frescobaldi.

Per informazioni:
Impronta srl - Fertilizzanti Speciali
Via A. Meucci, 5 - 50015 Grassina Bagno a Ripoli (Fi) - Tel. 055 646271 Fax 055 6462777 info@impronta.biz www.impronta.biz

Fonte: Agronotizie

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 188.820 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner