Mais: la protezione deve essere Ultra

Syngenta propone Force® Ultra contro i parassiti terricoli che attaccano le radici del mais. Una protezione sicura, efficace e duratura

Contenuto promosso da Syngenta Italia
syngenta-campo-mais.jpg

Tutta la protezione nelle fasi iniziali, con un solo prodotto

La stagione 2020 inizia sulle scorte di un inverno particolarmente tiepido e asciutto in molte aree maidicole italiane. Ciò lascia intuire semine condizionate dal meteo, con le aree a terreni più sciolti, come quelli per esempio del bresciano, che potrebbero essere seminate già entro poche settimane.

Non solo le incertezze meteo disturbano i sonni dei maiscoltori, però. Anche i parassiti terricoli giocano un loro ruolo importante e vanno perciò affrontati con le debite attenzioni. Se contro un meteo bizzarro vi è infatti poco da fare, contro insetti quali diabrotica ed elateridi il mais può essere protetto fin da subito in modo efficace e sicuro.

Contro di essi Syngenta schiera infatti Force® Ultra, geoinsetticida da distribuirsi nel solco di semina al fine di proteggere la coltura fin dalle primissime fasi di germinazione. Force® Ultra mantiene infatti la propria efficacia dal momento della semina, anche quando effettuata precocemente come potrebbe avvenire nel 2020, fino alla schiusa delle uova. Force® Ultra è cioè la soluzione ottimale contro le larve di diabrotica ed elateridi che attaccano gli apprati radicali del mais.


Force® Ultra alla prova del campo

Contro diabrotica, Force® Ultra si applica alla dose di 12,2 chili per ettaro, mentre le dosi possono variare da 7 a 12,2 chili per ettaro per il controllo degli elateridi.

La sua ottima granulometria ne consente una distribuzione omogenea e pulita, grazie al supporto di sepiolite e al peso specifico pari a 0,76 grammi per centimetro cubo. La distribuzione capillare del prodotto nel terreno permette di esaltare anche l'azione in fase di vapore di teflutrin, la sostanza attiva di Force® Ultra, capace quindi non solo di agire per ingestione e contatto, bensì anche di dissuadere le larvette dall'avvicinarsi alle radici della coltura.

Da prove pluriennali di campo, Force® Ultra ha infatti dimostrato di elevare le rese mediamente del 16% rispetto ai non trattati, grazie alla maggiore salubrità degli apparati radicali, forieri di maggior sostegno alle piante quanto ad acqua e nutrienti.