Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Castello Banfi, con Fitogest+ è tutto più smart

Intervista di AgroNotizie a Davide Grassi, tecnico della rinomata azienda vitivinicola toscana Castello Banfi, fra i clienti più fedeli di Fitogest+, la banca dati sugli agrofarmaci di Image Line

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

castello-banfi-fonte-castello-banfi.jpg

Castello Banfi ha una lunga tradizione sui grandi rossi toscani
Fonte foto: Castello Banfi

Castello Banfi è una lunga storia toscana di oltre quarant’anni fatta di passione per il vino. La tenuta Castello Banfi si trova a Sud di Montalcino, al confine con la Val D’Orcia, dove si estende una proprietà di 2.830 ettari, coltivati per circa un terzo a vigneto, mentre la restante parte si divide fra oliveti, frutteti (susini), bosco e terreni incolti. A questo si aggiunge il progetto di Banfi Piemonte, con una proprietà fra i comuni di Novi Ligure e Acqui Terme di circa 50 ettari, di cui 46 a vigneto. In Toscana Banfi si trova poi anche a Bolgheri con una tenuta per la produzione del Bolgheri Doc, oltre che in Maremma, per la produzione del Vermentino e nel Chianti, per la produzione del Chianti Classico.

Il nostro core business è naturalmente la produzione di vino, ci presentiamo con un'offerta molto variegata, con i rossi che rappresentano sicuramente perni fondamentali della nostra produzione – sottolinea Davide Grassi, tecnico di Castello Banfi – si parte dai grandi vini di Montalcino, come il Brunello, il Rosso e il Moscadello. A queste si aggiungono denominazioni toscane importanti come il Chianti, a Bolgheri”.

La rinomata azienda è da sempre utilizzatrice del servizio di Image Line Fitogest+, per la consultazione della banca dati sugli agrofarmaci sempre costantemente aggiornata con la normativa vigente. “E’ da quando è stato lanciato il servizio che Fitogest+ ci supporta nel nostro lavoro quotidiano in campo – spiega Grassi – in particolare ci aiuta nella gestione dei dosaggi e nel numero dei trattamenti per coltura e prodotto. Se ci aggiungiamo che è facilmente consultabile in tempo reale e la normativa è continuamente aggiornata, il lavoro in campagna viene semplificato. Fitogest+ rende più facile lavorare, ed è per questo che continuiamo a sceglierlo”.