JCB sempre più in alto con i sollevatori Loadall Serie 3

Il marchio britannico rinnova la gamma di sollevatori telescopici agricoli. Più potenza, più sicurezza e più comfort dell'operatore gli obiettivi raggiunti con Loadall Serie 3

Info aziende
jcbloadallserie-3.jpg

I sollevatori telescopici frontali JCB Loadall Serie 3 sono versatili e potenti
Fonte foto: JCB

JCB rafforza il suo posizionamento nel segmento dei sollevatori telescopici per il settore primario con il lancio di Loadall Serie 3. Una gamma rinnovata, pensata per offrire maggiori prestazioni in termini di capacità di sollevamento, più sicurezza e comfort per l'operatore grazie alla nuova cabina Command Plus.

In cabina, oltre che all'esterno, sono presenti i comandi per il ritorno a zero della pressione dell'attrezzatura, mentre l'introduzione dei Telai Swai, con livellamento idraulico opzionale sull'assale anteriore, garantisce una precisione ottimale del posizionamento del carico.

"Poco più di quaranta anni fa, il sollevatore telescopico JCB Loadall ha presentato agli agricoltori una rivoluzione nella gestione meccanizzata dei materiali. Inoltre, grazie alle successive innovazioni tecnologiche dei motori JCB, il sistema idraulico intelligente e cambi avanzati, il movimentatore telescopico continua ad offrire produttività, prestazioni, durabilità e un rapporto costi/benefici eccezionali", ha dichiarato Tim Burnhope, responsabile innovazione e crescita di JCB. "Il design Command Plus porta una trasformazione nella visibilità anteriore e superiore che definisce nuovi standard per la produttività, la sicurezza e la facilità di guida dell'operatore: è una cabina senza compromessi".
 
Il modello JCB Loadall Serie 3 542-70
Modello JCB Loadall Serie 3 542-70
 

Quattro modelli per la nuova gamma Loadall Serie 3

Sono quattro i modelli della gamma Loadall Serie 3 che hanno subito un rinnovamento: il 538-60 con un'altezza di sollevamento di 6 metri, il 532-70 e il 542-70 con un'altezza di sollevamento di 7 metri, e il 536-95 con un'altezza di sollevamento di 9,5 metri. Il 560-80 per carichi pesanti e movimentazione di materiale sfuso con un'altezza di sollevamento di 8 metri e dalla capacità di sollevamento di 6 tonnellate rimane immutato e anche il 536-70 LP non ha subito variazioni con la sua cabina a profilo ribassato per applicazioni ad altezza ridotta.
 
Il sollevatore Loadall Serie 3 con pala
Sollevatore Loadall Serie 3 con pala

Di nuovo c'è anche il cambio powershift TorqueLock 4 da 40 chilometri orari con bloccaggio del convertitore di coppia a quattro velocità per il motore da 81 kW (109 cavalli), per fornire prestazioni di livello superiore e maggiore risparmio di carburante durante il viaggio e il traino rispetto al normale cambio da 30 chilometri orari a quattro velocità. Rimangono invece invariati i propulsori: i motori JCB EcoMAX da 4,4 litri e da 4,8 litri offrono una gamma di potenze da 55 kW, 81, 93 kW e 108 kW (75, 109, 125 e 145 cavalli).
 

Loadall Serie 3 più vivibile con la cabina Command Plus

Per offrire all'operatore un ambiente di lavoro confortevole e aumentare la produttività della macchina, JCB ha voluto introdurre nella gamma Loadall Serie 3 la nuova cabina Command Plus che coniuga praticità di utilizzo e comfort. La cabina, più silenziosa, più larga e più lunga, offre una migliore posizione di guida, comandi facili da individuare e un display strumenti più ampio e informativo.

I materiali utilizzati per la cabina Command Plus riducono la rumorosità del 50% e le ampie superfici vetrate che arrivano fin sopra la testa dell'operatore, per tenere d'occhio i carichi sospesi, offrono una ampia visibilità sull'ambiente circostante.
 
La nuova cabina Command Plus
Nuova cabina Command Plus

Secondo Tim Burnhope: "Una lastra di vetro curva monoraggio sarebbe stata la soluzione più semplice, ma è stata scartata perché avrebbe posizionato il parabrezza troppo vicino al volto del conducente. Perciò abbiamo optato per una soluzione più sofisticata: un design multiraggio che mantiene un senso di spaziosità dietro al volante senza distorcere la visuale esterna, offrendo inoltre un campo visivo continuo dal bordo inferiore ribassato del vetro a quello superiore sopra alla testa dell'operatore".

La nuova cabina JCB Command Plus, risultato di studi approfonditi di ingegneria ed ergonomia, è più spaziosa e dotata di un layout dei comandi più ordinato.
 
La nuova cabina Command Plus offre ampia visibilità
La nuova cabina Command Plus offre ampia visibilità
 

Attenzione all'ergonomia e alla climatizzazione interna

Sulla gamma Loadall Serie 3 è stato inserito il joystick elettroidraulico per gestire il braccio e l'attrezzatura, la marcia in avanti e la retromarcia nonché l'alimentazione idraulica ausiliaria per l'estremità del braccio. C'è la possibilità di montare il joystick a destra del sedile del conducente o sullo stesso sedile se a sospensione pneumatica.

Abbandonati gli interruttori basculanti, JCB ha sposato quelli a membrana di gomma, collocati lungo il joystick insieme a un comando di selezione rotativo per utilizzare i menù e selezionare le funzioni sul nuovo display strumenti, simile a un tablet 'sospeso' davanti al montante destro della cabina.
 
La gamma Loadall Serie 3 offre massima visibilità anche al calare del buio
La gamma Loadall Serie 3 offre massima visibilità anche al calare del buio

Gli unici comandi ancora posizionati davanti all'operatore sono quelli per il condizionatore, ora dotato di un'opzione di climatizzazione automatica. Il sistema di ventilazione è totalmente nuovo, con un incremento del 10% nel volume del flusso d'aria e una opzione sbrinamento molto efficace.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.679 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner