Vivaista 4.0, l'innovazione varietale passa dall'Università

A cura dell'Università degli Studi della Tuscia, anteprima il 4 giugno 2020 per la laurea triennale professionalizzante L-25 in Produzione sementiera e vivaismo

laurea-produzioni-sementiere-vivaismo-uni-tuscia-2020-webinar2.jpg

L'evento online è programmato per il 4 giugno 2020, ore 9.30

Frutticole, orticole, estensive: l'Italia vanta grandi primati nella capacità di innovare nelle produzioni sementiere e vivaistiche. In un momento in cui la disponibilità di manodopera specializzata è di grande attualità il mondo della formazione offre un'opportunità in più per chi cura uno degli anelli fondamentali delle produzioni vegetali: il vivaismo frutticolo e orticolo e le produzioni sementiere.

A farlo è il dipartimento di Scienze agrarie e forestali dell'Università degli Studi della Tuscia - sottoscrittore fra l'altro di un protocollo di intesa per la formazione e la divulgazione con Image Line - che promuove il primo corso di laurea professionalizzante su questo tema. L'ateneo aprirà le porte "virtuali" a tutti gli studenti e professionisti che vorranno saperne di più grazie ad un webinar programmato per il 4 giugno 2020 alle 9.30. A Cristiano Spadoni di AgroNotizie e Plantgest® è affidata la moderazione del dibattito conclusivo.

Un professionista 4.0, utente attivo di strumenti digitali ed esperto dei processi di innovazione, potrà rispondere alla domanda di personale specializzato degli attori di un settore che è caratterizzato da oltre 27mila aziende del comparto florovivaistico che impiegano 100mila addetti e che coltivano 30mila ettari(1). A queste si aggiungono le realtà impegnate nella produzione e moltiplicazione delle sementi: basti pensare al valore del mercato delle sementi all'ingrosso nel nostro paese che sfiora i 700 milioni di euro (escluso il valore dei trattamenti) e dove le specie orticole primeggiano per il valore generato (200 milioni di euro), seguite dai cereali (140 milioni) e dal mais (130 milioni)(2).

Un segnale dell'attenzione al tema dell'innovazione varietale è dato dai numerosi accessi che vengono effettuati online sul portale specializzato Plantgest®, che ha conteggiato oltre 34mila ricerche uniche - negli ultimi 12 mesi - di informazioni legate a specie agrarie, al fine di poter confrontare schede tecniche di colture e varietà, calendari di maturazione, notizie su brevetti e approfondimenti agronomici.

Professione e competenze saranno dunque il focus del webinar che sarà trasmesso online su https://www.youtube.com/user/VideoUniTuscia
È già possibile anticipare domande ai relatori tramite l'apposito form; ulteriori richieste potranno essere fatte anche in diretta durante il live streaming.
 

Programma dell'evento

Saluti istituzionali:

  • Stefano Ubertini, rettore dell'Università degli Studi della Tuscia
  • Nicola Lacetera, direttore del dipartimento di Scienze agrarie e forestali (Dafne)
  • Sabrina Diamanti, presidente Consiglio ordine nazionale dottori agronomi e dottori forestali (Conaf)

Interventi programmati
Modera: Giuseppe Colla, dipartimento Dafne

  • Giuseppe Carli, presidente Assosementi - Il settore sementiero italiano: professionalità e competenze specifiche per essere competitivi
  • Leonardo Capitanio, presidente Anve - Il settore vivaistico italiano e i bisogni di competenze specifiche
  • Francesco Rossini, dipartimento Dafne - Il corso di laurea in Produzione sementiera e vivaismo
  • Giuseppe Colla, direttore dell'Azienda agraria Ds 'Nello Lupori' - ll ruolo dell'azienda agraria nella ricerca e formazione di competenze nel settore sementiero e vivaistico
  • Renato Ferretti, Conaf - La professione del laureato in Produzione sementiera e vivaismo
  • Paola Adami, presidente Itasf; Andrea Colantoni, dipartimento Dafne - ll laureato in Produzione sementiera e vivaismo: una opportunità di formazione per i diplomati


Conclusioni e dibattito | Modera: Cristiano Spadoni, reporter di www.Plantgest.com & www.AgroNotizie.it

Per informazioni:
professor Francesco Rossini (rossini@unitus.it)
Sito internet: www.dafne.unitus.it Orientamento Dafne: professor Stefano Speranza, professor Sergio Madonna
Per tutta la durata dell'Open Day sarà attivo lo sportello online di orientamento orientamentodafne@unitus.it


Grazie al progetto AgroInnovation Edu di Image Line http://www.agroinnovationedu.it, i partecipanti al corso di laurea potranno accedere al software Fitogest®+, che permette reperire informazioni su sostanze attive e agrofarmaci autorizzati per l'utilizzo in vivai, semenzai, pieno campo e coltura protetta.



(1) Fonte: Anve, Annuario 2019
(2) Fonte: Assosementi

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 232.918 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner