Trenta giorni di protezione

A base di etoprofos, Mocap di Certis Europe è il geodisinfestante ideale per la protezione di patata, ortaggi, tabacco, agrumi e colture floreali e ornamentali

Contenuto promosso da Certis Europe
Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

certis-mocap-2015.jpg

Mocap di Certis

Il piano di campagna può nascondere alla vista numerose avversità telluriche, come per esempio nematodi galligeni e cisticoli, ovvero Meloidogyne spp., Heterodera spp e Globodera spp., ma anche larve di elateridi, nottuidi e scarabeidi, come per esempio il Maggiolino.

Forte di una consolidata tradizione fitoiatrica e di un'alevata affidabilità dei risultati in campo, Mocap di Certis Europe è in grado di controllare sia i nematodi sia i fitofagi. Essendo prodotto non fumigante, agisce per contatto proteggendo semi e piantine sin dalle prime fasi colturali dalle forme mobili presenti nel terreno. Caratterizzato inoltre da una bassa mobilità nel terreno, Mocap mostra un'eccellente rapidità di azione, la quale poi persiste per circa 30 giorni.

Etichetta e modi d'impiego


Formulato come granulare al 10% di etoprofos, Mocap è la soluzione ideale per controllare insetti terricoli e nematodi che affliggono patata, ortaggi, tabacco, agrumi e colture floreali e ornamentali.
Fra le colture orticole, Mocap può essere impiegato su brassicacee come cavolfiore e cavolo cappuccio, su solanacee come pomodoro, peperone, melanzana e patata, leguminose quali fagiolo, pisello, fagiolino, senza dimenticare preziose cucurbitacee quali cocomero, melone, zucchino e cetriolo. Infine, Mocap può essere applicato con successo nella difesa di carciofo, asparago, insalate, spinacio, ravanello, cipolla, aglio e porro. Infine, se applicato nel rispetto delle indicazioni di etichetta, Mocap non influenza il profilo residuale delle colture al momento della raccolta.

Il prodotto va incorporato nel terreno mediante fresatura, da effettuarsi immediatamente dopo il trattamento modulando profondità e dosi in funzione al target da controllare. Per esempio, Mocap dovrà essere distribuito a 15 centimetri di profondità in caso il target siano i nematodi, mentre sono sufficienti 5 – 7,5 centimetri contro gli insetti. A seguire l’incorporazione nel terreno è bene effettuare un’irrigazione con circa 5-10 millimetri di acqua.

L'etichetta di Mocap risulta particolarmente estesa e include le più importanti colture del panorama agricolo nazionale

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.628 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner