Vite e zootecnia: doppio appuntamento all'Alsia

Domani 31 marzo 2011 si parlerà di condizionalità agricola e benessere animale a Bella (Pz) e di 'mal dell'esca' a Villa d'Agri (PZ)

Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

alsia-immagine-sito-2007-11.jpg

Alsia - Agenzia lucana di sviluppo e innovazione in agricoltura

Ancora un appuntamento con i seminari divulgativi dell'Alsia, l'Agenzia lucana di sviluppo e di innovazione in agricoltura in programma a Bella (Pz) domani giovedì 31 marzo, sulla condizionalità agricola e sul benessere animale.

Organizzato dall'Azienda agricola sperimentale divulgativa dell'Agenzia 'Pantano di Pignola', l'incontro è rivolto prevalentemente agli imprenditori zootecnici, e si terrà alle ore 17.00 presso la sala del Cra-Zoe, l'Unità di ricerca in zootecnia estensiva del Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura, in via Appia, Bella scalo.

Ad illustrare i criteri della condizionalità agricola e del benessere animale, che regolano l'erogazione degli aiuti monetari previsti dalla Pac, sarà Pietro Rosa, dirigente veterinario della sezione 'Igiene delle produzioni zootecniche' dell'Azienda sanitaria di Potenza.

Sempre domani un seminario sarà dedicato al 'mal dell'esca' della vite. Appuntamento a Villa d'Agri (Pz) giovedì 31 marzo alle 17.30, nella Sala Convegni dell'Azienda agricola sperimentale dimostrativa 'Bosco Galdo' dell'Agenzia. L'incontro è rivolto a imprenditori, rivenditori, studenti, coadiuvanti, tecnici e operai agricoli. 

Il mal dell'esca della vite è una malattia antica, di cui ancora non si conoscono precisamente le cause. Si manifesta con la classica 'tigratura' delle foglie e con l'avvizzimento dei tralci, e produce danni diretti alla produzione, nonché una significativa riduzione della sanità e della longevità degli impianti. 

All'incontro di Viggiano interverranno Salvatore Frisullo, docente di Patologia vegetale presso l'Università degli Studi di Foggia, e Mario Campana del Centro di Difesa integrata dell'Azienda 'Bosco Galdo', sul corretto uso degli agro-farmaci in viticoltura.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.876 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner