Il parco macchine Naïo Technologies comprende due robot destinati all'uso agricoloOz e Dino - e uno operante all'interno dei vigneti, Ted.

Nuovo arrivato ancora in fase di sperimentazione, Orio è destinato alle operazioni di campo ma, equipaggiabile con sistemi per la lavorazione del terreno e la semina di precisione, è di dimensioni maggiori.

Presente negli Stati Uniti dal 2019 con il robot Dino, l'Azienda ha lanciato sul mercato americano in occasione del Ces 2022 i modelli Oz e Ted e ha presentato il nuovo prototipo Orio al World Ag Expo 2022.

 

Leggi anche
I robot si fanno strada nel settore agricolo

Oz, un assistente dalle mille funzioni

Oz è il primo robot prodotto dall'Azienda. Largo 47 centimetri, alto 83 e lungo 130 con una luce dal suolo di 7 centimetri, lavora in modo ottimale in contesti orticoli e vivaistici o con superfici inferiori ai 10 ettari. Il piccolo robot funziona in modo autonomo grazie al sistema di guida Gps e può gestire operazioni di zappatura, apertura dei solchi, semina, diserbo meccanico, trasporto dei carichi e traino di rimorchi.

"Il nostro storico robot Oz sarà a breve disponibile in tutti gli Stati Uniti grazie ad una rete di distribuzione attualmente in fase di sviluppo" commenta Julien Laffont, Strategy and Development manager di Naïo Technologies.

 

Il robot Oz permette di automatizzare operazioni e monitorare le colture orticole


Dino, diserbo meccanico in campo

Dino, grazie alle sue dimensioni maggiori, è stato progettato per lavorare con diverse colture orticole (ad esempio insalata, carote, fagioli, cipolla, barbabietole e porri) su appezzamenti fino a 25 ettari e raggiunge velocità di 3-4 chilometri orari.

Il robot rileva i filari delle colture per diserbare il più vicino possibile alle piante grazie a un sistema di guida autonoma che combina le informazioni del Gps e di altri sensori. Ha un grado precisione di circa 2 centimetri.

"Con il robot agricolo autonomo Dino, Naïo risponde alla necessità di ridurre l'uso di agrofarmaci per garantire una produzione agricola sostenibile" spiega Ingrid Sarlandie, coo di Naïo Technologies.

 

Il robot Dino permette di eseguire un diserbo meccanico preciso ed efficiente


Ted, versatilità e intelligenza nei vigneti

Ted è stato invece pensato per il diserbo meccanico dei vigneti. Presentato per la prima volta a Fira 2020, era finora un'esclusiva europea. Nominato vincitore del Ces 2022 Innovation Awards nella Categoria Robotica, il robot intende fornire un valido strumento a tutti coloro che sono alla ricerca di soluzioni per ridurre l'utilizzo degli agrofarmaci.

Grazie alla propulsione totalmente elettrica, al sistema di sicurezza brevettato e alla presenza di camere destinate al riconoscimento dell'interfila del vigneto e delle infestanti, Ted permette un diserbo meccanico efficiente, preciso e privo di danni per la coltura.

"In Francia, Ted è già al lavoro per grandi marchi vitivinicoli, come Hennessy and Grands Chais de France, e sarà presto disponibile anche sul mercato americano" commenta Julien Laffont.

 

Il robot Ted si muove agilmente tra i filari eseguendo un diserbo preciso e senza danneggiare la coltura


Orio, robot tuttofare

Vista l'accoglienza positiva del robot Ted, l'Azienda d'oltralpe ha deciso di portare fin da subito anche negli Usa il nuovo prototipo Orio, introdotto recentemente in Europa a Fira 2021. Presentato in America durante il World Ag Expo 2022, Orio è stato inoltre selezionato tra i top dieci nuovi prodotti.

Orio, come gli altri modelli di casa Naïo, è completamente elettrico e autonomo: grazie alle batterie integrate può operare fino a 12 ore con una velocità massima di circa 3-4 chilometri orari.

Il robot, grazie alla guida basata su Gps e telecamere e a un algoritmo di intelligenza artificiale che sfrutta i sensori istallati a bordo, offre elevata precisione e grande versatilità nelle operazioni di diserbo e nell'utilizzo delle attrezzature collegate. Orio può difatti trasportare qualsiasi attrezzo nella parte posteriore grazie alle dimensioni generose e al suo attacco a tre punti. Ad esempio, può essere impiegato per la semina di precisione, che garantisce risultati migliori se combinata con il diserbo.

"Orio è un'alternativa sostenibile all'uso di erbicidi che rispetta i suoli e migliora le condizioni di lavoro. Offre una soluzione di agricoltura sostenibile, funzionale e intelligente che combina tecnologie all'avanguardia nella robotica e nell'intelligenza artificiale" spiega Ingrid Sarlandie.

 

Il nuovo robot porta attrezzi Orio è destinato principalmente alle colture industriali

naio-oz-dino-ted.jpeg
I robot per l'agricoltura di Naïo Technologies, da sinistra Oz, Dino e Ted Fonte foto: Naio Technologies