Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Dai piccoli ai grandi, le novità di Merlo ad Eima 2018

New entry, implementazioni di gamma e anteprime del "futuro Merlo": tutto questo sullo stand della kermesse bolognese

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

Info aziende
merlo-mf349-eima.jpg

Il nuovo MF34.9 presentato da Merlo ad Eima
Fonte foto: Agronotizie

Anche ad Eima 2018 il Gruppo Merlo ha confermato la sua leadership nel campo dei sollevatori telescopici. Ma non solo. L'esposizione biennale organizzata da FederUnacoma è stata anche l'occasione per fornire i numeri aggiornati dell'andamento del Gruppo.
Nel 2017 l'azienda di Cuneo ha registrato un aumento del 15,1% delle vendite (mercato globale), che si vanno a sommare ad un +5,4% del 2016. A guidare la classifica dei paesi che prediligono le soluzioni Merlo c'è la Francia (20,1% del fatturato), seguita dalla Germania (18,5%) e dalla Gran Bretagna (15,%). L'Italia è 'solo' quarta, rappresentando il 12% del fatturato.

Visto l'andamento positivo dei prezzi dei prodotti agricoli, che si preannunciano stabili o in leggero aumento, la casa prevede che il mercato dei telescopici destinati all'agricoltura nel 2019 si manterrà in linea con quello di quest'anno o in leggera crescita.

Presente in oltre 60 paesi nel mondo con sei filiali, Merlo è leader di mercato in Belgio, Canada, Germania, Italia e Finlandia con le due anime del Gruppo (agricola e industria/costruzioni) che si ripartiscono più o meno equamente il fatturato (50% da produzioni industriali e 40% da quelle agricole. Resta un 10% delle macchine speciali). 
L'intera gamma Merlo, che va dai classici telescopici frontali fino alle autobetoniere e ai compattatori di rifiuti, viene sviluppata e costruita nei 300mila metri quadri di superficie della sede da poco ristrutturata in provincia di Cuneo, all'interno della quale sono impiegati 60 robot che lavorano ogni anno 40mila tonnellate di acciaio.

"Per Merlo l'innovazione è fondamentale e per questo investiamo ogni anno l'8% del fatturato in ricerca e sviluppo" ha dichiarato Paolo Andreone, direttore marketing e comunicazione di Merlo. "Un progetto a cui teniamo molto è quello relativo al Merlo Training and Research Center che organizza corsi di formazione e addestramento all'uso di macchine operatrici per i nostri clienti, ma non solo".
 

Le novità presentate ad Eima

Si colloca tra i top di gamma della serie Turbofarmer ad alta capacità il nuovo telescopico TF65.9 CS. Caratterizzato da prestazioni elevate anche in termini di maneggevolezza e visibilità, va ad aggiungersi ai fratelli presentati in occasione del Sima 2017 e rivisti su suolo nazionale a Fieragricola 2018. Il TF65.9CS eleva la gamma verso le alte portate (con il nuovo arrivato tocchiamo i 6.500 chilogrammi) per un'altezza operativa massima di 9 metri.

Precursore di una nuova linea prodotto che arriverà in un prossimo futuro - dotata delle soluzioni di cui il nuovo design, i nuovi assali e trasmissione di tipo EPD, la nuova cabina rinforzata con sospensione idropneumatica sono solo esempi insieme all'idraulica potenziata e ad un sistema di sicurezza MCDC evoluto e adattivo - il TF65.9CS monta un motore da 170 cavalli con cambio CVTronic. Una soluzione pensata per le imprese agricole che hanno impianti di biogas, di essiccazione e stoccaggio o sono attive in silvicoltura.
 
Nuovo Merlo Turbofarmer TF65.9 CS
Nuovo Merlo Turbofarmer TF65.9 CS

Versioni definitive dei prototipi visti a Parigi lo scorso anno, i Multifarmer Medium Duty MF34.7 e MF34.9 si caratterizzano per la loro versatilità.
Frutto delle migliorie di affinamento per una versione definitiva al top e degli accorgimenti richiesti dal processo di industrializzazione e dalla Mother Regulation, hanno una portata di 3mila chilogrammi e possono raggiungere altezze di 7 o 9 metri. Il motore da 136 cavalli lavora a stretto contatto con un cambio CVTronic o con una versione a 2 rapporti. In commercio nelle sei versioni disponibili, sono stati consegnati ai primi clienti nelle ultime settimane di ottobre 2018.
 
Merlo Multifarmer Medium Duty MF 34.9
Merlo Multifarmer Medium Duty MF 34.9

Anteprima italiana ad Eima 2018, il Panoramic ad alta capacità P120.10HM rappresenta l'upgrade della gamma precedente da cui si distingue per una nuova cabina arricchita di una nuova interfaccia utente ma, soprattutto, si differenzia per la nuova motorizzazione Tier 4 Final. Con capacità di sollevamento di 12mila chilogrammi per altezze fino a 10 metri, monta il sistema MerLIN (Merlo Local Interactive Network) per l'analisi dei parametri operativi in fase di lavoro e dispone di una pompa a cilindrata variabile Load Sensing che permette di variare la portata dell'olio adattandola alle esigenze di lavoro.

Concept dell'evoluzione futura della gamma Panoramic, la versione P72.10 - vista in anteprima ad Intermat 2018 - incarna la nuova generazione delle macchine industriali ed edili. Proprio in tal senso è pensato per quanti si occupano di agricoltura di tipo "industriale" (mangimifici ed aziende cerealicole ad esempio) che attualmente utilizzano la versione in produzione di cui questo nuovo modello, con capacità fino a 7.200 chilogrammi per un'altezza di 9,4 metri, prenderà il posto.
 
Merlo Panoramic P120.10HM
Merlo Panoramic P120.10HM

Potenzia la gamma CINGO la nuova versione EVO migliorata dal punto di vista dell'interfaccia utente e del sistema di controllo del movimento, oltre che dotata di un inedito pacchetto trasmissione che assicura maggiore resa e sicurezza grazie al freno integrato. 
Più potente tra le versioni di gamma EVO, il nuovo CINGO M12.3 EVO monta un motore diesel da 21 cavalli. Ideale per lavorare in zone collinari o di montagna, questo piccolo mezzo cingolato dalle dimensioni ridotte e dal baricentro basso, garantisce all'operatore il massimo controllo dello sterzo e della velocità che va da pochi metri fino a 5 chilometri orari.

Se il M12.3EVO ha una portata fino a 1.200 chilogrammi, il più piccolo CINGO M8.3EVO, con motore da 17 cavalli, si ferma a 800 chilogrammi. Entrambi sono dotati di una trasmissione idrostatica e motoriduttori con freno di stazionamento incorporato.
 
Merlo CINGO M12.3 EVO
Merlo CINGO M12.3 EVO

Infine, rappresenta l'evoluzione della specie per massimizzare la versatilità la trattrice porta-attrezzi MM160MC-CS da 160 cavalli con cambio CVTronic appartenente alla poliedrica famiglia TreEmme.

Nata per lavori con braccio laterale multitool - ad esempio trincia per lo sfalcio - può essere efficacemente personalizzata per l'uso di attrezzi frontali e posteriori, alimentati da una presa di potenza meccanica e/o idraulica. Completano il profilo della macchina, la presenza di molteplici tecnologie uniche made in Merlo come la cabina sospesa e la trasmissione EPD.
 
Trattrice porta-attrezzi Merlo MM160MC-CS
Trattrice porta-attrezzi Merlo MM160MC-CS

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner