Agritechnica 2015, l'innovazione è di scena con 5 ori e 44 argenti

Ricco medagliere per la fiera mondiale dedicata alle macchine agricole che aprirà i battenti il prossimo 10 novembre ad Hannover. Si distinguono Fendt, John Deere e Krone che salgono sul gradino più alto del podio

Michela Lugli di Michela Lugli

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Kuhn Italia.

medagliere-agritechnica-015.jpg

Agritechnica 2015, assegnate 5 medaglie d'oro e 44 d'argento
Fonte foto: Agritechnica

Individuate in un bacino di ben 311 registrazioni, le innovazioni premiate per l'edizione 2015 di Agritechnica, in programma dal 10 al 14 novembre con due giorni di preview l'8 e il 9, sono state 49.
Di queste, 5 hanno ricevuto la medaglia d'oro e 44 quella d'argento.

Criteri di scelta molto severi, salvaguardati da una commissione imparziale di esperti nominata dall'organizzatore della fiera - la Società agricola tedesca DLG, sono stati alla base della selezione.
 
I cinque ori
A ricevere la massima onorificenza, Fendt - Gruppo Agco, John Deere cui sono state assegnate tre medaglie d'oro e Krone

Fendt, dal campo alla strada con VarioGrip Pro
Partendo dalla casa tedesca, il prestigioso riconoscimento è stato conferito al sistema Fendt VarioGrip Pro sviluppato in collaborazione con il produttore di pneumatici ceco Mitas.
Il sistema è in grado di regolare la pressione dei pneumatici andando a risolvere i problemi di lentezza in fase di gonfiaggio e di potenza richiesta al motore a trattore fermo per l'alimentazione del compressore.
La proposta 'VarioGrip Pro' di Fendt, permette di aumentare la pressione dei pneumatici di 1 bar in soli 30 secondi nel passaggio campo-strada. Il sistema sviluppato con Mitas, utilizza un particolare pneumatico al cui interno vi è un secondo pneumatico aggiuntivo ad alta pressione che funziona da “accumulatore” consentendo di modificare velocemente la pressione di gonfiaggio. Leggi articolo.

La tripletta americana 
I tre successi collezionati da John Deere comprendono il sistema Connected Nutrient Management sviluppato in collaborazione con Land-Data Eurosoft, Vista, Rauch e Sulky.
Si tratta di un sistema per la gestione ottimizzata delle sostanze nutritive che consente l'impiego di fertilizzanti organici e chimici N e P in base alla reale necessità delle colture.  

La seconda medaglia è per il Connected Crop Protection & Chemical application manager sviluppato in collaborazione con Basf e altri partner.
Il sistema fornisce una soluzione intuitiva che aiuta gli utenti a prendere decisioni di impiego corrette, mirate e precise delle sostanze impiegate nei trattamenti. La peculiarità è l'integrazione di tutti i dati, le conoscenze e gli strumenti necessari all'utente in fase di processo decisionale sui trattamenti per rimanere conforme alle normative nazionali.

L'ultima medaglia per la casa del cervo, va al sistema John Deere ProCut che, servendosi di un metodo induttivo e due speciali sensori, controlla la distanza tra la lama e la controlama e misura l'affilatura di tutte le lame. Leggi articolo. 

Krone, il pellet espresso
L'ultima medaglia d'oro assegnata dalla giuria premia Krone per la nuova Premos 5000: una innovativa soluzione per la produzione di pellet da foraggio utilizzabile come combustibile, per lettiere o come foraggio. La macchina trebbiatrice Premos 5000 trova impiego direttamente in campo dove utilizza l'andana o in ambiente chiuso dove si serve di balle rettangolari. Leggi articolo.

Medaglie d'argento
Numerose le innovazioni premiate in questa categoria. Di seguito un elenco delle novità che saranno presenti in occasione della prossima fiera di Hannover.
  • CVT front pto della olandese Zuidberg Frontline Systems B.V., Stand C25, Hall 3. 
 
  • Stepless pto della canadese CVT Corp, Stand B09a Hall 17. Una Pdp anteriore a variabilità infinita che, all'interno di un intervallo definito, mantiene la sua velocità indipendentemente da quella del motore.
 
  • Peecon Gull Wing double tyre system (sistema a doppio pneumatico) di Peecon - Hall 25 Stand D05. È un sistema idraulico che ripiega dietro alla cabina del trattore le doppie ruote posteriori per risolvere il problema degli ingombri su strada. In campo, le ruote vengono ricollocate senza scendere dalla cabina. 
Sono dieci le medaglie d'argento collezionate dalla casa americana John Deere, presente nella Hall 13 Stad E30:
  • Intelligent Four-wheel drive migliora l'efficienza generale del trattore attivando e disattivando automaticamente la trazione integrale indipendentemente dal carico ma in funzione dello slittamento delle ruote sull'asse posteriore. Si disattiva automaticamente non appena la trazione anteriore non è più necessaria. 
  • iTEC AutoLearn, sistema di supporto per gli operatori che rileva automaticamente le sequenze di margine campo. Quando il sistema rileva una sequenza ripetuta per tre volte suggerisce la sua automazione che l'operatore può o meno accettare.
  • EZ Ballast è un sistema idraulico che aggiunge o regola la zavorra portando un risparmio di tempo e distribuendo il peso in modo equilibrato sugli assi.
  • TruSet™ primo sistema di controllo che consente di gestire e calibrare tutte le attrezzature attraverso un'unità di controllo Isobus direttamente dalla cabina del trattore. La funzione di autocompensazione per le diverse unità di lavoro regola automaticamente le impostazioni per zona funzionale - coltivatore, rullo e dente copriseme - al variare dell'impostazione, ad esempio, dei dischi. John Deere ha intenzione di integrare TruSet™ nel suo Farmsight System con un collegamento al portale Precision Farming-Portal MyJohnDeere.com.
  • Sistema Quality Assurance QA si tratta di un sistema dedicato a John Deere ExactEmerge che offre diverse funzionalità di monitoraggio e documentazione del processo di automazione nella semina di precisione ad alta velocità. 
  • GoHarvest Premium è un simulatore per mietitrebbia che offre, in tre diversi scenari, un addestramento all'interno di un laboratorio virtuale installato presso il dealer, nel quale l'operatore seduto su un vero e proprio sedile da mietitrebbia, può esercitarsi con tutte le funzioni della macchina. L'esperienza di simulazione è più intensa rispetto a quella online.
  • Integrated Combine Adjustment 2 (ICA2) sistema di regolazione automatica della trebbiatura in funzione di valori target dotato di due telecamere poste all'interno degli elevatori dei grani e dei residui insieme a un nuovo sensore per rilevare la perdita di grani. In caso di risultato non soddisfacente, JCA2 corregge automaticamente le impostazioni in relazione alle priorità impostate: qualità o risultato.
  • Active Yield ottimizza i dati forniti dai sistemi di misurazione della produzione di una mietitrebbia. Dispone di tre sensori per il peso all'interno della tramoggia capaci di rilevare le forze verticali all'aumentare del livello di riempimento e di raffrontarle con i dati forniti dal sensore di produzione tenendo conto della lettura del sensore umidità. La precisione del risultato si attesta a circa +/-3 per cento. 
  • Active Fill Control Sync utilizza i dati GPS della mietitrebbia e del trattore/rimorchio per analizzare i contorni del rimorchio e il livello di riempimento così da posizionare al meglio il tubo di scarico della mietitrebbia.
  • Camera system 3D a 360 gradi sviluppato in collaborazione con Continental Automotive Hall 16 Stand G05, è un sistema a circuito chiuso.
 
  • Driver Extended Eyes di Same Deutz-Fahr, Hall 4 Stand C36, sistema di elaborazione digitale delle immagini di derivazione automotive, che mezzo di telecamere crea una visione panoramica a 360° e, utilizzando prospettive  da diversi angolazioni integrate con informazioni aggiuntive e algoritmi di elaborazione, genera un'immagine a 360° della macchina e dello spazio circostante. Un passo avanti nel campo della sicurezza, dell'assistenza di guida e dell'automazione disponibile, per ora, sulle Serie 7 e 9.
 
  • Spandiliquame Ultra-Light UL-T18 di Zunhammer, Hall 22 Stand A12, dispone di carico utile ottimizzato, doppio asse, botte autosupportata in fibra di vetro rinforzata e plastica GRP priva di rivestimento interno, montata direttamente su due assi a sospensione pneumatica senza telaio. Una struttura il cui vantaggio è la riduzione del 40 per cento del peso a vuoto associato all'aumento del carico utile del 19 per cento. Inoltre, i due assi sterzanti girevoli richiedono minore potenza al trattore.
Quattro le medaglie d'argento ricevute dalla tedesca Fendt, Gruppo Agco, presente alla Hall 20 Stand B08f
  • Trasmissione Fendt VarioDrive, elimina lo slittamento eccessivo delle ruote e, grazie alla costante comparazione e regolazione delle velocità degli assi anteriori e posteriori, evita torsioni nella trasmissione. La funzione associata 'Pull-in-Turn' riduce il raggio di sterzata. 
  • Fendt Grip Assistant, sistema di aderenza dei pneumatici, parametro chiave di efficienza insieme alla pressione, al peso di carico e alla velocità al suolo. Il sistema fornisce la velocità ottimale e la pressione dei pneumatici adeguata per il peso caricato o, vice versa, indica il carico ottimale e la pressione dei pneumatici per una velocità al suolo specifica.
  • Trazione integrale Fendt Former 12555X è la prima trasmissione elettrica compatta a coppia integrata per i rotori dell'andanatrice. Ogni motore è controllato indipendentemente da un sistema elettronico separato per una protezione automatica del sovraccarico e un meccanismo di pronto arresto. 
  • Telecamera Fendt 360° per mietitrebbie serie X/P 
Due i riconoscimenti assegnati a Lemken, presente alla Hall 11 Stand B42
  • Impostazione dei punti di aratura su aratri reversibili semiportati. È una soluzione per regolare idraulicamente l'aratura negli aratri semiportati spostando il punto di aratura verso il centro dell'asse posteriore del trattore.
  • Calibrazione automatica del tipo di sementi per seminatrici pneumatiche. Regola integralmente i dispositivi dosatori calibrando la quantità di seme e pesando i semi in scorrimento. L'operatore deve solo impostare la velocità di lavoro e i parametri delle sementi, il peso di mille semi e la massima velocità al suolo per avviare il processo di calibrazione.
 
  • Sistema di impostazione automatica delle macchine di Väderstad, Hall 12 Stand B24. Introduce un metodo di regolazione delle impostazioni dei macchinari in tempo reale e in base alle condizioni del terreno. 
Tre le medaglie per Amazonen-Werke presente nella Hall 9 Stand G14
  • GPS Switch con AutoPoint è un'evoluzione del sistema che riduce le sovrapposizioni ai margini del campo nelle operazioni con seminatrici pneumatiche. Assicura un aumento nell'efficienza del seminato utilizzando un sensore posizionato sulle bocche di semina che rileva le sementi al momento della posa andando a controllare anche il momento ottimale per l'inizio e il termine del dosaggio ai margini del campo.
  • EasyCheck è un sistema di test di regolazione della distribuzione trasversale in campo dei granuli fertilizzanti che comprende anche un'App per smartphone e permette l'uso di un pratico set di fogli flessibili adesivi più facili da maneggiare e trasportare rispetto ai classici vassoi. Facendo una foto al foglio con lo smartphone, l'app calcola automaticamente le impostazioni del distributore. 
  • AmaSpot sviluppato in collaborazione con Agrotop e Rometron è un sistema di dosaggio a sensore intelligente che riduce le quantità di sostanze utilizzare per la protezione delle colture. Il sistema rileva le piante verdi sul suolo consentendo un'applicazione localizzata e generando un risparmio tra il 20-80 per cento delle sostanze chimiche.  
 
  • Iniettore ad aria IDTA a doppio ugello con getto piano di Lechler, Hall 8 Stand B15. Offre una tecnologia di spruzzo a doppio ugello a getto piano e una protezione migliore dell'operatore e dell'ambiente ottimizzando le operazioni con gli sprayer. 
 
  • Boom control di Horsch, Hall 12 Stand C41. È un sistema di controllo dei bracci esterni dotato di scanner laser e di rilevatore frontale che aumenta la precisione e rileva gli ostacoli sul campo in modo affidabile.
 
  • easyFlow QF di Agrotop, Hall 8 Stand D20. È un sistema universale e accurato di dosaggio e scarico per piccoli sprayer portati e per macchine semoventi che utilizza, in un unico sistema, la combinazione di diversi contenitori eliminando la necessità di modificare o convertire i sistemi di dosaggio/scarico e la loro pulizia. 
 
  • DIS – PSM iniezione diretta senza ritardo e migliore pulizia di cisterne multicomparto di Herbert Dammann, Hall 9 Stand B31. Pulisce l'intero sprayer e raccoglie il liquido di scarico in un contenitore separato per eliminarlo successivamente in forma diluita in conformità alle normative. Il contenitore supplementare è stato ottenuto dividendo la cisterna in cinque comparti in cui possono essere ospitate tre diverse sostanze chimiche. 
 
  • ICA-WIRELESS – Controller intelligente di irrigazione sviluppato in collaborazione da Pessl, Hall 11 Stand K07, Bauer, Hall 23 Stand A05, e Land-Data, Hall 15 Stand G30. Si tratta di un sistema di irrigazione intelligente che utilizza solo un'app per smartphone o tablet per il monitoraggio e controllo ma anche per creare un modello del sistema di irrigazione basato su misurazioni in tempo reale dell'umidità del terreno, delle precipitazioni, delle diverse piante, delle proprietà del suolo e delle previsioni meteo.
 
  • i-flow sviluppato da Zürn Harvesting, Hall 13 Stand C24, in collaborazione con Gebr, Hall 13 Stand D26, Eichelhardter Werkzeug und Maschinenbau, Hall 13 Stand D26, Compact Dynamics, Hall 13 Stand C24 e HTW Dresden, Professur für Grundlagen der Elektrotechnik/Elektrische, Pavillon 34 Stand B13c. La testata i-Flow per cereali a controllo elettronico, permette la regolazione delle impostazioni della testata in modo preciso e indipendente dalle altre impostazioni per adattarle alle condizioni di mietitura, ai requisiti della macchina e alla velocità su campo. 
 
  • HMV105D di Linde Hydraulics, Hall 16 Stand D19, è una unità idraulica a pistoni biassiali costituita da due motori a piastra oscillante posizionati l'uno di fronte all'altro sull'estremità del pistone di un albero. In questo modo si utilizza la piastra oscillante per modificare il flusso d'olio da entrambi i motori, le forze del motore interno vengono compensate ed è possibile utilizzare cuscinetti di dimensioni inferiori diminuendo il livello di frizione. 
Cinque riconoscimenti per Claas presente alla Hall 13 Stand C05
  • Controllo di flusso automatico per mietitrebbie CLAAS LEXION. Sistema di allerta e controllo che permette di portare la mietitrebbia ai massimi livelli produttivi grazie al confronto costante dei dati provenienti dai sensori. Non appena uno di questi parametri viene superato, il sistema reagisce proporzionalmente riducendo la velocità o fermando la macchina.
  • Pulizia 4D per mietitrebbia LEXION-Hybrid. È un sistema di pulizia per raccolta in pendenza con controllo del segmento rotore-ventilazione che si propone di mantenere alte le prestazioni di mietitrebbie ibride prevenendo l'accumulo di quantità eccessive di materiale sul lato in discesa.
  • Multi Crop Cracker MCC MAX è dotato di anelli di taglio e frizione che migliorano i livelli energetici e la struttura fibrosa nel mais insilato. Si tratta di un nuovo sistema di condizionamento che comprende rulli costituiti da sezioni di un massimo di 30 anelli con disposizione e geometria particolare, in grado di sfibrare il materiale agendo con forze di taglio e trancio che si sommano alla frizione. 
  • Sistema combinato di monitoraggio dell'annodatore e controllo automatico della pressione per presse quadrate. 
  • Ottimizzatore di percorso con elaborazione precisa dei tracciati e previsioni dei tempi di lavoro sviluppato in collaborazione con FarmNet, Hall 15 Stand J13 e  European GNSS Agency, Hall 15 Stand K36. Si tratta di un software per il calcolo del percorso ottimale che tiene conto della geometria specifica del campo. 
 
  • R-Soil Protect è un sistema di controllo idraulico del telaio con pneumatici di nuova tecnologia a pressione di 1.4 bar per la raccolta di colture sarchiate sviluppato in collaborazione con ROPA, Hall 25 Stand G12 e Michelin, Hall 20 Stand C02.  
 
  • Legatrice RS 9000 a doppio giro di Rasspe Systemtechnik, Hall 13 Stand D26B. Affronta uno dei punti deboli delle balle a legatura, i nodi, sostituendo i dischi di legatura con dei ganci che ottimizzano la forza di trazione del filo. 
 
  • SW 4014 AutoLoad™ di Kuhn, Hall 12 Stand C04 è un sistema di imballo automatizzato non-stop per balle quadre e rotonde che non richiede input dell'operatore. Un laser integrato nel telaio principale rileva le balle in avvicinamento, ne calcola le dimensioni e porta il braccio di carico in posizione. La balla viene sollevata e avvolta nel film e, quindi, scaricata in movimento. 
 
  • Every-Air di Mooij Agro, Hall 24 Stand C10, è un sistema di aerazione che servendosi di un telone impermeabile perforato, integra i sistemi di ventilazione a pressione per contenitori aperti in fase di conservazione dei prodotti sfusi. Il telone perforato posizionato tra le file assicura che l'aria venga equamente distribuita sull'intera fila in magazzino e fornisce condizioni stabili di clima, secchezza e raffreddamento.
 
  • Pm Trac 2380 4f di Pfanzelt Maschinenbau Open-air area, Stand A08, è un trattore forestale a sistema universale adatto a lavori agricoli e forestali che grazie al suo grande spazio di carico sull'asse posteriore e al sistema di montaggio rapido, consente il cambio di utensili senza l'utilizzo di attrezzi. 
 
  • Fliegl Tracker, sistema di rilevamento veicoli basato su Beacon di Fliegl Tracker, Fliegl Agrartechnik, Hall 4 Stand A33. Beacon è un piccolo trasmettitore Bluetooth a basso costo che trasmette segnali in codice ricevuti da antenne posizionate a distanza ravvicinata. Il Fliegl Tracker è un apparecchio universale che può essere utilizzato su qualunque veicolo o macchinario di qualunque tipo. 
 
  • Topsoil Mapper di Geoprospectors KG, Hall 14 Stand F44, è un sistema di misurazione, in tempo reale e senza contatto, dei parametri del suolo. Il dispositivo è installato nel rimorchiatore anteriore del trattore dove, con macchina in movimento, rileva automaticamente i parametri del suolo incluse le zolle compatte, il grado di saturazione dell'acqua e il tipo di suolo. Il software del dispositivo elabora una mappa tridimensionale ed è in grado controllare la profondità di un utensile. 
 
  • Deepfield Connect - Asparagus Monitoring di Robert Bosch Start-Up, Hall 9 Stand F02, è un sistema che utilizza sensori wireless per misurare la temperatura a diversi livelli nel campo di asparagi, ma trova impiego anche con altre colture, e a mezzo di una piattaforma utente rileva i dati che vengono valutati e tradotti in comandi mediante una tecnologia di comunicazione quale può essere un'App su smartphone.