Grano italiano: scelte varietali e mercato

Il talk show televisivo di Agrilinea è in programma venerdì 27 luglio 2018, ore 17.00, nella sede del Crea ad Acireale (Ct)

Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

grano-frumento-cereali-by-slavomir-pancevac-fotolia-750.jpeg

Acireale (Ct), 27 luglio 2018
Fonte foto: © slavomir pancevac - Fotolia

Agrilinea vola in Sicilia. Venerdì 27 luglio prossimo alle 17.00 ad Acireale (Ct), si parlerà di grano italiano nella sede del Crea al talk show televisivo intitolato “Grano italiano, dalle scelte varietali al rapporto con il mercato”condotto da Sauro Angelini
L'iniziativa, in programma alle 17.00 Corso Savoia n 190, è organizzata in collaborazione con il Crea, Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria.

La trasmissione televisiva promuove, nel periodo di fine raccolta, un confronto tra gli attori della filiera cerealicola sull’andamento commerciale. 

Nel corso dell'evento interverranno Salvatore Parlato, presidente Crea, Mauro Tonello, presidente Sis, Società italiana sementi, Carmelo Frittitta, direttore generale Agricoltura Regione Siciliana, Nicola Pecchioni, direttore Crea Cerealicoltura e colture industriali, Biagio Pecorino, presidente del Distretto unico dei cereali di Sicilia, Ettore Pottino, presidente Confagricoltura Sicilia, Pino Occhipinti, responsabile Legacoop agroalimentare Sicilia.

Tra gli argomenti al centro del dibattito vi saranno le scelte varietali, le antiche cultivar di grano iscritte a registro e la valorizzazione dei grani antichi siciliani con prodotti di qualità certificata e rintracciati. Saranno poi illustrati dai ricercatori del Centro di ricerca di Acireale i progetti in corso.

La trasmissione potrà essere seguita in diretta televisiva a questo link e in seguito sarà pubblicata sul circuito televisivo di Agrilinea e sul sito.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 242.893 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner