Wi Bev: evento targato Veronafiere e Fiere di Parma

La nuova rassegna, in programma il 4 e 5 dicembre a Verona nell'ambito di Wine2wine, punta a favorire la promozione delle più innovative tecnologie nel campo vitivinicolo ed enologico

veronafiere-vinitaly-2014-credits-foto-ennevi-veronafiere.jpg

Veronafiere, sede nel dicembre 2018 della prima edizione di Wi Bev
Fonte foto: © Ennevi Foto

Nell’ambito del Wine2wine è in programma per il 2018 fieristica Wi Bev, nuova rassegna fieristica frutto della collaborazione di Veronafiere con Fiere di Parma, dedicata al settore delle tecnologie per il wine&beverage, settore che, secondo i dati Istat 2016, per il solo comparto di macchinari, attrezzature e tecnologie per la viticoltura e l’enologia pesa per 3,6 miliardi dei quali il 70% derivanti dall’export. La preview della prima edizione, in programma il 4-5 dicembre 2018, sarà al prossimo Wine2wine 2017.

Wi Bev è un altro tassello della sinergia storica fra Veronafiere e Fiere di Parma, che ha visto negli anni importanti punti di incontro con il Vinitaly, il Cibus, le iniziative di promozione del made in Italy con l’agenzia Ice, fino all’ultima edizione di Sol&Agrifood. Wi Bev (International wine & beverage technologies event è un’iniziativa che amplia il concetto di fiera espositiva, proponendosi come luogo di incontro e confronto tra le migliori aziende di prodotti e servizi nel settore vitivinicolo, della distillazione e del beverage e i fruitori della filiera.

La partnership con Parma è funzionale a due realtà fieristiche che rappresentano con le rispettive rassegne settore portanti del made in Italy – spiega Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere – questo accordo rafforza la competitività del sistema fieristico italiano come leva per il business dei propri clienti, che sono in primis piccole e medie aziende e grandi gruppi industriali. Con questa operazione miriamo a offrire al nostro mondo imprenditoriale di riferimento un’opportunità in più promossa da due player specializzati nei rispettivi comparti”.

Wi Bev sarà un evento che unirà il momento espositivo al confronto diretto tra aziende del settore, fornitori di macchine e impianti, nonché tecnici della filiera – sottolinea Antonio Cellie, direttore generale di Fiere di Parma – saranno capitalizzati gli aspetti smart dell’esperienza innovativa di Cibus Connect, associandola a un palinsesto di approfondimenti specifici e mirati al comparto tecnico-produttivo della filiera vitivinicola. Strategica è poi la collocazione a calendario di Wi Bev, dopo la vendemmia. L’offerta italiana di macchine e impianti per il settore vitivinicolo è all’avanguardia e continua ad innovare per rispondere alla crescente domanda di qualità ed efficienza proveniente da tutto il mondo”.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 197.409 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner