Enovitis Business: vendemmia, paesaggio e gestione finanziaria

Di queste tre tematiche, ognuna indispensabile per il successo in ambito vitivinicolo, si parlerà il 6 novembre a Milano, terza e ultima giornata di Workshop Innovation

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

uva-bianca-vite-vigneto-by-quaximo-fotolia-750.jpeg

Milano, 3-6 novembre
Fonte foto: © quaximo - Fotolia

Workshop Innovation di Enovitis Business chiuderà il suo programma di formazione e approfondimento con tre interessanti sessioni di incontri. Il primo partirà alle 10.00 e vedrà avvicendarsi numerosi relatori che mostreranno e analizzeranno tecniche e soluzioni per la corretta gestione della vendemmia, momento in cui si gioca gran parte del risultato di un anno di coltivazione della vite.
Il secondo, alle 13,00, sarà dedicato alla corretta gestione del territorio e del paesaggio trattando il tema del cosiddetto “consumo del suolo”, mentre il terzo, delle 14,30, affronterà gli aspetti finanziari legati ai grandi investimenti necessari per innovare l’impresa vitivinicola.

Un’intensa giornata che si aprirà quindi alle 10,00 con l’introduzione da parte del professor Vincenzo Gerbi, Università di Torino, del workshop sulla gestione della vendemmia e le necessità di innovazione in questa fase del processo produttivo. Seguiranno due interventi sulla valutazione del grado di maturità dell’uva, quando ancora è sulla pianta, da parte di Alessandra Ferrandino, Università di Torino, che illustrerà metodi di monitoraggio in vigneto non distruttivi, e Andrea Bellincontro, Università della Tuscia, che presenterà strumenti e metodologie di spettroscopia Nir. Parleranno invece di tecnologie per conoscere il valore dell’uva raccolta al momento del conferimento, Fabrizio Torchio, Università Cattolica, portando esperienze di analisi con spettrometria Ir, mentre Antonio Del Casale, Microbion - Università di Verona, interverrà sull’analisi dei lieviti sulle uve e sui mosti e la gestione della biodiversità. In rappresentanza delle aziende vitivinicole, presenti il gruppo Ruffino, che racconterà l’esperienza di mappatura della maturazione dell’uva per applicare la raccolta differenziata, il gruppo Mezzacorona, che illustrerà le metodologie da loro adottate per qualificare l’uva con raccolta manuale e meccanica, e la cantina cooperativa Viticoltori Ponte con i programmi di gestione del conferimento adottati nella realtà dei soci conferitori. Sul fronte dei fornitori, Cristian Carboni, De Nora, mostrerà le tecniche del lavaggio delle uve con acqua ozonizzata e Alessandro Salvestrini, Volentiri Pellenec, parlerà delle tipologie di vendemmia meccanica più adatte al vigneto italiano.
 
Alle 13,00, sotto il coordinamento del professor Ettore Capri, Università Cattolica Piacenza, e Carlo De Biasi, Aziende Zonin 1821, si terrà una tavola rotonda, partecipata da qualificati esperti di gestione del paesaggio, quali Paolo Benvenuti, Città del Vino, Edoardo Costantini, Crea Abp Firenze, Sabrina Diamanti, Conaf, Claudia Meisina, Università di Pavia, in cui si discuterà di argomenti legati alla tutela e alla valorizzazione del territorio. In particolare, il dibattito si soffermerà su questi focus: il significato di paesaggio 2.0 (dal punto di vista della nuova Pac, dei principi di sostenibilità), le problematiche da affrontare (erosione suolo, urbanizzazione, vincoli naturalistici, vincoli legislativi), le tecniche da utilizzare (formazione, strumenti, tecnologie) e l’adeguatezza delle norme esistenti e dei disegni di legge in discussione.
 
L’ultima sessione specifica di Workshop Innovation, alle 14,30, coordinata dal professor Eugenio Pomarici, Università di Padova, e Mauro Catena, Cantine Riunite&Civ ScAgr, fornirà, invece, un quadro dei dati principali (qualitativi e quantitativi) sul credito all’agricoltura e delle principali criticità rispetto al finanziamento delle innovazioni. Dirigenti e consulenti di grandi aziende vitivinicole racconteranno le loro esperienze e manifesteranno le loro esigenze. È prevista la partecipazione di Luigi Bonato, Evoluzione Ambiente Studio Associato, Emilio Pedron Bertani, Domains Srl; Claudio Biondi, Giv Spa; Giovanni Giambi, Agrisfera Sca - Coop Gestione terreni. Al dibattito parteciperanno rappresentanti di Banca popolare di Vicenza e Cariparma, i quali presenteranno i loro specifici prodotti finanziari e raccoglieranno le istanze e le proposte che emergeranno dal dibattito.

È attiva la registrazione on line alla manifestazione, a tutti gli eventi in calendario a Simei 2015 - workshop, convegni, B2B – e agli appuntamenti one to one con gli espositori di proprio interesse: è possibile effettuarla direttamente sul sito www.enovitisbusiness.it.
Durante la manifestazione espositori e visitatori potranno interattivamente scambiarsi dati tramite il sistema Contag o la nuova app Simei Enovitis disponibile per sistemi iOS e Android.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 187.179 persone iscritte!