Sistri, nuovo slittamento

Rinviato di sette mesi il termine di pagamento dei contributi dell'anno in corso: si va al 30 novembre

Michela Lugli di Michela Lugli

Questo articolo è stato pubblicato oltre 7 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

sistri-sito.jpg

Sistri, slitta la data di pagamento per i contributi dell'anno in corso

E' del 20 aprile scorso la comunicazione del ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare, dell'avvio di una procedura di revisione a carico del Sistri in modo - si legge nel comunicato - da semplificarlo e renderne più efficienti le procedure”. Un iter che il ministero ha avviato in accordo con Selex Elsag, la società del gruppo Finmeccanica fornitrice del sistema.

 

Di data in data

Presumibilmente per avere il tempo di portare a termine l'operazione, il ministero ha quindi predisposto una proroga del termine di pagamento dei contributi relativi all'anno in corso la cui scadenza era fissata per il 30 aprile scorso, al 30 novembre 2012.

Il titolare del dicastero Clini, si legge nella nota ministeriale, “ha proposto al nuovo presidente di Confindustria e ai presidenti delle associazioni delle categorie interessate, di valutare insieme le modalità per rendere finalmente operativo il sistema, senza aggiungere oneri amministrativi alle già complesse procedure cui le imprese sono sottoposte per rispettare gli adempimenti ambientali ed in particolare quelli in materia di rifiuti”.

 

Il sistema mai nato

Pensato nel 2009, il Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, non ha mai visto la luce. Il suo atto di nascita ha saltellato di proroga in proroga fino alla dead line stabilita dalla legge numero 14 del 24 febbraio 2012 che ne ha decretato la partenza ufficiale per il 30 giugno prossimo.

Entro tale data dovranno farsi trovare pronti i gestori medio-grandi tra cui produttori di rifiuti pericolosi con più di cinquanta dipendenti (compresi quelli di cui all'articolo 212 del D.Lgs 152/2006), i commercianti, gli intermediari, i consorzi che si occupano di rifiuti particolari per conto dei consorziati, le imprese di raccolta dei rifiuti speciali e coloro che effettuano il recupero e lo smaltimento.

La data di riferimento per gli imprenditori agricoli che in modo occasionale e saltuario indirizzano i rifiuti pericolosi ad una piattaforma di conferimento o ad un circuito organizzato di raccolta è, per ora, il 2 luglio 2012.

 

Sistri, per saperne di più

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: rifiuti scadenze ministro sistri

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.800 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner