Avviso ai naviganti n° 55: fitosanitari per uso non professionale, c'è ancora tempo

Una circolare chiarisce alcuni aspetti applicativi del prolungamento delle misure transitorie pubblicato nella legge 157 del 19 dicembre 2019: il periodo transitorio scadrà il 2 novembre 2021

urban-farming-orto-balcone-chiccododifc-fotolia-750.jpeg

Pubblicata una circolare sui prodotti fitosanitari per uso non professionale
Fonte foto: © Chiccododifc - Fotolia

L’abitudine di inserire provvedimenti di proroga nei decreti di fine anno spesso non consente di legiferare in modo ottimale, lasciando gli addetti alla filiera nell’incertezza. E’ il caso dei prodotti per uso non professionale, la cui proroga delle misure transitorie è stata inserita in fretta e furia in un decreto fiscale di fine anno per evitare il blocco della loro commercializzazione, che altrimenti sarebbe avvenuto ad aprile 2020. Il ricorso ai decreti omnibus per risolvere questioni urgenti spesso non consente di prendere in considerazione tutti i dettagli operativi e spesso si ricorre allo strumento della circolare per colmare queste lacune.

La circolare 5 marzo 2020 del ministero della Salute, pubblicata il 18 marzo sul portale “Trova Norme Salute”, ha confermato la proroga di 18 mesi del periodo transitorio del decreto 33 del 22 gennaio 2018, che adesso scadrà il 2 novembre 2021.
Ricordiamo che il periodo transitorio serve per consentire a tutti gli attori della filiera di mettere a disposizione degli hobbisti prodotti fitosanitari in linea con gli elevati standard europei di sicurezza ed efficacia previsti dal decreto citato, che dovrà comunque essere ancora rivisto nel suo allegato tecnico. In particolare, si viene incontro a produttori e rivenditori di PFnPO (utilizzo esclusivo su piante non eduli) e PFnPE (utilizzo su piante eduli e non) prorogando d’ufficio al 2 novembre 2021 la validità delle etichette riportanti come data di scadenza 2 maggio 2020, risparmiando loro una costosissima e traumatica operazione di rietichettatura, che avrebbe causato malumori e ritardi nell’intera filiera. Le aziende potranno quindi aggiornare l’etichetta alla nuova scadenza più avanti, magari accorpandola ad altre operazioni tecniche o amministrative.
I titolari di registrazione dovranno comunque trasmettere un elenco dei prodotti interessati alle autorità entro 15 giorni dalla pubblicazione della circolare.
 

Approfondimenti per studiosi, addetti ai lavori o semplicemente curiosi

  • Dereto 22 gennaio 2018, n. 33 Regolamento sulle misure e sui requisiti dei prodotti fitosanitari per un uso sicuro da parte degli utilizzatori non professionali.
  • Legge 19 dicembre 2019, n. 157 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili (art. 55-ter)
  • Circolare 5 marzo 2020 Prolungamento delle misure transitorie di cui agli articoli 7 e 8 del Decreto n 33/2018 recante "Regolamento sulle misure e sui requisiti dei prodotti fitosanitari per un uso sicuro da parte degli utilizzatori non professionali”

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 232.449 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner