Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

Nico e Sulfo, coppia d'assi in campo

Extensor di Sapec Agro Italia: una nuova soluzione di post-emergenza per i maiscoltori

Info aziende
sapec-extensor-confezione.jpg

Extensor di Sape Agro Italia

Il diserbo del mais, com’è noto, si gioca tutto o in buona parte in pre emergenza. La limitazione all’utilizzo dei prodotti a base di terbutilazina, però, ha di fatto tolto un'arma importante per la lotta alle infestanti chiave del mais. Inoltre ci sono casi in cui il diserbo di pre emergenza non è sempre la soluzione migliore, come ad esempio:
  • In caso di siccità durante il trattamento di pre-emergenza (fallisce il trattamento);
  • In terreni ricchi di sostanza organica o in terreni sabbiosi (in cui si disattiva il principio attivo residuale);
  • In caso di semine posticipate con mais di secondo raccolto;
  • In caso di infestanti con emergenze tardive come alcune specie annuali (Abutilon, Ambrosia, graminacee, ecc.);

Per questo Sapec Agro Italia ha sviluppato una soluzione innovativa, in esclusiva sul mercato italiano, che rientra fra le specialità del catalogo: Extensor OD, dispersione oleosa a base di nicosulfuron e sulcotrione.

Il prodotto risulta molto flessibile, utilizzabile per differenti strategie di diserbo a seconda del tipo di infestazione e del momento della semina (tradizionale o per secondo raccolto): è possibile utilizzarlo da solo o in abbinamento a partner residuali. Inoltre la formulazione evoluta OD garantisce la massima sinergia fra i principi attivi (dove 1+1=3!), include il bagnante e massimizza il potenziale delle molecole grazie alla presenza dei tensioattivi. Dalle prove registrative ha dimostrato di non interagire con geoinsetticidi.

Il prodotto si inserisce nella gamma Sapec Special: soluzioni nuove a partire da molecole note fuori brevetto. È il frutto della filosofia Sapec: rigenerare molecole note per efficacia e sicurezza garantendo la sostenibilità delle produzioni agricole.

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 7 dicembre a 134.345 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy