Airone Più: la combinazione vincente contro la Batteriosi dell’actinidia

La formulazione innovativa e brevettata che abbina le due forme rameiche, ossicloruro e idrossido, ha recentemente ottenuto l’autorizzazione eccezionale d’impiego su actinidia in vegetazione

Contenuto promosso da Gowan Italia
Questo articolo è stato pubblicato oltre 7 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Gowan Italia.

gowan-airone-piu-cover.jpg

Airone Più: la forza della combinazione vincente

La temibile Batteriosi del kiwi causata da Pseudomonas syringae pv. actinidiae (Psa), continua a diffondersi negli areali vocati con gravi danni economico-produttivi, ma i diversi studi condotti negli ultimi anni consentono di poter attuare una strategia di lotta che integra interventi agronomici e trattamenti fitosanitari, per limitare lo sviluppo della malattia.

Fra i prodotti che hanno dimostrato una buona efficacia nel contenimento della Batteriosi è oggi disponibile Airone Più, fungicida di proprietà Isagro e distribuito da Gowan Italia, che combina in associazione sinergica le caratteristiche di entrambe le forme rameiche, idrossido e ossicloruro.

Airone Più, già registrato su numerosissime colture, ha infatti recentemente ottenuto l’estensione temporanea d’impiego in vegetazione su actinidia, per il contenimento della Batteriosi “PSA”.

Scarica qui la nuova etichetta ministeriale autorizzata

Durante la stagione vegetativa le applicazioni di prodotti rameici rivestono un ruolo fondamentale per proteggere le piante, in particolare dopo gli interventi di potatura o di diradamento dei frutti, in previsione di forti piogge o dopo una grandinata.
In diverse prove condotte negli ultimi anni in vari areali, Airone Più si è dimostrato essere una valida soluzione per il contenimento della Batteriosi con trattamenti in vegetazione.

Di seguito si riporta un estratto del lavoro condotto in Piemonte da Agroinnova e presentato al Convegno Creso 2013 “La Batteriosi dell’actinidia” (fonte: Creso)


Clicca sull'immagine per ingrandirla

Soprattutto per queste applicazioni in vegetazione, i prodotti rameici devono inoltre garantire la massima selettività per la pianta, senza manifestare sintomi di fitotossicità.
Come già visibile nell’estratto soprariportato e come dimostrato dalle prove di selettività condotte in Emilia Romagna e Lazio (foto e grafici sotto), Airone Più non provoca sulle piante di actinidia alcun tipo di alterazione dei tessuti vegetali (foglie e fiori) o dei parametri fisici e organolettici dei frutti, grazie alle sue originali e innovative caratteristiche formulative (ad es. la microgranulazione che utilizza l’esclusiva tecnologia “Fluid Bed”).


Clicca sull'immagine per ingrandirla

Foglie e fiori su pianta trattata con Airone Più (extra dose: 2,6 kg/ha)

Per ulteriori dettagli e approfondimenti sugli aspetti tecnici e formulativi di Airone Più, si rimanda alla brochure informativa.

Questo prodotto è commercializzato da Gowan Italia anche con il marchio Grifon Più (anch’esso autorizzato per l’impiego su actinidia in vegetazione come da etichetta ministeriale decretata)

Infine, per affrontare nel migliore dei modi la difesa delle colture, installa la APP gratuita “Gowan Italia”

Per “iPhone” e “iPad”: accedi all’AppStore

 
Per dispositivi “Android”: accedi a GooglePlay

Airone® Più e Grifon®Più: marchi registrati e prodotti originali Isagro