Kubota in campo in Italia con la tecnologia Tim

Kubota ha presentato alla sua rete di concessionari la tecnologia Tractor implement management disponibile sulla gamma di trattori M7003 Premium in abbinamento alle rotopresse Serie BV TIM. Vediamone i vantaggi presenti e futuri

Michela Lugli di Michela Lugli

kubota-in-campo-con-la-tecnologia-tim.jpg

Il trattore M7173 da 170 cavalli KVT e la rotopressa a camera variabile BV5160 SC 14 Plus, il 25 giugno scorso a Castel San Pietro Terme (Bo)
Fonte foto: Kubota

Un dialogo virtuoso, base di tutte le relazioni, non può essere univoco. Comunicare non deve essere appannaggio del solo trattore, è necessario che anche l'attrezzo possa dire la sua e, in questo caso, possa dare utili "istruzioni" alla sua motrice, il trattore.

La chiave si chiama Tim, Tractor implement management, ed è una soluzione Isobus in cui l'attrezzatura è in grado di controllare alcune funzioni del trattore. La comunicazione diventa bidirezionale con trasmissione di dati in entrambe le direzioni. Con il sistema Tim l'attrezzatura, dopo aver ottimizzato il proprio funzionamento, invia i comandi di controllo al trattore e gestisce automaticamente alcune sue funzioni, quali, ad esempio, la velocità di avanzamento o i distributori ausiliari.
 

Kubota in campo con la tecnologia Tim

Facile intuire le potenzialità di questa tecnologia di cui Kubota ha dato dimostrazione alla propria rete di concessionari lo scorso 25 giugno tra Imola (Bo), per la parte "in aula", e Castel San Pietro Terme (Bo), per la sessione di campo.
Sandro Battini, direttore commerciale Kverneland Italia, e Stefano Bottacin, service manager Kubota Italia, hanno illustrato - il primo per la Serie BV TIM di rotopresse e il secondo per la Gamma trattori M7003 Premium, che al momento dispongono di tecnologia Tim - i vantaggi dell'innovativa soluzione.
In campo per la giornata dimostrativa, la combinazione certificata Aef di trattore M7173 da 170 cavalli a variazione continua KVT e rotopressa a camera variabile  BV5160 SC 14 Plus.
 

Aperti al dialogo

Ma vediamo da vicino i molti i vantaggi dell'approccio Tim, parte di Kubota Farm Solution, un pacchetto integrato di prodotti e servizi studiato per garantire semplicità di utilizzo e incrementare le prestazioni della combinazione trattore e attrezzo.

Disponibile in opzione tramite licenza ottenibile presso i concessionari del brand e, per ora, sulla gamma di trattori 7003 Premium e sulla Serie di rotopresse BV TIM, la tecnologia Tim apre all'attrezzo - non solo alle attrezzature Kubota ma a tutte le attrezzature Tim certificate Aef e viceversa per la rotopressa Serie BV Kubota verso altri brand di trattori - l'accesso a funzioni del trattore quali la presa di forza, l'impianto idraulico e la velocità di avanzamento.
In questo modo, funzioni manuali frequenti e ripetute come l'apertura del portellone posteriore della rotopressa o lo spegnimento della presa di forza, vengono eseguite automaticamente grazie ad un comando impartito dall'attrezzo al trattore. Ne deriva una significativa riduzione del carico di lavoro per l'operatore.

Tecnologia Tim di Kubota

Il sistema è in grado di rilevare automaticamente il termine del processo di pressatura e definire il tempo necessario al suo svolgimento o quello utile all'apertura e chiusura del portellone. In questo modo, riduce notevolmente gli errori manuali, aumenta l'efficienza e la qualità del prodotto cresce sensibilmente.
 

Tim, nuovo must della pressatura

"Le operazioni di pressatura della balla si riducono da 11 a tre" spiega la casa costruttrice. Un dato particolarmente importante nell'attività di pressatura che richiede il maggior numero di azioni da parte dell'operatore e ha finestre di lavoro spesso limitate dalle condizioni atmosferiche.

Indicato per contoterzisti, ma non solo, il ricorso alla tecnologia Tim, semplice da usare anche da diversi operatori, incide sui costi delle operazioni di pressatura andando a ridurre le ore lavoro, l'usura delle parti dei mezzi e dei pneumatici, oltre naturalmente al consumo di carburante. "Per ogni cento balle, Tim può far risparmiare fino a 800 operazioni. Apertura e chiusura del portellone, partenza e fermata del trattore, attivazione e disattivazione del processo di legatura ne sono alcuni esempi" spiega l'azienda.
 
Sequenza di operazioni pressatura standard VS TIM
La tecnologia Tim riduce drasticamente il numero di operazioni da gestire
(Clicca sull'immagine per ingrandirla)


Next step

Kubota, che sulla tecnologia Tim sta investendo ingenti energie, fa sapere che le funzioni ad oggi disponibili sono destinate a crescere. Al pacchetto attuale in un prossimo futuro, si aggiungeranno la possibilità di controllo della posizione di un attrezzo anteriore - ad esempio una falciatrice con attacco a tre punti -, il controllo della posizione di un attrezzo posteriore - ad esempio uno spandiconcime o una seminatrice con attacco a tre punti - e azionamento e spegnimento ma anche il controllo della velocità della presa di forza anteriore, ad esempio in presenza di un serbatoio.
 
Funzionalità attuali e future del sistema Tim
Azioni gestibili da Kubota con tecnologia Tim oggi e in un prossimo futuro