Nord, fondi per vino, biologico e danni da cimice asiatica

2,1 milioni di euro in Friuli per la promozione dei vini nell'ambito Ocm, 1,5 milioni in più per il bio emiliano-romagnolo e infine oltre 4 milioni per risarcire le aziende agricole lombarde colpite dalla cimice asiatica

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

foglie-vite-viticoltura-vitivinicoltura-vigneto-by-rtsvitlyna-adobe-stock-750x500.jpeg

Risorse in campo per l'agricoltura e la promozione dei vini extra Ue
Fonte foto: © Adobe-Stock

Risorse per gli indennizzi dai danni della cimice asiatica in Lombardia, fondi per la promozione dell'Ocm vino in Friuli Venezia Giulia e ulteriori contributi per il biologico in Emilia Romagna. Questa è la schiera delle novità per gli agricoltori del Nord Italia in quest'ultima settimana.
 

Lombardia

Cimice asiatica, 4,1 milioni di euro per i risarcimenti alle aziende agricole
La Commissione politiche agricole della Conferenza Stato-Regioni ha dato il via libera al decreto per i risarcimenti alle aziende agricole colpite dalla cimice asiatica. Per la Regione Lombardia la tranche sarà di 4,1 milioni di euro. "Arriva finalmente una prima boccata di ossigeno per le aziende - commenta l'assessore regionale all'Agricoltura Fabio Rolfi - nonostante la cifra sia insufficiente rispetto alle necessità e alle risorse dello scorso anno, 14,6 milioni di euro". "Chiediamo i pagamenti in una soluzione unica - sottolinea l'assessore - non in tre come propone il ministro. La cimice ha compromesso la tenuta reddituale di alcune filiere, soprattutto nel comparto frutticolo, e in particolar modo nelle pere, dove la cimice ha arrecato danni pesanti. Dobbiamo ricordare lo sforzo della Regione Lombardia per sostenere le imprese, nell'ultimo triennio abbiamo erogato contributi per 12,5 milioni a 409 aziende agricole lombarde, con il quale sono state sostenute l'installazione delle reti-antinsetto in ambito ortofrutticolo e florovivaistico, oltre all'avviamento della sperimentazione della vespa samurai come antagonista naturale della cimice".
 

Friuli Venezia Giulia

Vino, 2,1 milioni per la promozione sui mercati terzi
La giunta regionale ha attivato la misura di promozione sui mercati dei paesi terzi al fine di sostenere le imprese nell'accesso all'aiuto comunitario per la campagna 2020-21. La quota regionale ammonta a circa 2,1 milioni di euro; le domande di contributo dovranno essere presentate entro il 23 novembre, con l'ammissione di progetti della durata massima di nove mesi. "La promozione del vino sui mercati dei paesi terzi rientra all'interno dell'Ocm, regime di aiuto che comprende specifiche misure finanziate direttamente dall'Unione europea - spiega l'assessore regionale all'Agricoltura Stefano Zannier - i contributi erogati per questa specifica misura sostengono le aziende per adottare azioni di informazione e promozione dei vini attuati nei mercati dei paesi terzi e destinate a migliorarne la competitività in queste aree". La misura si rivolge alla promozione di vini Dop, Igp, vini spumanti di qualità e con indicazione di varietà. Gli importi massimi di contributi prevedono fino a 350mila euro per progetti con un solo partecipante; 500mila da 2 a 10 partecipanti, 700mila euro da 11 a 30 e infine 750mila euro se il progetto coinvolge oltre 30 partecipanti.
 

Emilia Romagna

Agricoltura biologica, ulteriori 1,5 milioni di euro per le imprese
Modifica della misura 11 del Psr approvata dalla Giunta regionale. In questo modo vengono stanziati ulteriori 1,5 milioni di euro per finanziare tutte le domande presentate e ammissibili per il bando aperto a inizio anno e rivolto agli operatori dell'agricoltura biologica. Le risorse complessivamente a favore del settore arrivano a 7,3 milioni di euro, con risorse complessive nell'arco dei sette anni a 136,5 milioni di euro. "In un momento di grandi cambiamenti climatici lo sviluppo e il sostegno delle aziende orientate al biologico sono una priorità, che trova terreno fertile nella forte propensione dei nostri agricoltori a rispondere alle misure previste - sottolinea l'assessore regionale all'Agricoltura Alessio Mammi - infatti, quasi il 30% delle risorse dell'intero programma sono state assegnate a questo settore. Una scelta chiara e precisa da parte della Regione".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 250.702 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner